Connect with us

home

Serie A: i top attaccanti, tra sorprese e certezze. Chi ha fatto l’exploit?

Tra i migliori e più prolifici attaccanti della nostra serie A, figurano delle belle sorprese, che hanno incantato a suon di belle prestazioni e innescando anche gol talvolta inaspettati.

 

Tra le certezze che si confermano di anno in anno figurano Osimhen, capocannoniere dell’intero campionato, nonché bomber e trascinatore che ha indotto il bel gioco insieme ai suoi compagni.

Lautaro Martinez con 7 gol all’attivo ha fatto la spalla di Dzeko, anche lui sfornando prestazioni eccellenti a 36 anni suonati.

 

Un’altra ormai consolidata certezza è rappresentata da Dusan Vlahovic, che nonostante le tante recenti partite saltate, ha messo a segno 6 reti, in 10 partite disputate, non male per un bottino povero di match totalizzato.

 

Passiamo alle sorprese: Arnautovic vero leader del Bologna con 8 gol, dopo aver sprofondato in classifica e col cambio di guardia in panchina, l’austriaco ha dato un apporto significativo in zona gol, facendo resuscitare i rossoblù dalla zona retrocessione e portandoli al 10^ posto.

 

La sorprendente rivelazione corrisponde al nome di Ademola Lookman, sinonimo di sprint, velocità, freschezza e per concludere il quadro anche caparbio in zona gol: un misto di elementi che accomunano le doti del nigeriano, prelevato dall’Atalanta in estate dal Lipsia, con propositi sicuramente bassi, ed è stata la vera sorpresa lanciata da Gasperini, che in lui ci ha subito visto l’occhio della tigre.

 

Un altro giocatore da menzionare in questa lista è quello di Mbala Nzola. Il centravanti angolano con 7 reti in archivio in 15 giornate, può davvero essere il simbolo e l’elemento chiave in grado di far uscire definitivamente lo Spezia dalla zona retrocessione, se dovesse continuare sulla scia dei gol.

 

I due giocatori che hanno maggiormente impressionato si somigliano in maniera particolare per dribbling e bellezza del calcio che attuano, ovvero Rafael Leao e Kvicha Kvaratskhelia.

 

Il primo nonostante la giovane età è ormai un uomo chiave dello scacchiere di Stefano Pioli da due anni, la vera freccia sulla fascia sinistra, vincitore dell’ultimo premio come miglior giocatore della passata serie A e inoltre è stato insignito del titolo di miglior calciatore portoghese del mese all’estero e peraltro è il primo a vincere il premio per due volte. 6 gol in cassaforte per il portoghese in questo inizio di stagione.

 

 

Il profilo sconosciuto solo appena 4 mesi fa, quando il Napoli lo prelevò dal suo paese d’origine, precisamente dalla Dinamo Batumi, corrisponde al gioiello del Napoli Kvicha Kvaratskhelia.

 

È diventato in soli tre mesi l’idolo dei napoletani, tanto da attribuirgli lo pseudonimo di Kvaradona. A suon di brillanti e piacevoli giocate ha incantato anche il mondo intero, posizionandolo tra i migliori prospetti e realtà del calcio europeo. I partenopei intanto se lo coccolano e pensano al rinnovo contrattuale, cautalandosi in anticipo. Anche per lui 6 gol in 12 partite giocate, una dose di gol ampia per non essere un centravanti.

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home