Connect with us

home

Il Belgio cade e il Marocco ribalta ogni pronostico: show Sabiri&co

Forse la generazione d’oro del Belgio è davvero finita. Di sicuro, adesso deve preoccuparsi di non fare una figuraccia a Qatar 2022, piuttosto che di vincere il mondiale. A Doha, passa il Marocco, con un 2-0 che spiana agli africani la strada degli ottavi di finale – tutti ancora da decidere – e che soprattutto arriva con grandissimo merito dopo una gara combattuta e mai dominata da De Bruyne&Co.

 

 

 

Anzi, al termine di un primo tempo caratterizzato da uno sterile dominio territoriale dei belgi, la ripresa è stata un lungo assolo dei marocchini, culminato nella rete del doriano Sabiri. Nel finale, anche il bis di Aboukhlal che consente al Marocco di guardare il Belgio dall’alto in basso da tutti i punti di vista. Adesso i Diavoli Rossi devono giocarsi gli ottavi nel delicato incrocio con la Croazia, mentre i Leoni di Atlante sono a un passo dal conquistare un traguardo storico.Il piano gara è il più prevedibile: i Diavoli Rossi spingono, i Leoni dell’Atlante aspettano e ripartono. Al 5′ la prima palla e sin qui unica gol del match: El Kajoui nega il gol a Batshuayi. Il Belgio continua a dettare i ritmi di gioco, senza però trovare grandi spunti: il primo squillo marocchino arriva al 21′ con l’ovvio Ziyech. Brividi sulla schiena di Martinez quando Courtois rischia su En-Nesyri, ma il portiere del Real se la cava in maniera elegante. Tra le barricate marocchine e le avanzate asfittiche del Belgio, il primo tempo scivola via nella noia più totale: risultato a occhiali all’intervallo, con tanto di gol annullato a Ziyech appena prima del duplice fischio del messicano Ramos.

 

 

 

 

 

Sabiri punisce Courtois. Lo spavento appena prima dell’intervallo non sveglia il Belgio, che continua a gigioneggiare e rischiare al cospetto di un Marocco ben più convincente. Per dare una scossa, Martinez prova due cambi: dentro Mertens e Tielemans. Regragui risponde con l’ingresso di Sabiri, esce Hakimi. È proprio il fantasista della Sampdoria a sbloccare una gara in grandissimo equilibrio, complice ancora una volta Courtois, tutt’altro che irreprensibile come in occasione della prime rete annullata agli africani. Sotto di un gol, Martinez spara le ultime cartucce a sua disposizione: dentro De Ketelaere, Trossard e alla fine anche Lukaku. Nulla di tutto questo: nel finale arriva anche il 2-0 firmato Aboukhlal.

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home