Connect with us

home

Accade oggi,il 7 agosto nasce Eddie Firmani

Edwin Ronald Firmani, detto Eddie nasce a Città del Capo, il 7 agosto 1933.

E’ un ex allenatore di calcio ed ex attaccante sudafricano naturalizzato italiano.


Da giocatore ha speso la maggior parte della sua carriera tra Inghilterra e Italia.

Da allenatore ha guidato, tra le altre, il New York Cosmos di Pelé, Beckenbauer e Chinaglia nella NASL.


Nipote di un italiano emigrato in Sudafrica, dopo aver iniziato nel Cape Town Clyde FC, club di Città del Capo, si trasferisce nel calcio professionistico inglese, vestendo per cinque stagioni la maglia del Charlton.


Nel 1955 arriva in Italia nelle file della Sampdoria.

In blucerchiato rimane tre stagioni segnando 52 reti e raggiungendo l’apice nell’ultima stagione, il 1957-1958, con 23 reti, dietro solo allo juventino John Charles.


Nel 1958 la Sampdoria, dietro un congruo compenso e il passaggio del difensore Guido Vincenzi, cede Firmani all’Inter.

In nerazzurro rimane tre stagioni collezionando 103 presenze realizzando 69 goal.

Nel corso della prima stagione milanese forma una coppia d’eccellenza con Antonio Valentín Angelillo, segnando 20 reti che, con le 33 dell’argentino, fanno 53 in due: un record mai superato.


Nel 1961 passa al Genoa, scendendo tra i cadetti per riportare il Grifone in Serie A. La stagione successiva con il Genoa l’ultima stagione in Italia, riuscendo a mantenere i rossoblu nel massimo campionato.


Rientra quindi in Inghilterra nella sua precedente squadra, il Charlton, nel frattempo retrocesso nella serie cadetta.


Dal 1965 al 1967 gioca in terza divisione, nel Southend Utd.

Successivamente ritorna, da giocatore-allenatore, ancora una volta al Charlton, chiudendo con il calcio giocato nel 1968.


Nel 1975, allenando il Tampa Bay Rowdies nella North American Soccer League, scende in campo, collezionando così una presenza.


Grazie al suo status di oriundo in quanto italo-sudafricano, Firmani viene utilizzato dalla nazionale azzurra 3 volte, collezionando 2 reti tra il 1956 e il 1958.


Dal 1967 Firmani svolge già il ruolo di giocatore-allenatore e, chiusa la carriera agonistica, intraprende quella di manager nel Charlton nel campionato cadetto inglese.


Nel 1970 il club retrocede in terza divisione e Firmani medita di iniziare una nuova avventura che lo porta in Nord America.


È così che nel 1975 entra a far parte della NASL accettando di guidare il Tampa Bay Rowdies, il neonato club della Florida.

L’esordio è un successo, poiché nell’anno della fondazione il club centra subito la vittoria del campionato.

Firmani colleziona anche una presenza da giocatore.


Nel 1977 viene chiamato a New York a guidare il Cosmos, nelle cui file militano giocatori come Pelé, Beckenbauer, Carlos Alberto, Giorgio Chinaglia e Vladislav Bogićević.

Anche a New York centra l’obiettivo, vincendo il titolo per due volte consecutive in tre stagioni.


Chiusa l’esperienza con il Cosmos nel giugno 1979, viene chiamato alla guida dei N.J. Americans, franchigia dell’American Soccer League, firmando un contratto fino al 1982.

Il presidente della ASL Craig Helfricht definì l’ingaggio di Firmani un “momento storico della lega”.


Chiusa l’esperienza agli Americans, Firmani venne ingaggiato dal Philadelphia Fury.

Il club in seguito entra in crisi di pubblico e di risultati venne sciolto.

La franchigia viene comunque acquistata, per l’anno successivo, da Molson Breweries trasferendo il club a Montréal, dove prende il nome di Montréal Manic.

Firmani fù confermato allenatore fino al 1982.


Nel 1983 guida i canadesi dell’Inter Montréal, impegnati nel campionato CPSL, che però falliscono nel corso del torneo.


Nel 1984 ritorna a guidare il New York Cosmos ma sia il club sia tutta la struttura del campionato nordamericano sono in crisi.

Così la stagione 1984 sarà l’ultima della NASL.


Nel 1990, durante la prima guerra del Golfo, Firmani, che allenava in Kuwait, viene fatto prigioniero e trascinato a Baghdad.

Viene liberato dopo tre mesi di trattative.

Nel 1993 ritorna a Montréal, guidando l’Impact de Montréal nel loro primo campionato APSL.

Nel 1996 torna a New York per allenare il N.Y./N.J. MetroStars.


In Carriera da giocatore vince 1 campionato di Serie B con il Genoa nella stagione 1961/62


1 Campionato NASL e 1 Tampa Bay Rowdies nel 1975


A livello Individuale diventa Capocannoniere della Coppa Italia 1958-1959 con 8 goal.


Da Allenatore vince 3 Campionati NASL

1 Tampa Bay Rowdies: 1975 2 con il New York Cosmos: 1977, 1978
3 Eastern Division 1 con il Tampa Bay Rowdies: 1975 e due con il N.Y Cosmos: 1978, 1979

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home