Connect with us

home

Gnonto, una freccia “Mancini” nel nuovo arco azzurro

Roberto Mancini, dopo le ultime delusioni, ha riprovato  con i giovani a ridisegnare la Nazionale.

Al 25 del secondo tempo contro l’ostica rivale Germania, non  è mancato il coraggio al tecnico di Jesi di mandare in campo, al posto di Politano, il 18 enne piemontese di Verbania, ma di origine ivoriane, Willy Gnonto, scuola Inter

La mossa per poco non è risultata vincente. Nello spazio di sei minuti infatti, il ragazzino è stato protagonista di una stupenda e veloce corsa sulla destra che ha permesso a Pellegrini, solo in area di rigore, di portare in vantaggio gli azzurri. Peccato che il risultato sia poi cambiato con il pareggio immediato dei tedeschi.

“Mo godo il momento ed ogni allenamento.  Essere qui è un onore e un privilegio. Sapevo che Kehrer era ammonito e quindi non ho pensato altro che a puntarlo, superalo in corsa. La palla che ho messo  per i portieri e i difensori è la più difficile – ha detto Gnonto,intervistato da RaiSport.

Gnonto poi si è soffermato a raccontare sul suo trasferimento dall’Inter, società con la quale è cresciuto, allo Zurigo, club con il quale ha vinto un campionato: ” A questa età bisogna giocare ed io ho preso un grande rischio, lasciando l’Inter, che era casa mia. Per questo devo ringraziare anche i miei genitori e il mio procuratore.

Poi gli è stato chiesto chi fosse il suo giocatore modello.

Gnonto ha risposto: ” Penso che Sterling sia un giocatore di livello mondiale. E ‘duttile ed  efficace nelle sue giocate. E quello che provo a fare anch’io, giocando in tutte le posizioni d’attacco” – ha concluso il calciatore.

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home