Connect with us

home

Serie A: si riparte! Cosa aspettarci dalla prossima giornata di campionato

Si riparte.

E sarà tutta una tirata fino al mondiale. Chi gioca in Europa farà 12 partite in 42 giorni. Chi non le fa solo, si fa per dire, 8!

Ci dobbiamo aspettare di tutti. Infortuni e piccole crisi potrebbero avere un impatto devastante sul campionato. In questa fase qualcuno potrebbe rovinare completamente un campionato o lanciarsi verso obiettivi inaspettati.

Si comincia con alcune partite interessantissime.

Il Napoli, capolista, riprende col Torino al Maradona. La squadra di Juric è quadrata e ostica per definizione. Sarà una bella prova per Spalletti e i suoi.

L’altra capolista è la squadra più attesa in questa fase di stagione perchè senza coppe: l’Atalanta! Affronta la Fiorentina. Che nella prima parte ha faticato più del previsto ad assorbire il doppio impegno. La squadra del Gasp ha parecchie assenze. Sarà un match chiave.

Il match clou è a San Siro dove si incontrano Inter e Roma. Per i nerazzurri potrebbe aprirsi una vera e propria crisi. Per Mou, squalificato, sarà un test fondamentale per misurare la sua squadra con l’alta classifica.

La Juventus ha l’obbligo dei tre punti in casa contro il Bologna. E sarebbe necessario esprimendo anche un gioco migliore di quello visto ultimamente. Dall’altra parte capiremo quanto il Bologna avrà metabolizzato i dettami di Thiago Motta. E’ una partita trappola per i bianconeri. Se la vincono nessuno si esalterà, se non la vincono scoppia il finimondo

Stesso tipo di pericolo anche per Milan e Lazio che affrontano Empoli in trasferta e Spezia in casa. L’obbligo dei tre punti c’è per entrambe.

Sfide da tripla invece quelle fra Sassuolo e Salernitana e Verona e Udinese.

Nella prima si affrontano due squadre che hanno avuto storie diverse in questo inizio di stagione, ma che devono entrambe capire da che parte della classifica stare. L’idea di giocarsela però le accomuna.

Nella seconda l’Udinese di Sottil affronta il passato Cioffi, che sta avendo difficoltà a esprimere quanto di buono aveva fatto in Friuli. L’Udinese vuole continuare a sognare. Per le squadre rivelazioni di inizio stagione spesso la sosta è uno spartiacque per ritornare un pochino alla normalità. Vedremo se l’Udinese saprà superare questo scoglio psicologico

E poi ci sono le due sfide di bassa classifica che sebbene si sia solo all’ottava giornata e si tenda a non guardare la classifica fra qualche mese potrebbero risultare a posteriori più pesanti di quello che sembrano ora

Lecce- Cremonese e Sampdoria-Monza sono due match che potrebbero essere fondamentali, specie per chi le dovesse perdere e vedere quelle davanti scappare un po’. Giocare con la paura non fa mai bene.

chimico, appassionato di calcio, di tattiche e statistiche

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home