Connect with us

home

Atalanta, Gasperini preoccupato: “Resto? Non decido io”

 “È una riflessione normale, che si fa. Io lavoro per l’Atalanta e se si ripartirà, come spero, sarò con un rinnovato entusiasmo. Ma queste decisioni non le prendiamo noi allenatori. Speriamo di non perdere altre partite o mi cacciano anche. Conta sempre dopo, il passato, lo sai benissimo… Ho messo la maschera, oggi non ero così tranquillo”.

Il suo ciclo non è finito? “Bisogna anche capire. Se l’Atalanta deve vincere, come ci è stato chiesto anche quest’anno. Ora è cambiata proprietà e succedono cose straordinarie. La cosa più probabile da vincere è la Coppa Italia. Difficile lo Scudetto, la Champions o l’Europa League. Noi abbiamo ottenuto i migliori successi, all’estero siamo conosciuti. Io farei la firma per continuare ad avere risultati così. Non c’è limite al meglio, non c’è limite al peggio. Oggi siamo settimi? Siamo ancora lì a giocarci qualcosa. Il secondo anno era una cosa straordinaria. Adesso bisogna riflettere”. Queste le parole di Gasperini a Dazn dopo il pareggio nel finale con la Salernitana.

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home