Connect with us

home

La Moviola della domenica: Chiffi così così a San Siro, male Sozza a Roma

Arbitraggi modesti nella domenica pallonata e così commentano gli episodi da moviola i maggiori quotidiani sportivi nazionali

MILAN-LAZIO

Direzione ok quella dell’arbitro Chiffi in Milan-Lazio 2-0. Al 24’ i rossoneri protestano per un contatto in area biancoceleste tra Brahim Diaz e Lucas Leiva. In verità, il brasiliano toglie il pallone all’avversario in modo regolare. Fa bene il direttore di gara a non intervenire.

rigore c’è invece al 41’, quando Immobile si fa anticipare da Kessie e calcia la gamba dell’ivoriano. L’arbitro non fischia, ma il Var Mazzoleni gli consiglia correttamente la review e davanti al monitor il direttore di gara si corregge prontamente. Kessie poi tira il penalty sulla traversa ed è poi ingenuo a colpire di testa sulla respinta, fermando di fatto l’azione rossonera: chi calcia dal dischetto, poi non può giocare di nuovo la palla senza il precedente tocco di un avversario (anche il portiere) o un compagno.

ROMA-SASSUOLO

Rocchi prova Sozza in una gara più impegnativa, la sensazione: c’è qualcosa, manca però molto per sgrezzare l’arbitro. Al di là dei due gol annullati, due note: 1) non fischia un facile fallo di ostruzione di Chiriches (già ammonito) su Pellegrini, poi va ad ammonire Ibañez per un’entrata rude ma sul pallone; 2) Kyriakopoulos mette le mani addosso a Sozza dopo il 90’, gli dà una spintina e urla, manca (con pochi dubbi) il rosso, ma l’episodio – mediaticamente – è grave. 

Annullato un gol a Berardi: lancio di Gian Marco Ferrari, Rogerio non tocca (in tv sembrava di sì) e a quel punto Raspadori è oltre Ibañez. Netto l’offside di Scamacca   . 

SAMPDORIA-INTER

Chissà da quanto aspettava (ma siamo proprio sicuri che l’aspettava?) un’occasione del genere, Orsato, lontano dall’Inter (per scelta sua e di Rizzoli) per quella famosa gara con la Juve. Gliel’ha data Rocchi, che è andato a vederlo. E avrà notato – anche – che non era proprio a suo agio l’arbitro di Schio.  

Leggera, ma non si può dire inventata (la mano sulla faccia c’è) la punizione dello 0-1: manata in faccia di Colley su Lautaro che ci mette del suo per finire a terra. Con questo metro, allora, è molto più falloso il contatto fra Çalhanoglu e Damsgaard sull’1-2 di Lautaro. Il colpo non è sulla spalla ma sulla schiena, è anche molto duro. Di sicuro non è da VAR: l’APP (l’inizio della fase d’attacco) ha tempi molto più ristretti quest’anno. Però Orsato è lì, non è difficile fischiare.

Manca un giallo per Candreva e anche qui Orsato è vicino: Candreva ha il pallone in mano, parla con uno dei preparatori di Inzaghi (Spicciariello) e gli lancia (debolmente, ma glielo lancia) il pallone sulla faccia. Per il rosso manca la violenza, ma il giallo?

Skriniar tocca il pallone che finisce sul braccio destro di Adrien Silva: ribattuta ravvicinata e movimento congruo rispetto alla dinamica. Dumfries trattiene Candreva, poi lo molla e solo dopo il blucerchiato cade. In entrambi i casi, no rigore. 

(Fonte Corriere e Gazzetta dello Sport)

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home