Connect with us

home

Il diavolo torna a ruggire allo scadere: un autogol sfortunato di Milenkovic riporta Pioli al secondo posto

Il Milan batte la Fiorentina per 2-1, trovando il gol vittoria nel recupero.

Leao a freddo, poi Barak. Più palo e gol tolto sulla linea
Italiano perde il grande ex Bonaventura nel pre-partita e lo rimpiazza con Barak. Neanche il tempo di mettersi comodi che il Milan è già in vantaggio: Giroud apre un’autostrada, Leao la percorre a duecento all’ora e batte Terracciano in diagonale per l’1-0 dopo appena 92 secondi. La Fiorentina non si disunisce nonostante perda un altra pedina per infortunio (Dodo, sostituito da Venuti) e organizza la risposta: prima va vicinissima al pareggio con Biraghi, fermato dal palo e dai guantoni di Tatarusanu, poi lo trova con Barak che sfrutta anche una deviazione di Thiaw per gonfiare la rete e fare 1-1. Poco dopo qualche timida protesta della Fiorentina per un intervento di Kalulu su Biraghi, che l’arbitro Sozza però giudica regolare. Il Diavolo dopo aver incassato la delusione, risponde e nel finale di tempo ha due palle gol con Tonali e sopratutto con Diaz, il cui scavino a botta sicura è salvato sulla linea da Venuti. Squadre negli spogliatoi in parità.

Stallo fino all’episodio decisivo (e contestato) nel recupero
Riordinate le idee, il Milan comincia il secondo tempo attaccando e costringendo la Fiorentina a una ventina di minuti di fase difensiva quasi pura. Dove non arriva la retroguardia ospite, c’è Terracciano come su Giroud prima e su Leao poi. Al quarto d’ora della ripresa, altre proteste dei toscani: Tomori scivola su Ikone, rischiando qualcosa nell’intervento. Sozza dice tutto regolare, il VAR non interviene. Il secondo tempo è decisamente meno intenso e ricco di occasioni del primo, sopravanzata la metà per poco Kalulu non sorprende Tatarusanu per anticipare Jovic (nel frattempo entrato al posto di Cabral), trovando però attento il proprio portiere. Una chance ghiottissima per parte prima del novantesimo: Leao non è cinico, Tomori fondamentale a salvare su Ikone. Nel recupero, l’episodio che decide il match: su un cross di Vranckx, a vuoto Terracciano ostacolato da Rebic e palla che sbatte su Milenkovic prima di entrare in rete. Proteste viola, ma Sozza non riceve suggerimenti dal VAR e convalida. Il Milan, con una certa fatica, vince l’ultima partita del suo 2022 e si riporta a -8 dalla capolista Napoli.

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home