Connect with us

home

Tour de force: 12 partite in un mese e mezzo per le sette in Europa. E l’Atalanta ride

12 partite in 44 giorni. Questo dice il calendario per le sette squadre impegnate nelle coppe.

Dal 1 ottobre al giorno 13 novembre, ultima di campionato prima della sosta mondiale si giocherà sempre o quasi ogni tre giorni.

Una fetta importante di campionato si gioca in questi 42 giorni. Una crisi adesso potrebbe tagliare fuori dalla lotta scudetto o dai propri obiettivi una di queste sette squadre in maniera praticamente irrecuperabile.

Inoltre si chiuderanno i gironi delle tre competizioni europee e alla fine di questo tour de force sapremo chi andrà avanti e chi no.

In questi termini, visto l’inizio di stagione già in salita si giocano molto Inter, Juventus per la zona scudetto. Proseguire su questa falsariga metterebbe seriamente a rischio la possibilità di lottare con le altre pretendenti al titolo. Inoltre anche la loro posizione in Champions è tutt’altro che rosea. L’Inter dovrà sudare come era preventivabile già dal sorteggio; la Juventus si è complicata la vita e non può più permettersi neanche un passo falso.

Lo scontro diretto del 6 novembre è sicuramente un crocevia importante per la stagione.

Milan e Napoli invece hanno iniziato meglio. Il Napoli è avanti in classifica e il Milan a parte la sconfitta proprio con i partenopei ha dato ottime impressioni. Entrambe sono messe bene o molto bene in Champions e con una striscia di risultati positivi nelle prossime partite europee potrebbero anche permettersi di fare un po’ di turn over nell’ultimo turno.

In campionato hanno un calendario teoricamente più agevole di Inter e Juventus. Se non commettono passi falsi hanno l’opportunità di guadagnare qualche punto sulle rivali.

Le romane invece, come sempre accade per le squadre impegnate in Europa League dovranno sobbarcarsi alcune trasferte complicare il giovedi sera ed essendo squadre che tendono a fare meno uso di un massiccio turn over potrebbero avere qualche problema di fiato corto in più.

Calendario non facilissimo per la squadra di Mourinho, che se la dovranno vedere con Inter e Napoli; ma neanche Sarri sta benone con Fiorentina e Juventus. Per entrambi il derby di Novembre. E una qualificazione alle fasi ad eliminazione diretta di Europa League tutta da conquistare.

Inizio con qualche difficoltà invece per la Fiorentina che dovrà ridare un po’ di continuità al suo cammino per approdare alla fase successiva in Conference League e che dovrà riconnettersi alle zone europee da cui ora dista qualche punto. Il calendario non è facile: alla ripresa Atalanta e Lazio, poi fra fine ottobre e la chiusura pre sosta le milanesi. Ci sarà da faticare.

E poi c’è l’Atalanta. Attenzione. E’ già davanti insieme al Napoli. E nello stesso periodo giocherà 4 partite in meno delle avversarie. Non ha coppe per la testa. Ha più tempo per rifiatare fra una partita e l’altra. Farà meno viaggi e più allenamenti e potrà recuperare alcuni giocatori infortunati.

Un’Atalanta in testa alla sosta premondiale è tutt’altro che una follia.

chimico, appassionato di calcio, di tattiche e statistiche

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home