Connect with us

home

Tifosi dell’Udinese inferociti: i giocatori hanno negato il saluto dopo il match con lo Spezia

Una brutta battuta d’arresto quella dell’Udinese contro lo Spezia nella penultima giornata di Serie A, l’ultima tra le mura amiche della Dacia Arena.

 

Una sconfitta che ha lasciato con l’amaro in bocca l’ambiente bianconero non tanto per quanto accaduto sul campo, ma per il mancato saluto finale della squadra, che non è nemmeno andata sotto la curva a salutare gli ultras, battendo quasi subito in ritirata negli spogliatoi salvo pochi elementi tra i quali si sono segnalati Nuytinck, Silvestri e Pereyra.

I tifosi non hanno preso bene la cosa, anche perché si era ricreato un po’ di entusiasmo dal sapore di vecchi tempi, tanto che la Dacia Arena era piena quasi in ogni ordine di posto per quella che si preannunciava una festa indipendentemente dal risultato.

 

L’augurio dei sostenitori è che magari la squadra saluti in modo compatto i supporters che seguiranno la squadra in quel di Salerno per una partita che, lato friulano, poco ha da dire se non per tre punti che permetterebbero di chiudere l’annata a quota 47 punti. Un bottino che sarebbe comunque il migliore dal lontano 2012/2013 (66 punti).

Per quanto riguarda il discorso campo, l’Udinese stavolta è parsa un po’ troppo leggera difensivamente, con i giocatori impegnati nella fase difensiva che forse sono arrivati con il fiato corto in questa giornata, non dando la stessa solita sensazione di sicurezza.

 

La produzione offensiva è stata invece la solita, sintomo di come ormai Cioffi (discorso rinnovo che sembra ormai in fasi avanzate per lui) abbia cambiato il DNA della squadra. Sembra però mancare qualcosa con l’assenza in contemporanea di Success e Beto, Pussetto infatti è fermo, in queste settimane, al gol di rapina contro l’Inter.

Intanto il calciomercato si avvicina e le voci per i gioielli mostrati quest’anno dall’Udinese iniziano a moltiplicarsi.

 

Come sempre qualche elemento di valore può partire, l’obiettivo però sarà quello di mantenere la struttura creata quest’anno con Cioffi per puntare una volta per tutte alla metà sinistra della classifica, un traguardo che manca da troppo tempo dalle parti friulane.

 

Vedremo cosa accadrà, con uno sguardo anche a Londra per i colpi in entrata, con la retrocessione del Watford che potrebbe portare a qualche nome a sorpresa come accadde con Deulofeu nel mercato estivo 2020.

Fonte: Tuttomercatoweb

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureato in Giurisprudenza presso l'Università Roma Tre

Click to comment

Rispondi




Serie A





I nostri partner…




Seguici anche su Radio Momenti di Calcio




Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi




Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home