Connect with us

calcio estero

Francia-Argentina la finale più scoppiettante che poteva regalarci il Qatar. L’ultima volta fu uno spettacolo: Mbappè sfida Messi

Domenica alle 16 Francia e Argentina si giocheranno la finale per la conquista della 22ª edizione della Coppa del Mondo. Sarà Messi contro Mbappè, i due campioni che condividono lo stesso spogliatoio di club nel Psg e rappresentano quasi il 100% del tridente transalpino, a completare è Neymar. Una finale che passa dalla loro storia e dalle loro ambizioni, i riflettori saranno puntati sui due fuoriclasse che dalla loro carriera vogliono attirare il massimo, soprattutto per Leo Messi, che sta disputando il suo ultimo mondiale e spera di poterlo concludere con un trionfo e alzare la coppa del mondo al cielo con l’albiceleste di cui è privo da quando milita a livelli mondiali. Traguardo che gli permetterebbe di mettere la parola fine alle grandi competizioni con la nazionale in maniera travolgente e nella miglior maniera possibile, dato che ha vinto tutto quello che ci potesse essere. Dall’altro lato un ambizioso Mbappè, che dimostra avere sempre più fame e voglia di battere record su record, sulla scia del tramonto dell’era Messi e Ronaldo, è consapevole che il prossimo fiore all’occhiello sarà lui, come se non lo fosse già ora da ragazzo predestinato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I transalpini di Deschamps sono campioni in carica e per loro questo appuntamento sta diventando un’abitudine nell’ultimo quarto di secolo. L’Argentina, invece, ha disputato la sua ultima nel 2014 e fu una cocente delusione contro la Germania. I sudamericani hanno storicamente più esperienza di finali ai Mondiali, ma c’è un dato che accomuna entrambe. Argentina e Francia hanno vinto due Coppe del Mondo ciascuna e a Qatar 2022 una delle due salirà a tre successi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ultimo scontro da brividi che ha regalato spettacolo

 

Russia 2018, per la prima volta Argentina e Francia l’una contro l’altra nella fase a eliminazione diretta. Le due si incontrano subito, agli ottavi di finale della competizione. L’Albiceleste arriva da vicecampionessa in carica. La Francia arriva da favoritissima alla vittoria finale, con una rosa pazzesca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo scontro è straordinario, ma a spuntarla sono i Bleus, che sfatano un mito Mondiale. È il primo (e finora unico) precedente a favore dei francesi. A Kazan nasce un 4-3 meraviglioso, deciso dai colpi di classe dei migliori. Molti, però, ricordano quel match per il “gol del Mondiale”, segnato dal terzino classe 1996 Benjamin Pavard, allora dello Stoccarda, oggi al Bayern Monaco.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il match, però, è stato aperto dalla rete di Griezmann su rigore e chiuso dalla doppietta di un 19enne di nome Kylian Mbappè, con in mezzo (appunto) Pavard e i gol argentini segnati da Di Maria e Mercado. A nulla è servita la rete di Aguero che ha chiuso il match al 93′. Il resto è storia: a vincere in Russia sarà proprio quella Francia, oggi guidata ancora da Didier Deschamps.

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in calcio estero