Connect with us

home

Accade oggi, il 5 agosto del 1995 nasce Stefano Sensi

Oggi volevamo fare gli auguri a Stefano Sensi. Giocatore con qualche fragilità di tipo muscolare che lo hanno condizionato il rendimento.

Stefano Sensi nasce ad Urbino il 5 agosto del 1995. E’ un centrocampista del Monza, in prestito dall’Inter e della nazionale italiana.

E’ un centrocampista del Monza, in prestito dall’Inter e della nazionale italiana.

Inizia a giocare a calcio a 6 anni nelle giovanili dell’Urbania.

Nel 2007 passa alle giovanili del Rimini, dove rimane fino alla mancata iscrizione della società al successivo campionato nel 2010.

Va a giocare nel Cesena, con il quale arriva a giocare in Primavera nelle stagioni 2011/12 e 2012/13.

A luglio 2013 va a giocare in prestito al San Marino, in Lega Pro Prima Divisione.


Il prestito viene confermato anche per la stagione successiva, in cui gioca 33 volte segnando 8 reti ma conclusa con la retrocessione in Serie D.


Dopo due stagioni in prestito, nell’estate 2015 ritorna al Cesena militante in Serie B.


Nell’estate 2016 arriva al Sassuolo. Esordisce il 4 agosto nel ritorno del 3º turno di qualificazione di Europa League contro il Lucerna, vinto per 3-0.

Esordisce in Serie A il 21 agosto 2016, a 21 anni.

La stagione successiva complice problemi fisici disputa 17 gare in campionato segnando 2 gol.



Il 2 luglio 2019 viene ceduto in prestito oneroso da 5 milioni all’Inter.

Il 17 settembre esordisce in Champions League, nella partita della fase a gironi contro lo Slavia Praga pareggiata per 1-1.

Nel corso della stagione è vittima di vari infortuni che ne condizionano le prestazioni.

Durante la prima partita della stagione si infortunia di nuovo.

Al termine della stagione, viene riscattato.


All’inizio della stagione seguente, un problema muscolare rimediato in nazionale lo tiene fuori per un mese e ritorna a giocare da fine novembre.

Tuttavia non riesce a ritrovare la continuità, dato che a gennaio un problema al polpaccio e una ricaduta per affaticamento muscolare.

Torna a giocare con l’Inter il 7 aprile in Inter-Sassuolo e nel giorno della festa per la vittoria dello scudetto esce dal campo per l’ennesimo infortunio.


Tornato in campo all’inizio del campionato 2021-2022, il 12 settembre si infortuna nuovamente contro la Sampdoria riportando una distrazione al legamento collaterale mediale del ginocchio destro.

Il 12 gennaio 2022, pur non giocando, vince il suo secondo trofeo con l’Inter, la Supercoppa italiana, battendo per 2-1 la Juventus dopo i tempi supplementari.


Il 29 gennaio 2022 viene ceduto in prestito alla Sampdoria. Segna una sola rete prima di far ritorno all’Inter.


Il 2 luglio 2022 si trasferisce al neopromosso Monza con la stessa formula.

In nazionale nel 2012 disputa un’amichevole con l’Under-17, mentre nel 2015 gioca tre partite con l’Under-20 nel Torneo Quattro Nazioni.


Nel marzo 2016 viene convocato in Under-21 per le sfide di qualificazione all’Europeo .


Nel novembre 2018 riceve la sua prima convocazione in nazionale maggiore ad opera del CT Roberto Mancini.

Fa il suo esordio il 20 novembre 2018, a 23 anni, giocando titolare nella partita amichevole contro gli Stati Uniti vinta 1-0 .

Il 26 marzo 2019 gioca titolare nella partita valida per le qualificazioni all’Europeo 2020 vinta 6-0 contro il Liechtenstein, in cui realizza il suo primo gol in maglia azzurra.

Nonostante l’infortunio riportato in campionato il 23 maggio 2021, viene confermato nella lista dei 26 convocati definitivi per l’Europeo.


Il 3 giugno un risentimento muscolare agli adduttori, lo costringe a rinunciare alla manifestazione e viene sostituito da Matteo Pessina.

Click to comment

Rispondi




Serie A





I nostri partner…




Seguici anche su Radio Momenti di Calcio




Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi




Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home