Connect with us

Calciomercato

Pensieri Viola di mercato

Pensieri Viola sul mercato.

Situazione da sistemare già a gennaio. Altre da pianificare per l’estate

La sosta del campionato aiuta a staccare e permette alla Fiorentina di fare riflessioni a mente fredda e non travolti dall’impeto dei post partita a cui generalmente si è sottoposti a gennaio

Per l’immediato le riflessioni sono quelle di cui si parla da tempo.

Zurkowski in uscita, ma da capire dove. Piace alla Samp, molto. Piace allo Spezia, abbastanza. Lui preferirebbe l’Empoli, ma la situazione fra le due società non induce all’ottimismo a meno che non si decida di ricucire i rapporti anche in virtù di altri possibili affari (Bajrami? Parisi? Vicario?)

Sempre in uscita quasi certa la partenza di Benassi che è rimasto fuori rosa per limiti di registrazione. Su di lui possibili mosse sia dalla A che da una buona B

Anche Maleh è in bilico. Dopo un inizio in cui era praticamente l’unico che non ruotava mai nell’undici titolare da ottobre la situazione è cambiata. Le prestazione sono diminuite in numero e anche come livello di prestazione, ma numericamente potrebbe tornare utile, quindi la sua partenza è ancora da valutare

Altri possibili partenti sono Bianco e Ranieri. Il centrocampista aggregato alla prima squadra ormai stabilmente potrebbe andare a giocare in prestito in Serie B, mentre Ranieri è uno dei pupilli di Nicola della stagione scorsa e specialmente dopo l’infortunio di Mazzocchi un suo rientro in Campania è tutt’altro che improbabile.

Per entrambi però lo status di giocatore del vivaio viola crea qualche problema per la registrazione delle rose (non liberebbe un posto per un giocatore non cresciuto nel settore della Fiorentina)

Capitolo attacco complesso. Gonzalez e Sottil vengono da infortuni difficili e per rivederli in campo potrebbe volerci ancora qualche partita nonostante si riparta solo a gennaio. Sugli esterni quindi ci sono solo tre uomini per due posti. Possibile un inserimento, anche se la voce Boga risulta economicamente difficile a meno che non si trovi un accordo su un prestito.

Come punte centrali la Viola è coperta anche se come riporta tuttomercatoweb.com qualche riflessione su Cabral la dirigenza gigliata inizia a farla. Approdato 12 mesi dopo la cessione di Vlahovic, per ora il bilancio non parla di bocciatura completa, ma di un rendimento più negativo che positivo. Su Jovic invece lenti miglioramenti si intravedono e la sensazione di avere un potenziale alto che sta cercando di tornare ai suoi livelli c’è, ed è forte.

In questi termini c’è speranza che il Mondiale sblocchi definitivamente la situazione. Con il Brasile Jovic non ha giocato preferito da un Mitrovic decisamente sotto livello, sostituito poi da Vlahovic, che avendo dei problemi fisici è sembrato l’ombra di quello che conosciamo. In questo quadro può essere che a breve tocchi al numero 7 della Fiorentina sostenere l’attacco serbo e avere la sua possibilità. Dovrà essere bravo a sfruttarlo

Sullo sfondo, si avvicina la primavera. Quella primavera, che secondo i primi giudizi del pool medico della Fiorentina, dovrebbe essere la stagione del rientro di Gaetano Castrovilli. Una pedina per la prossima stagione più che per questa. Ma che la Fiorentina non vede l’ora di rivedere da vicino

chimico, appassionato di calcio, di tattiche e statistiche

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in Calciomercato