Connect with us

home

La Salernitana impatta a Empoli 1-1. Il Venezia è matematicamente in B

L’Empoli blocca la Salernitana sull’1-1 in casa, risultato che comunque significa retrocessione matematica per il Venezia con due giornate da giocare per la squadra di Soncin. Gli azzurri hanno onorato la partita e il campionato giocando una grande gara, con Vicario che è senza dubbio l’MVP e non solo per aver parato il rigore del potenziale 2-1 nella ripresa. La squadra di Nicola ha sbagliato tanto e non è riuscita a trovare lucidamente la continuità all’interno del match. 

Botta e risposta – Parte forte l’Empoli dopo appena due minuti con Cutrone che viene liberato da Pinamonti in area di rigore ma il suo mancino è facile preda di Sepe. La risposta degli ospiti, spinti da migliaia di tifosi arrivati in Toscana, con il solito colpo di testa di Djuric, in questa occasione respinto sulla linea da Parisi. Passa un solo minuto ed è ancora la squadra di Nicola a rendersi pericolosa con Gyomber che di testa su assist da fermo di Verdi, impegna Vicario in una parata aiutata dalla presenza della traversa. Ancora Salernitana al 27′ con una fuga di Fazio che scappa dopo aver anticipato il diretto avversario e poi effettua un tiro cross che Djuric riesce solo a toccare prima dell’intervento di Luperto. L’Empoli però non resta a guardare e al 30′ passa in vantaggio. Asllani trova il corridoio giusto per Cutrone che controlla dentro l’area e poi spara sul primo palo trovando la via dell’1-0. La Salernitana reagisce e preme, con Radovanovic che al 37′ calcia benissimo da 30 metri con la palla che si perde di pochissimo sul fondo. Anche Mazzocchici prova a una manciata di secondi dal 45′ ma la palla finisce alta con il risultato che non si sblocca fino al duplice fischio dell’arbitro.

Ping pong d’occasioni – La ripresa si anima fin dai primi minuti con la Salernitana che lascia spazi per provare a rimettere in piedi la partita e l’Empoli che oltre a difendersi prova ripetutamente a trovare il 2-0. Al 54′ Cutrone si mangia un’occasione clamorosa su ottimo cross da sinistra da parte di Bandinelli, con il colpo di testa che finisce sul fondo da ottima posizione. Un minuto dopo risponde la Salernitana con Bonazzoliappena entrato al posto di Kastanos che tutto solo in area piccola sul secondo palo colpisce a colpo sicuro di testa ma trova l’intervento clamoroso di Vicario capace, con la mano sinistra aperta, di deviare la conclusione della punta granata. L’azione successiva vede di nuovo l’Empoli andare vicino al raddoppio sempre con Cutrone che nonostante l’assist perfetto di Verre perde troppo tempo e conclude forte ma sul palo, graziando Sepe. Le occasioni migliori sono sempre degli azzurri che al 61′ vanno prima alla conclusione con Bandinelli e poi col subentrato Bajramiincontrando però un grande doppio intervento di Sepe che tiene in piedi i suoi. 

Pari e speranza – L’Empoli ha un’altra occasione clamorosa al 69′ con Parisi che non sfrutta un rigore in movimento calciando alta la palla perfetta fornita da Bandinelli da sinistra. La Salernitana però ci crede ancora e al 75′ con Djuric va vicinissimo al gol di testa incontrando un’altra parata fenomenale di Vicario che non contento devia in angolo col piede il tiro ravvicinato di Bonazzoli. Il corner però è quello buono per i granata visto che Vicario sbaglia la prima mezza uscita dell’intera partita permettendo a Radovanovic di alzare il pallone con Bonazzoliche con una bellissima rovesciata segna l’1-1 a un quarto d’ora dalla fine. 

Vicario superman – La Salernitana ci crede e conquista un calcio di rigore che potrebbe cambiare l’esito del suo campionato. M. Coulibaly, entrato da pochi minuti, si butta dentro l’area come un treno su assist di Perotti e Romagnoli lo stende. Massa inizialmente dice di no, ma grazie al video fischia il penalty e dagli 11 metri si presenta proprio Perotti. Il suo tiro però è veramente brutto, a mezza altezza e soprattutto in porta oggi c’è un Vicario che non vuole concedere niente agli avversari e la parata che compie sull’argentino è l’ennesima della sua partita strepitosa. È l’ultima vera occasione prima di venti minuti di contropiedi sprecati e piccole occasioni neutralizzate dalle rispettive difese anche se La Mantia all’ultimo secondo è andato vicino al gol con un’acrobazia spettacolare ma imprecisa. Il Venezia retrocede dopo questo pareggio spettacolare, la Salernitana dovrà aspettare fino all’ultima giornata per capire se riuscirà a salvarsi oppure no, l’Empoli si gode la salvezza già raggiunta festeggiando con i propri tifosi al Castellani.

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureato in Giurisprudenza presso l'Università Roma Tre

Click to comment

Rispondi






Serie A








I nostri partner…







Seguici anche su Radio Momenti di Calcio







Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi







Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home