Connect with us

home

Mancini: “Fonseca ha dato tanto, bello vincere il derby

Gianluca Mancini, difensore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni del portale giallorosso rivivendo le emozioni del derby vinto contro la Lazio nel penultimo turno di serie A.

Che partita è il derby?
“Il derby qua a Roma è una partita sentitissima, noi giocatori quindi lo sentiamo almeno una settimana prima, anche di più”.

Come vi preparate?
“Il giorno prima prepariamo tutte le cose che ci vengono dette dal mister, le memorizziamo per farle bene il giorno dopo”.

Il derby d’andata?
“Il derby è una partita a sé, ogni derby è sentito e qui a Roma è sentitissimo. All’andata fu una brutta prestazione e l’abbiamo preparato in maniera diversa.

La carica dei tifosi?
“Abbiamo avuto la fortuna di avere i tifosi qui a Trigoria. Sali sul pullman e vedi tanta gente che ti carica”.

Come si vince il derby?
“Il gruppo, pur con tante difficoltà, è sempre stato compatto e una partita come il derby lo compatta ancora di più. L’abbiamo preparata cercando di vincere a tutti i costi”.

I tifosi allo stadio?
“Il pubblico all’Olimpico è mancato tantissimo, lo stadio vuoto è una tristezza infinita. Io ho potuto giocare due derby col pubblico ed è stata tra le emozioni più belle da quando ho cominciato a giocare. Purtroppo ci abbiamo fatto un po’ l’abitudine. I tifosi mancano e speriamo di ripartire dopo questo anno molto difficile”.

Il primo tempo del derby?
“Il primo tempo non è stato bellissimo. Abbiamo visto quello che loro potevano fare, siamo stati compatti. Tutti sono importanti, purtroppo Ibanez si è fatto male, ma Kumbulla è entrato benissimo e non era facile, ha dimostrato grande personalità”.

Il gol del vantaggio?
“Edin non devo raccontarlo io, è un fuoriclasse e nel derby è stato un valore aggiunto. Gli ho detto che mi ricordava il Dzeko di Italia-Bosnia. Lui fece una partita strepitosa, portando a spasso me, Bonucci e Chiellini”.

Darboe?
“Darboe è un ragazzo eccezionale, accetta tutti consigli e fa le cose giuste. Ha giocato con una personalità impressionante già col Manchester. Ora deve stare tranquillo e lavorare come sta facendo adesso”.

Il secondo tempo?
“Finire l’intervallo in vantaggio è stato importante, ho detto di rimanere compatti che il secondo gol sarebbe arrivato. In certe partite ti senti di avere qualcosa in più e abbiamo vinto. Un po’ di preoccupazione c’è stata. Quando crei tanto e non segni poi può succedere di tutto. Siamo stati bravi a restare compatti e a non lasciare occasioni alla Lazio”.

Il gol di Pedro?
“È stato bellissimo. È stato una liberazione, dovevamo vincere a tutti i costi e il 2-0 ha messo in discesa la partita”.

La vittoria?
“Vincere il derby è una soddisfazione bellissima. È il mio primo derby vinto ed eravamo molto contenti”.

Fonseca?
“Il mister in questi due anni ha dato a tutti qualcosa, ci ha fatto crescere. Ci ha chiesto di vincere, era la sua ultima partita all’Olimpico. Sentivamo di poter vincere”.

Un messaggio ai tifosi?
“Non vediamo l’ora di riabbracciarli, non si può vedere l’Olimpico vuoto. Per la Roma sono un valore in più”.

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home