Connect with us

editoriali

Perché è speciale lo Special One

Non sono né i trofei, né le tattiche a rendere Mourinho “special”, ma è la sua eccellente abilità di comunicatore, che lo porta a entrare nella testa dei giocatori, a motivarli fino a incidere in maniera decisiva sulle loro prestazioni sportive.

Per averne la prova basti pensare che quest’uomo ha convinto Eto’o a fare l’esterno, e sappiamo tutti come finì per l’Inter quella stagione; o ancora meglio può rendere meglio l’idea quanto raccontato da Reguilòn, terzino del Tottenham, il quale ha affermato che Mourinho, sapendo che il giocatore avrebbe passato il natale da solo a Londra, gli ha regalato un arrosto per farlo mangiare bene.

Ecco è esattamente questo il punto, il mister portoghese è in grado di farsi volere bene dai suoi giocatori fino al punto di trasformarli in guerrieri pronti a tutto per il loro generale. Pellegrini è solo l’ultimo della lista dei discepoli dello Special One, e gli effetti già si vedono.

Matteo Marsella

Studente di Scienze della Comunicazione a Roma Tre; appassionato di calcio fin da bambino

Click to comment

Rispondi




Serie A





I nostri partner…




Seguici anche su Radio Momenti di Calcio




Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi




Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in editoriali