Connect with us

Calciomercato

La Serie A in crisi economica, tra rinnovi in bilico e conti in rosso

La Serie A si ritrova in piena crisi dopo la pandemia Covid 19 e i grandi club fanno fatica a trattenere i loro talenti migliori

Non è tutto oro quel che luccica in casa Milan. La testa della classifica conquistata nell’ultima giornata non fa altro che nascondere alcuni problemi della squadra rossonera che sono però gli stessi di tantissimi altri club di calcio, un mondo che deve fare le spese con la crisi economica scatenata dalla pandemia. 

“Lo sport, così come il gambling, è stato tra i settori più colpiti dalle restrizioni, dai lockdown e dalle misure di contenimento del virus – spiegano gli esperti di GamingReport.it, blog specializzatonel gioco online – e necessitano degli stessi aiuti e sostegni degli altri settori”.

In particolare a tenere banco in casa Milan è il rinnovo del fuoriclasse Zlatan Ibrahimovic, da tempo ai box per una brutta infiammazione al tendine d’Achille, che lo tiene lontano dai campi dal 23 gennaio. Su di lui si sono iniziate a generare chiacchiere e discussioni di ogni tipo, divise tra possibilità di rinnovo annuale epossibilità di ritiro. “Ibra sa e non finge sulla sua situazione e quello che potrebbe essere l’accordo col Milan – ha spiegato il responsabile dell’area tecnica dei Diavoli, Paolo Maldini – Se non sarà in grado di andare avanti, sarà lui stesso a dire smetto. Lui al momento vuole continuare. Zlatan non sarà mai un peso per questa squadra, ma sempre una risorsa. Abbiamo un rapporto stupendo”.

Una questione che si unisce inestricabilmente con la questione bilancio. I conti delle società italiane sono da tempo in rosso, visto che ormai da qualche anno devono fare a meno degli introiti che arrivavano dal settore del gambling.

Le proiezioni future spiegano infatti come il segmento delle scommesse sportive sia destinato a crescere del 6.3% l’anno, più del doppio rispetto all’intera filiera. “Il gioco online crescerà tantissimo – confermano gli esperti di Gaming Report – e lo dimostrano i dati dello studio della IBIA, la International Betting Integrity Association, svolti tra Europa, USA e Australia”. 

Sarebbe importantissimo, quindi, per le società italiane poter fare di nuovo affidamento alle entrate che arrivano dal mondo del gioco. Si è tornati a parlare, infatti, di una rimodulazione se non addirittura di una abrogazione del Decreto Dignità. In questo modo le casse della Serie A potranno respirare. In primis quelle del Milan

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureato in Giurisprudenza presso l'Università Roma Tre

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in Calciomercato