Connect with us

home

Torino – Milan, le pagelle: Leao irriconoscibile, si salva solo Tonali

Le pagelle di Torino-Milan: Leao non era Leao, irriconoscibile il portoghese. Si salva solo Tonali, unica nota buona in mezzo al buio.

TORINO

Milinkovic-Savic 4: è incredibile quello che combina sul gol di Messias. Va all’avventura sulla trequarti, lasciando la propria porta sguarnita nonostante ci fosse Buongiorno in netto vantaggio sull’avversario. Errore gravissimo.

Djidji 7,5: è uno dei giocatori del Torino che sotto la gestione Juric è cresciuto maggiormente e questo’oggi si è tolto anche la soddisfazione di segnare la sua prima rete in maglia granata. Un gol dall’elevato peso specifico perché permette al Toro di sbloccare il risultato. Il difensore francese è perfetto anche in fase difensiva dove non sbaglia nulla.

Schuurs 7: oramai al centro della difesa è insostituibile e anche contro il Milan sfodera un’ottima prestazione. Davanti alla difesa è un vero e proprio muro che gli attaccanti rossoneri non riescono praticamente mai a sfondare.

(Dal 31’ s.t. Zima: sv)

Buongiorno 5,5: tra i difensori del Torino è quello che soffre maggiormente gli attaccanti del Milan. E’ lui anche a perdere il pallone poi scagliato in rete da Messias ma nell’occasione il pasticcio più grade lo campione Milinkovic-Savic, che lascia la porta sguarnita, e Abisso, che non fischia il fallo.

(Dal 28’ s.t. Rodriguez 6: nel finale fa valere tutta la sua esperienza)

Singo 6: non ha iniziato nel migliore dei modi la stagione, tanto da aver perso il posto da titolare in favore di Aina. Con il nigeriano infortunato Juric lo ha riproposto in campo e l’ivoriano ha sfruttato bene la propria occasione: sempre attento soprattutto nel convulso finale.

Ricci 6,5: con lui in campo è sempre un altro Toro e anche questa sera si vede quanto il numero 28 sia importante per gli equilibri della squadra granata. Gioca un gran partita in mezzo al campo, non facendosi intimorire dagli avversari.
(Dal 39’ s.t. Linetty: sv)

Lukic 6: inizia male la partita, regalando un pallone a Diaz. Dall’erorre si riprende però in fretta e il suo finale è in crescendo: recupera diversi palloni in mezzo al campo e gestisce bene quelli che gioca.

Lazaro 7: ha vinto il ballottaggio sulla fascia sinistra con Lazaro. Quella di Juric è stata una scelta azzeccata: l’austriaco ha macinato diversi chilometri sulla corsia laterale e ha anche pennellato la punizione per la testa di Djidji.

Miranchuk 7: Juric una settimana fa gli aveva chiesto di essere più incisivo, il trequartista russo ha risposto presente sul campo: prima l’assist per Aina a Udine, poi il gol al Milan con un diagonale preciso su cui non ha potuto nulla Tatarusanu.

(Dal 39’ s.t. Adopo: sv)

Vlasic 7: è il giocatore con maggiori qualità tecniche nel Torino e lo dimostra anche questa sera ogni volta che ha la palla tra i piedi. Suo anche il colpo di tacco che libera Miranchuk nell’azione del momentaneo 2-0 del Torino.

Pellegri 6,5: ha voglia di mettersi in mostra e prendersi anche una rivincita contro quel Milan che lo scorso gennaio lo ha lasciato andare. Lotta, fa a sportellate con i difensori avversari e riesce spesso anche a vincere i duelli. Generosissimo.

(Dal 28’ s.t. Karamoh 6,5: corre tantissimo nel quarto d’ora a disposizione)

All. Juric 7: il suo Toro gioca senza alcun timore contro i campioni d’Italia in carica, attacca con diversi uomini e sfrutta al meglio anche le occasioni che ha per segnare. E’ la prima volta che batte una grande da quando siede sulla panchina del Torino.
MILAN

Tatarusanu 5: non da mai una sensazione di sicurezza ai compagni di reparto. Incerto nelle uscite.

Kalulu 5: rimane a guardare Djidji in occasione del gol. Serata da dimenticare per il francese. (Dal 1’ st Dest 5: troppo individualista, spreca l’ultimo pallone della gara cercando una improbabile serpentina)

Gabbia 5: in balia degli avverarsi.

Tomori 5: non é sicuro come nella scorsa stagione. Troppi errori.

Theo 5: praticamente nullo in fase offensiva. Prestazione pigra per il francese.

Tonali 6: l’unico a metterci lo spirito giusto, al netto di qualche errore tecnico di troppo. (Dal 25’ st Bennacer 5: entra nel momento più delicato della partita e finisce per sbagliare tanto anche lui)

Pobega 5: sempre in ritardo sul portatore di palla avversario. Non non filtro e non riesce a farsi vedere nell’area avversaria. Male

Messias 5,5: il gol, viziato da una spinta su Buongiorno, non può bastare per arrivare alla sufficienza. Sbaglia tanto dal punto di vista tecnico.(Dal 32’ st Giroud s.v)

Brahim Diaz 5,5: inizio di gara molto promettente con due verticalizzazioni perfette che mettono Leão nella condizione di calciare in porta. Con il passare dei minuti viene sovrastato dalla fisicità dei centrocampisti granata.   (Dal 1’ st De Ketelaere 5: un colpo di tacco inutile a centrocampo e poco altro)

Leao 4,5: probabilmente la sua peggiore prestazione in rossonero, sicuramente in questa stagione. Si divora due occasioni da gol clamoroso con il solo Milinkovic-Savic davanti. Pioli lo cambia a sorpresa all’intervallo (Dal 1’ st Rebic 5: doveva dare forza e caparbietà ma in realtà combina molto poco)

Origi 4,5: non tiene mai il pallone per fare salire la squadra, perde tutti i duelli, poco al servizio della squadra. E finisce la partita con zero tiri in porta.

Pioli 5: questa sera da la sensazione di pensare troppo al Salisburgo e viene punito. Cambiare Leão a fine primo tempo è stata una scelta coraggiosa ma sbagliata.

Click to comment

Rispondi

Serie A


Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

RSS Dal mondo

More in home