Connect with us

home

Serie A, favori e torti arbitrali: ecco come sarebbe la classifica finale senza errori arbitrali

Cala il sipario sul campionato di serie A e si chiude anche la classifica senza errori arbitrali. Quali i verdetti? Il Milan avrebbe vinto comunque lo Scudetto anzi i rossoneri sono stati piuttosto tartassati quest’anno, in cui avrebbero meritato tre punti in più.

Il Napoli sarebbe finito secondo al posto dell’Inter, mentre in Champions ci sarebbe andata la Roma davanti ad Atalanta (la squadra più penalizzata di tutte, con sei punti mancanti) e Lazio con la Juve solo settima.

E in coda? Si sarebbe salvato il Genoa, davanti a Cagliari e Salernitana. Ecco la classifica finale di Serie A 2021-2022 senza errori arbitrali, aggiornata al netto di tutte le sviste determinanti dei fischietti, a sinistra c’è quella reale, a destra quella virtuale.

MILAN    86                   MILAN    -3    89
INTER    84                   NAPOLI    -2    81
NAPOLI    79                 INTER    +5    79
JUVENTUS    70            ROMA    -3    66
LAZIO    64                   ATALANTA    -6    65
ROMA    63                   LAZIO     –    64
FIORENTINA    62         JUVENTUS    +8    62
ATALANTA    59       FIORENTINA    +2    60
VERONA    53             TORINO    -4    54
TORINO    50              SASSUOLO    -1    51
SASSUOLO    50        VERONA    +2    51
UDINESE    47           BOLOGNA    -4    50
BOLOGNA    46        UDINESE    +2    45
EMPOLI    41            EMPOLI     –    41
SAMPDORIA    36     SAMPDORIA     –    36
SPEZIA    36           SPEZIA    +4    32
SALERNITANA    31     GENOA    -1    29
CAGLIARI    30         CAGLIARI    +1    29
GENOA    28           SALERNITANA    +2    29
VENEZIA    27         VENEZIA    +7    20


IL REGOLAMENTO – Questa classifica è stilata sulla base di quello che avviene in campo, in occasione di episodi decisivi e che possono determinare direttamente il risultato, come i gol convalidati o annullati, i rigori concessi o non concessi, un’espulsione esagerata o ingiusta a tanti minuti dalla conclusione del match. Non sono considerate le variabili non direttamente determinanti, come i cartellini gialli, i falli veri o presunti avvenuti nell’azione precedente a quella che ha portato a un gol, le rimesse laterali, i corner contestati, un’espulsione contestata in zona Cesarini, ecc. In caso di parità di punti tra due o più squadre, è premiata quella che ha subito più penalizzazioni nell’arco del campionato.

Fonte: Sportevai

Redattore, appassionato di calcio italiano ed estero... Curo e seguo con molta attenzione tutti i migliori campionati esteri.

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home