Connect with us

calcio estero

Ajax, alla scoperta dell’allenatore Schreuder e del suo modulo

Oggi andremo alla scoperta di un avversaria nel girone di Champions del Napoli.

L’Ajax in campionato arriva da 4 vittorie consecutive.

Un bel rollino di marcia avendo battuto alla prima giornata il Fortuna Sittard per 3 a 2.

Andarono a segno Taylor K, Rensch e Brobbey con assist e uno A Santos.

Nella seconda giornata una vittoria per 6 a 1 con Groningen con tripletta di Bergwijn e un goal per Taylor K., A Santos e Berghuis su rigore. Gli assist sempre di Rensch, A Taylor, Brobbey, Dusan Tadic e Alvarez.

Nella terza giornata basta un solo goal di Bergwijn con assist di Blind per stendere lo Sparta Rotterdam.

La quarta vittoria contro l’Utrecht per 2 a 0 grazie a Brobbey e Berghuis. Quest’ultimo assist per il compagno mentre il secondo di Alvarez.

Nella quinta di campionato stendono 4-0 il Cambur.

Tutto facile per la squadra di Schreuder con la doppietta di Bergwjin e le reti di Rensch e Kudus che va al comando solitario in classifica.

Ora vi faremo conoscere l’allenatore e il suo modulo.

Schreuder ha firmato un contratto biennale che terminerà il 30 giugno 2024. L’accordo prevede un’opzione per una terza stagione.

Schreuder,clssse 72,in precedenza è stato assistente dell’attuale allenatore Erik Ten Hag dal gennaio 2018 al 2019.

Da giocatore ha militato nella Eredivisie e nella First Division, vincendo una volta il campionato in entrambe le competizioni.

L’ex centrocampista ha vinto anche la Johan Cruijff Schaal e la KNVB-cup una volta.

Nel gennaio 2009, Schreuder ha deciso di ritirarsi dal calcio giocato ed è diventato assistente allenatore del Vitesse.

Dopo sei mesi è tornato all’FC Twente.

Nel suo primo anno come allenatore in seconda di questo club ha vinto la Johan Cruijff Schaal e anche il campionato olandese.

Nel 2011 ha vinto di nuovo la Johan Cruijff Schaal e la Coppa KNVB.

Nella stagione 2014/2015 è diventato allenatore dell’FC Twente.

Successivamente è stato assistente del TSG 1899 Hoffenheim, prima di diventare assistente di Erik ten Hag all’Ajax nel gennaio 2018.


Con l’Ajax ha vinto il double nel 2018/2019 e ha raggiunto le semifinali di Champions League.

È poi tornato all’Hoffenheim come capo allenatore, ma in seguito è diventato assistente di Ronald Koeman al Barcellona.

Nel Bruges ha vinto il campionato grazie ai 16 gol dell’olandese Noa Lang, scuola Ajax, che per questo motivo Schreuder conosce bene.

In squadra ci sono pure un altro olandese, Bas Dost (ex Sporting), l’ex spezzino Okereke oggi al Venezia e Denswil, in prestito dal Bologna.

Dal Bologna a gennaio è arrivato pure danese Skov Olsen e Schreuder riesce a conquistare il titolo nazionale.

Una cavalcata intensa, durata poco: è in Belgio da gennaio ma già sa di doversene andare. Direzione Ajax per la seconda volta.

Allenatore molto preparato a livello tattico avendo fatto da assistente a R. Koeman e Erik ten Hag.

Il modulo utilizzato è il 4-2-3-1 (largo).

Il pressing viene effettuato dal primo controllo degli avversari con la prima punta.

La copertura di campo della marcatura è in 70 metri con la costruzione lenta e gli inserimenti offensivi.

La marcatura a uomo con le sovrapposizioni dei terzini con gli esterni in attacco pronti a rientrare in difesa in fase difensiva.

Il centravanti rimane alto per far salire la squadra.

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in calcio estero