Connect with us

home

Qatar 2022: la povera retribuzione ai migranti per garantire la sicurezza

I lavoratori migranti impiegati come guardie di sicurezza in un enorme parco che sarà al centro dei festeggiamenti per la Coppa del Mondo del Qatar sembrano essere pagati appena 40 centesimi l’ora. La notizia è riportata dal Guardian.Secondo quanto riportato oltremanica, i migranti sono incaricati di mantenere ordine e sicurezza dell’Al Bidda Park e affermano di avere dei turni di 12 ore, un solo giorno libero al mese e il tempo di lavorare e raggiungere i loro alloggi. Nelle ultime settimane la Fifa e le autorità del Qatar si sono battute per spegnere i riflettori sui diritti dei lavoratori e LGBTQ+.

 

 

 

 

 

 

 

Il segretario generale della Fifa Gianni Infantino ha spiegato che le squadre della Coppa del Mondo dovrebbero “concentrarsi sul calcio” e le ha messe in guardia dal “dare lezioni morali a il resto del mondo” ma l’analisi del The Guardian sulle notifiche di paga dei lavoratori, corroborata dai resoconti dei lavoratori delle loro ore di lavoro e della loro paga riapre la questione legata alla violazione dei diritti dei lavoratori.Un rapporto di Amnesty International del marzo di quest’anno ha rilevato che lo sfruttamento nel settore della sicurezza privata era all’ordine del giorno in Qatar. Per molti lavoratori spinti dal bisogno la paga, per quanto esigua, è comunque più alta di quello che guadagnerebbero nel loro paese.

 

 

 

 

 

 

 

L’International Building and Wood Workers’ International, un sindacato che ha lavorato in collaborazione con le autorità del Qatar per migliorare i diritti dei lavoratori nel paese, ritiene che non vi sia alcun segno di un cambiamento sostenibile per i lavoratori migranti. L’amministratore delegato dell’Al Nasr Star Group ha confermato che le guardie lavorano su turni di 12 ore, ma ha precisato che hanno due ore di pausa al giorno e un giorno libero alla settimana ma secondo quanto riportato l’azienda non ha risposto alle ripetute richieste di risposta scritta alle accuse rivolte al Guardian dai suoi dipendenti né ha fornito informazioni sulla retribuzione delle guardie di sicurezza che lavorano ad Al Bidda.

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home