Connect with us

home

La moviola del sabato: Maresca indeciso a San Siro, bene Orsato a La Spezia

Maresca troppo incerto a Milano mentre Orsato se la cava bene a La Spezia

Ecco tutti gli episodi da moviola così come analizzati dal Corriere dello Sport

Spezia-Milan

Non è stata una partita complicata per Manganiello (voto 6,5), che pure sbaglia poco (qualcosa sul disciplinare, ad esempio: manca un giallo a Sala ad inizio gara, quello facile per Nikolau gli viene quasi “chiamato” perché lui tarda a farlo) e le uniche mezze situazioni in area le legge nella giusta direzione. Gara arbitralmente lineare, alla fine la chiude con 24 falli fischiati e 4 ammoniti.

Poteste, forse appena accennate, ma non c’è rigore sul contatto Amian-Leão in area dello Spezia, normale contrasto di gioco. Che vede bene anche sull’azione di Hristov su Theo Hernandez: non abbiamo certezze ci sia stato il contatto.

Nessun dubbio neanche sulla regolarità della rete di Daniel Maldini, che salta pulito e anticipa senza fallo Hristov sul cross di Kalulu.

Orsato (voto 6) Deve limitarsi a controllare le operazioni.

Inter-Atalanta

Maresca: voto 5,5. Un rigore che c’è voluta un’eternità per capire che fosse stato fischiato (e infatti ha avuto bisogno di un altro fischio, solitamente non serve dopo la conferma del VAR); un fallo per un gomito attaccato al corpo (Skriniar) che se fosse stato in area (rigore) o se fosse arrivato il gol (invece del palo), immaginate le polemiche; un giallo ogni tre falli fischiati, neanche fra le giovanili. Non è sufficiente la partita di Maresca (fra l’altro, presidente della sua sezione, Napoli), penalizzato da un atteggiamento che non ha avuto presa sui giocatori (a protestare addirittura dopo una decisione chiara del VAR, il gol annullato a Piccoli) e da una gestione non consona ad un arbitro (internazionale) di A.

Evidente il tocco con il braccio di Demiral, non si discute il rigore, ma chi se n’è accorto che Maresca aveva fischiato? Dall’atteggiamento dei giocatori in campo, nessuno. Solo ad un certo punto, in mezzo al gruppo, l’arbitro allunga la mano destra. E’ possibile che: a) non lo abbia visto lui (l’assistente Prenna?); b) non fosse sicuro e abbia voluto prendere tempo.

Cross di Malinovski, Skriniar col braccio sinistro piegato e al corpo: il VAR ha controllato fosse fuori, non era neanche fallo. Ne è nato un palo, pensate se fosse arrivato un rigore…

Gol annullato a Piccoli, Handanovic non aveva tenuto in campo il retropassaggio di Skriniar.

Var Aureliano 6,5. E’ il suo ruolo, se ne faccia una ragione.

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home