Connect with us

home

Serie A, le probabili formazioni: Pioli ritrova Calhanoglu, Kjaer e Bennacer, nella Fiorentina si ferma Ribery, Fonseca con Borja Mayoral, Gattuso con Osimhen

Ecco le ultimissime dai campi di allenamento dopo l’ultima rifinitura con le probabili formazioni così come riportate da SkySport

TORINO-GENOA, sabato ore 15

Torino, Nicola non cambia

Ansaldi in ballottaggio con Murru. E’ questa l’unica possibile variazione nell’XI titolare dei granata ma il sardo resta comunque in vantaggio sull’argentino. Nel 3-5-2 di Nicola davanti spazio ancora al duo Zaza-Belotti anche se Bonazzoli, dopo la rete di settimana scorsa a Bergamo, spera di avere qualche possibilità. Mandragora confermato in mediana con Linetty che quindi partirà di nuovo dalla panchina mentre né Rodriguez né Lyanco sembrano destinati a rientrare nella formazione iniziale.

Genoa, sostituzione forzata per Ballardini

Anche il Genoa, al pari del Torino, non dovrebbe cambiare molto la formazione che inizierà la sfida in quel di Torino. C’è però da registrare lo stop forzato, causa squalifica, di Badelj. In mediana quindi c’è un buco da riempire con Rovella e Behrami in lotta per una maglia da titolari. Con Masiello e Shomurodov ancora non pienamente recuperati, spazio nuovamente a Goldaniga e Pandev ma dietro attenzione anche al possibile rientro dal 1’ di Zapata che già settimana scorsa era tornato in gruppo.

NAPOLI-JUVENTUS, sabato ore 18

Napoli, difesa obbligata per Gattuso

Con Koulibaly positivo e Manolas fermato da un infortunio, non sono molte le soluzioni per i due posti in mezzo alla difesa. Così come a Bergamo, anche per la (prima) sfida di campionato contro la Juventus ci sarà spezio per il duo Maksimovic-Rrahmani. A sinistra, pronto a tornare Mario Rui vista l’indisponibilità di Hysaj. In mediana indisponibile anche Demme mentre in attacco Gattuso dovrebbe puntare ancora su Osimhen ma con alle sue spalle il trio Lozano-Insigne-Politano

Juventus, torna Bentancur. Kulusevski in risalita

Rischia di salire a tre il numero di indisponibili in casa Juventus. Dybala è sempre alle prese con un fastidio al ginocchio, Arthur ha un problema alla gamba destra mentre Bonucci ha accusato un affaticamento muscolare. Dei tre solo il difensore azzurro potrebbe recuperare. Bentancur rientra dalla squalifica e ritroverà posto nell’XI titolare. Sulle corsie esterne favoriti Danilo e Alex Sandro. Per quel che concerne l’attacco sono in risalita le quotazioni di Kulusevski che al momento è in ballottaggio con Morata ma lo spagnolo potrebbe comunque spuntarla

SPEZIA-MILAN, sabato ore 20:45

Spezia, Italiano ancora col falso nove?

Tra ritorni e defezioni, Italiano deve fare un po’ la conta dei suoi. Pobega e Saponara rientrano dalla squalifica. Il centrocampo è sicuramente il reparto più trafficato (a livello di possibili soluzioni) dello Spezia. Saponara dovrebbe ritrovare, salvo sorprese, una maglia da titolare. Dietro c’è da segnalare l’indisponibilità di Terzi. Erlic e Ismajli si giocano il posto di fianco a Chabot. Capitolo attacco: Nzola proverà ad esserci (almeno dalla panchina). Al momento però le soluzioni sono o l’impiego di Galabinov, oppure un tridente con Agudelo falso nove con Gyasi e Verde ai suoi lati.

Milan, tornano in tre. Rebic perde la sfida

Stefano Pioli sta ritrovando pian piano tutti. Contro lo Spezia mancheranno solo Brahim Diaz (infortunato) e Calabria (squalificato). Chi non stava bene si è riaggregato al gruppo mentre su Tonali resta un piccolo dubbio ma al momento è molto difficile che l’ex Brescia alzi bandiera bianca. A destra chance per Dalot. Con Romagnoli riecco Kjaer dal primo minuto. In mediana pronto a tornare dall’inizio Bennacer mentre con Calhanoglu alle spalle di Ibra, l’interrogativo riguarda il duello Leao-Rebic. Chi resta fuori? I due sono testa a testa ma le ultime dicono che il ballottaggio sarà vinto da Leao

ROMA-UDINESE, domenica ore 12:30

Roma, El Shaarawy gettato subito nella mischia?

Paulo Fonseca è passato dall’avere il solo Mkhitaryan ad un’abbondanza di trequartisti anche se vanno fatte delle precise distinzioni. Giallorossi che contro l’Udinese torneranno al solito 3-4-2-1 con il rientro di Pellegrini al fianco del 77 armeno ma a Trigoria si sono visti in gruppo anche El Shaarawy e Pedro. Possibile che il primo possa essere usato a gara in corso ma non escludiamo totalmente una sua ipotetica partenza da titolare. Dietro sempre ai box Smalling. In attacco resta favoritissimo Borja Mayoral.

Udinese, torna don Rodrigo ma Pereyra è ko

La vittoria contro il Verona di settimana scorsa ha portato in casa Udinese anche notizie non proprio positive: il Tucu Pereyra infatti era uscito per infortunio e Gotti non potrà averlo a disposizione contro la Roma. Problema alla coscia con gli esami strumentali che hanno per fortuna escluso lesioni muscolari. In mediana rientra dalla squalifica Rodrigo De Paul. Il pacchetto degli interni di centrocampo sarà completato da Arslan e Walace. Davanti coppia Deulofeu-Llorente.

CAGLIARI-ATALANTA, domenica ore 15

Cagliari, DiFra continua con la linea a 3

I nuovi arrivati in casa Cagliari, dopo il mercato invernale, avevano fatto pensare ad un passaggio dei sardi alla difesa a 3. Formazione così schierata già settimana scorsa contro la Lazio. Possibile che Di Francesco possa proseguire con questo assetto confermando quindi Rugani, Godin e Walukiewicz. A sinistra Lykogiannis non è al meglio e Asamoah scalda i motori. Duncan potrebbe recuperare per tempo ma Nandez e Marin restano favoritissimi come interni di centrocampo. Davanti solito ballottaggio Simeone-Pavoletti con il primo in leggero vantaggio

Atalanta, fuori Toloi. Sutalo a destra

E’ stato il grande protagonista della sfida vinta in Coppa Italia e tutto porta a credere che non ci sarà turnover per Matteo Pessina che però dovrebbe tornare sulla trequarti visto che la coppia De Roon-Freuler è pronta a ricomporsi in mezzo al campo. Sulle corsie esterne c’è sempre il dubbio Maehle che ha ancora dolore al piede. La soluzione Sutalo a destra con Gosens sull’altro versante resta in piedi. Dietro c’è Toloi squalificato. Palomino o Caldara i sicuri sostituti. In attacco più Zapata di Muriel

SAMPDORIA-FIORENTINA, domenica ore 15

Sampdoria, Yoshida titolare. Quagliarella ancora dalla panca?

La squalifica di Tonelli riapre le porte della titolarità a Maya Yoshida. Pochi dubbi sulla linea a 4 della squadra di Claudio Ranieri. Più problematico capire chi giocherà ‘dalla cintola in su’. Le due soluzioni, 4-4-2 o uso del trequartista, restano sempre in piedi. Ekdal potrebbe tornare nell’XI di partenza così come Damsgaard ma molto dipenderà dalla soluzione tattica che Ranieri vorrà adottare. In ogni caso la Samp avrà due punte: Keità pare essere inamovibile (a meno di riposo forzato causa stanchezza). Per l’altra maglia c’è sempre il duello Torregrossa-Quagliarella che potrebbe inizialmente escludere (di nuovo) il secondo. Verre e Ramirez candidati trequartisti in caso di 4-3-1-2.

Fiorentina, nuovo problema per Ribery

La squadra di Cesare Prandelli, ultimamente, è spesso inserita nelle decisioni del giudice sportivo per ciò che concerne le squalifiche. Per un Castrovilli che rientra dopo il turno di stop, c’è un Amrabat che dovrà vedere i compagni dalla TV. Il ricorso sul caso Milenkovic è andato a buon fine e quindi il difensore sarà a disposizione per la sfida di Genova. Ribery invece sembrava recuperabile ma si è di nuovo fermato in allenamento. Venuti si gioca una maglia con Malcuit mentre in mediana spazio a Bonaventura.

CROTONE-SASSUOLO, domenica ore 18

Crotone, torna Messias. Dubbio Reca

Gli ‘Squali’ si preparano per un nuovo sistema di gioco: pronto infatti un 3-4-1-2 con Ounas pronto a fare il trequartista alle spalle delle punte. Chi giocherà là davanti? Al momento ci sono in pole position Di Carmine e il rientrante Messias che ha scontato il turno di squalifica. In difesa prova a recuperare nelle gerarchie Magallan ma il trio Luperto, Golemic e Djidji pare ancora in netto vantaggio. Reca nel riscaldamento di San Siro aveva accusato un problema che gli ha fatto saltare il Milan, ma dovrebbe recuperare e presidiare la fascia sinistra. In mediana ci saranno Benali e Zanellato.

Sassuolo, Boga salta il Crotone

Doppia assenza tra i neroverdi in vista della trasferta allo ‘Scida’. De Zerbi non può contare sullo squalificato Ferrari e su Boga che ha accusato problemi ai flessori. In difesa quindi spazio a Chiriches al fianco di Marlon. Sulla sinistra duello Kyriakopoulos-Rogerio. Lopez si candida per un posto al fianco di Locatelli ma Obiang resta in pole. Nel trio alle spalle di Caputo, Traoré dovrebbe essere dirottato a sinistra anche se resta in piedi anche l’opzione Haraslin.

INTER-LAZIO domenica ore 20:45

Inter, Vidal a parte. Eriksen torna di moda?

Per la sfida di domenica sera, Antonio Conte pensa alla ‘solita’ formazione con i titolarissimi sempre in pole. Davanti Sanchez dovrebbe partire dalla panchina con il rientro nell’XI titolare di Lautaro Martinez. L’unico (vero) dubbio al momento riguarda il centrocampo: Vidal sembrava poter rientrare dopo il problema accusato settimana scorsa. Il cileno però si è allenato a parte e solo sabato si deciderà ma la sensazione è che al massimo andrà in panchina. Gagliardini si gioca un posto con Eriksen. Barella e Brozovic, nonostante siano entrambi diffidati e quindi a rischio derby, saranno, salvo sorprese, nella lista di quelli che partiranno dal primo minuto di gioco.

Lazio, rientra Patric e va in ballottaggio

Se Conte ha pochissimi dubbi, la stessa situazione la sta ‘vivendo’ Simone Inzaghi. La sua Lazio di scena a San Siro non si dovrebbe discostare molto da quella che ha battuto il Cagliari nell’ultimo turno di campionato. Il rientro di Patric, che ha scontato il turno di squalifica, dà ulteriori soluzioni al reparto difensivo e lo spagnolo, per tornare dall’inizio, deve vincere il ballottaggio con Musacchio. Davanti c’è sempre Correa in vantaggio sul resto della truppa.

VERONA-PARMA, lunedì ore 20:45

Verona, Juric senza Zaccagni e Faraoni

Assenze non da poco in casa Verona. Nel Monday Night mancheranno infatti sia Faraoni che Zaccagni. Parliamo di due titolarissimi che Juric, in qualche modo, dovrà sostituire. In difesa c’è Dawidowicz favorito. Dimarco infatti è il primo candidato per la fascia sinistra di centrocampo con Lazovic possibile titolare sull’altro lato. L’assenza di Zaccagni potrebbe addirittura spalancare le porta a un sistema che preveda la doppia punta e un solo trequartista. In caso di 3-4-2-1 invece ci sarebbero Bessa o l’avanzamento di Tameze come possibili soluzioni al fianco di Barak.

Parma, Zirkzee già titolare?

L’assenza di Cornelius potrebbe portare all’immediata promozione di Zirkzee. L’ex Bayern era già entrato in campo settimana scorsa e non aveva affatto sfigurato. D’Aversa pare orientato al mantenimento della difesa a 3 e del tridente là davanti. In mediana Brugman ed Hernani si giocano una maglia. Pezzella e Iacoponi sono tornati sul campo. Pellè è a disposizione ma dalla panchina. Attenzione però anche a possibili correttivi: il ritorno al 4-3-3 non è da escludere così come le chance di titolarità di uno tra Man e Mihaila.

(Fonte SkySport)

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home