Connect with us

home

Serie A, le ultimissime dai campi di allenamento: torna Koulibaly, Nzola in dubbio, Juve con Bonucci-Chiellini

Tutto pronto per la 18′ giornata di campionato: come sempre vediamo le ultimissime dai campi di allenamento così come riportate da SkySport

LAZIO-ROMA, ore 20:45

Lazio, pensieri solo in difesa

Su centrocampo e attacco Simone Inzaghi non ha troppi pensieri per la testa. Con Fares ancora a out e col duo Lulic-Correa che potrebbe essere a disposizione ma solo con partenza dalla panchina, ecco che il tecnico biancoceleste continuerà con Lazzari e Marusic in fascia e Immobile coadiuvato da Caicedo. Qualche certezza in meno nella linea a tre difensiva. Acerbi è sicuro del posto, Radu quasi (Hoedt è in svantaggio) mentre è aperto il ballottaggio tra Luiz Felipe e Partic. In porta ci sarà Reina

Roma, Fonseca conferma tutti?

L’idea di base dell’XI giallorosso potrebbe essere quella di riproporre la formazione iniziale vista contro l’Inter. Il trio difensivo non subirà modifiche ma negli altri reparti ci sono diverse possibilità. Sulla trequarti infatti scalpita Pedro che ‘abbasserebbe’ Lorenzo Pellegrini in mediana. Anche senza questo avvicendamento, Villar non è sicuro del posto dato che Cristante può essere una soluzione percorribile anche da inizio partita. Piccolo problema per Smalling ma la sua presenza non pare a rischio

BOLOGNA-VERONA, sabato ore 15

Bologna, rientrano in tre

Sinisa Mihajlovic può contare sui ritorni di De Silvestri e Svanberg, quest’ultimo dopo aver scontato il turno di squalifica. Entrambi dovrebbero partire dal primo minuto con Tomiyasu che torna al centro della difesa con Paz che scivola in panchina. In porta è pronto a rientrare anche Skorupski. In mediana favorito Schouten. Anche Sansone si è riaggregato ed è arruolabile per la panchina. Nel trio dietro a Palacio di rivede nell’XI titolare Barrow

Verona, rebus difesa

Dopo essersi sbloccato con la maglia del Verona, Nikola Kalinic viaggia verso un’altra maglia da titolare. Probabile che il croato possa poi lasciare il campo per il ‘solito’ avvicendamento con Di Carmine. In Mezzo al campo si va verso la conferma del blocco visto nell’ultima uscita mentre in difesa ci sono i dubbi maggiori: Ceccherini non è al meglio, Dawidowicz punta a una maglia da titolare ma ci sono anche Gunter e Lovato. Uno dei tre, gioco forza, resterà fuori visto che Magnani dovrebbe essere certo di una maglia

TORINO-SPEZIA, sabato ore 18

Torino, Segre titolare

La squalifica di Rincon apre le porte al giovane Jacopo Segre che con tutta probabilità sarà nella formazione di partenza di mister Giampaolo. Sicuro indisponibile il solo Vojvoda. Trio difensivo confermato con Izzo e Bremer ai lati di Lyanco. Linetty è in vantaggio su Gojak, a sinistra favorito Rodriguez mentre il partner di Belotti sarà Simone Verdi.

Spezia, Nzola in dubbio

Un problema alla caviglia potrebbe far saltare la sfida di Torino a uno degli attaccanti più in forma del nostro campionato. Spezia in ansia per le condizioni di M’Bala Nzola che però proverà a stringere i denti. In tre si sono negativizzati mentre chi era già tornato a disposizione è sulla via del pieno e completo recupero, insomma: l’infermeria si sta svuotando. Ferrer potrebbe tornare titolare a destra, in mediana Deiola e Maggiore cercano spazio ma Agoumè sta convincendo sempre più e sarà difficile spodestarlo

SAMPDORIA-UDINESE, sabato ore 20:45

Sampdoria, Jankto squalificato

Ufficiale l’arrivo di Ernesto Torregrossa, che vestirà la numero 9, in casa Samp. L’attaccante, salvo sorprese, dovrebbe partire dalla panchina. Ranieri dovrà sostituire lo squalificato Jankto: a sinistra si candida Dasmgaard. Tonelli non è al meglio ma proverà a esserci: con Bereszynski confermato a destra, in caso di assenza dell’azzurro ecco il duo Yoshida-Colley. Dubbio là davanti: Quagliarella è rimasto a parziale riposo nell’ultima uscita, Keita sembra dare le giuste garanzie ma occhio anche a Verre e Ramirez, con il primo in leggero vantaggio sul secondo

Udinese, dove gioca Pereyra?

C’era una volta la formazione dell’Udinese che in molti sapevano quasi a memoria. Gotti però, tra recuperi e nuovi infortuni, può giocarsi il jolly Pereyra. L’argentino infatti può occupare tre posizioni, permettendo quindi al mister bianconero, di puntare anche su altri nomi: in mediana Walace e Arslan si giocano una maglia, Mandragora potrebbe fare l’interno ma c’è anche l’ipotesi De Paul regista. Davanti è recuperato Deulofeu ma al posto di Nestorovski potrebbe giocare…Pereyra che quindi sarà titolare ma la domanda è: dove? Mezzala, esterno e trequartista alle spalle di Lasagna. Queste le possibili opzioni

NAPOLI-FIORENTINA, domenica ore 12:30

Napoli, rientra Koulibaly

Due assenze e un rientro per quel che concerne la difesa della squadra di Rino Gattuso: contro la Fiorentina non ci saranno Di Lorenzo (squalificato) e Manolas. Rrahmani dovrebbe tornare ad essere utilizzato a gara in corso visto che al fianco di Maksimovic si rivedrà Koulibaly, già impiegato in Coppa Italia. In mediana si candida anche Demme dopo lo scampolo di gara giocato settimana scorsa in campionato. In attacco doppia soluzione: o tridente leggero e arretramento di Zielinski in mediana, oppure triplo trequartista con Petagna boa d’attacco

Fiorentina, recuperato Ribery

Punti di domanda in quasi tutti i settori del campo per la Fiorentina di Cesare Prandelli. In difesa monitorato Pezzella, non al meglio. Con Milenkovic e Igor potrebbe toccare a Martinez Quarta. Venuti e Caceres si giocano una maglia sulla destra. In mezzo torna Castrovilli ma c’è Borja Valero in dubbio. Bonaventura o Pulgar le possibili soluzioni per sostituire l’ex Inter. Davanti invece Ribery è recuperato e potrebbe anche tornare dal primo minuto. Al momento resta il ballottaggio con il grande ex di turno: Callejon

CROTONE-BENEVENTO, domenica ore 15

Crotone, Messias torna in mediana?

Cinque indisponibili tra i rossoblù: Reca è squalificato e in infermeria ci sono Marrone, Molina e Cigarini. In più c’è sempre Benali che non ha ancora pienamente risolto il problema al polpaccio. Djidji va verso la conferma in difesa. A sinistra riecco Risoli mentre una possibile soluzione a centrocampo potrebbe prevedere l’arretramento di Messias. A quel punto in attacco spazio al duo Simy-Riviere

Benevento, Schiattarella positivo

Nuovo indisponibile per Pippo Inzaghi: alla già lunga lista di presenze in infermeria si è aggiunto anche Schiattarella, risultato positivo al Covid-19. In mediana quindi c’è in pole Bryan Dabo visto che Improta dovrebbe agire sulla destra. Effetto domino in caso di utilizzo di Maggio con Ionita e Improta che giocherebbero uno a centrocampo e l’altro sulla trequarti. Con doppio posto libero alle spalle di Lapadula, Sau e Caprari potrebbero spuntarla su Insigne.

SASSUOLO-PARMA, domenica ore 15

Sassuolo, doppia assenza in mediana

Manuel Locatelli è (quasi) sempre sicuro del posto e spesso il rebus è capire chi lo affiancherà. De Zerbi però questa volta ha Obiang squalificato e Bourabia indisponibile. Restano solo le opzioni Lopez e Magnanelli con il primo in leggero vantaggio sul secondo. Ancora assente Berardi con Traorè confermato a sinistra. Djuricic e Boga completeranno il pacchetto di trequartisti alle spalle di Ciccio Caputo

Parma, anche Hernani indisponibile

Esordio con sconfitta per Roberto D’Aversa che contro il Sassuolo vuole trovare i primi punti della sua gestione-bis in casa Parma: le assenze però sono davvero tante e le opzioni molto limitate. Oltre agli infortunati c’è da registrare la squalifica di Hernani. In mediana quindi si candida Sohm ma occhio perché Kucka è di nuovo disponibile visto che ha lavorato col gruppo. Tutto sta a capire se lo slovacco sia pronto per tornare nell’XI titolare da subito. In difesa out Valenti (Gagliolo e Iacoponi si sono allenati a parte) con Balogh probabile titolare ma anche lui ha qualche problemino.

ATALANTA-GENOA, domenica ore 18

Atalanta, Djimsiti favorito

Da quando sono finite le Coppe, l’Atalanta viaggia meglio di tutte le altre. La squadra di Gasperini è tornata a macinare gol e punti con impressionante regolarità. Per la sfida contro il Genoa si potrebbero rivedere gli stessi 11 che erano partiti dal primo minuto contro il Benevento. Tra gli unici ballottaggi quello difensivo tra Djimsiti e Palomino. Ci potrebbe essere qualche ‘sorpresa’ sulla trequarti mentre in attacco Muriel appare ancora in svantaggio sul duo Ilicic-Zapata

Genoa, chi con Shomurodov?

Il rientro di Goldaniga dalla squalifica permette a Ballardini di avere un’ulteriore alternativa nella linea a tre. Probabile quindi che con tutta questa ‘abbondanza’, Criscito possa essere schierato come esterno sinistro di centrocampo. Dall’altra parte Zappacosta manderebbe in panchina Ghiglione. Zajc, Badelj e Behrami dovrebbero essere presenti nella distinta iniziale mentre in attacco Shmurodov pare essere certo del posto. Molto probabilmente avrà Destro al suo fianco ma non è costì scontato viste le forti candidature di Scamacca e Pjaca

INTER-JUVENTUS, domenica ore 20:45

Inter, formazione anti-Juve quasi fatta

Non dovrebbero esserci grosse sorprese per quel che riguarda l’XI titolare nerazzurro di domenica sera. Nessun dubbio in difesa con De Vrij che in Coppa Italia è entrato solo nel secondo tempo e con Bastoni che invece ha riposato. In mediana Vidal è in pole e, salvo ripensamenti, Gagliardini partirà dalla panchina. A sinistra invece Darmian è reduce dall’infortunio contro la Roma e Young pare in vantaggio su Perisic. Il croato non ha avuto un impatto positivo negli ultimi minuti giocati all’Olimpico. Davanti Lautaro Martinez affiancherà Lukaku

Juventus, ritorna la premiata ditta Bonucci-Chiellini?

Un’oretta in Coppa Italia per esserci anche contro l’Inter? Forse: Giorgio Chiellini chiaramente ci spera. A San Siro la ‘vecchia guardia’ bianconera potrebbe ritrovarsi. Il tandem Bonucci-Chiellini stuzzica non poco Pirlo e i tifosi ma ‘Chiello’ resta comunque in ballottaggio con Demiral. Danilo e Frabotta sono al momento titolari in attesa di conoscere lo status di Cuadrado e Alex Sandro. Ai box Dybala, ci saranno invece Chiesa e McKennie. Possibile nuova panchina (iniziale) per Kulusevski.

CAGLIARI-MILAN, lunedì ore 20:45

Cagliari, Ounas scalpita. Duncan già in formazione?

Rispetto alla gara persa contro la Fiorentina, ci saranno almeno due cambi di formazione da parte di Eusebio Di Francesco. Il terzo potrebbe essere Alfred Duncan, nuovo rinforzo per i rossoblù in arrivo proprio da Firenze. In difesa ritroverà posto Zappa mentre Oliva potrebbe uscire dal radar della titolarità. Con un ‘vecchio’ 4-2-3-1 ci potrebbe essere Ounas largo a sinistra con Sottil sul versante opposto. L’ex Napoli era entrato a Firenze e ora punta a una maglia da titolare

Milan, fuori Leao e dentro Ibra

Il suo ingresso contro il Torino (in campionato) aveva fatto esultare (da casa) i tifosi. I 45 minuti contro il Torino (in Coppa Italia) ci hanno detto che Zlatan è pronto per riprendersi il suo posto in attacco. In Sardegna però mancherà uno dei ‘rifornimenti’ di Zlatan ovvero Leao. Il portoghese deve infatti scontare un turno di squalifica. Sulla trequarti ci sono 4 nomi per tre maglie. Con Brahim Diaz centrale, Calhanoglu giocherebbe a sinistra e Castillejo a destra. Il quarto nome è quello di Hauge che permetterebbe a Calhanoglu di restare al centro del campo ma per lunedì dovrebbe rientrare anche Saelemaekers che probabilmente però sarà utile a gara in corso

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home