Connect with us

home

Serie A, le ultimissime dai campi di allenamento dopo l’ultima rifinitura: out Calhanoglou, Ribery e Morata

Si sono appena conclusi gli ultimi allenamenti per le squadre di Serie A impegnate nella diciassettesima giornata di campionato

Queste le ultimissime dai campi di allenamento dopo l’ultima rifinitura così come riportate da SkySport.

BENEVENTO-ATALANTA, sabato ore 15

Benevento, dubbio Tuia per Inzaghi

E’ stato l’uomo che ha regalato la vittoria a Cagliari. Alessandro Tuia viaggerebbe spedito verso una maglia da titolare se non fosse per qualche piccolo problema muscolare che lo mette in dubbio per la sfida interna contro l’Atalanta. Inzaghi potrebbe quindi spostare Barba al centro della difesa. Sulla destra si candida Maggio mentre a sinistra ci sarebbe Foulon. Centrocampo confermato rispetto all’ultima uscita mentre sulla trequarti di sono due maglie per tre pretendenti: in lizza Sau, Caprari e Insigne

Atalanta, Malinovskyi in lotta per una maglia

Gasperini ritrova in difesa Romero che ha scontato il turno di squalifica. Toloi è sempre monitorato ma al momento resta in vantaggio su Palomino. Possibili rotazioni sulle corsie di centrocampo dove Maehle, Ruggeri e Mojica possono ambire ad un posto nella formazione anti Benevento. Davanti dovrebbe rientrare Zapata con Malinovskyi che potrebbe dare il cambio a Ilicic nell’XI di partenza

GENOA-BOLOGNA, sabato ore 18

Genoa, due assenti in difesa

Lesione al soleo sinistro per Cristian Zapata. Questo l’esito degli esami ai quali è stato sottoposto il colombiano che non sarà disponibile per la sfida contro il Bologna. Altra assenza in difesa sarà quella di Goldaniga, fermato per un turno dal giudice sportivo. Si va quindi verso la conferma del trio Masiello, Radovanovic e Criscito. A centrocampo dovrebbe tornare Behrami così come Zappacosta in fascia. Da verificare il possibile rientro di Pandev. In attacco Shomurodov pare sicuro del posto

Bologna, porte girevoli davanti alla difesa

Per uno Svanberg che si è beccato una giornata di squalifica, c’è un Dominguez che torna a disposizione dopo aver scontato un turno di stop. Ci sarà con tutta probabilità l’argentino al fianco di Schouten. Mihajlovic spera di recuperare Medel, in caso contrario ci sarà nuovamente Paz in difesa con Hickey in ballottaggio con Djiks sulla sinistra. Davanti altre possibili rotazioni. I 4 uomini d’attacco stanno giocando di fatto sempre dall’inizio. Vignato o Skov Olsen potrebbero essere nomi nuovi per l’XI titolare, senza dimenticare che Barrow può essere spostato anche come punta al posto di Palacio

MILAN-TORINO, sabato ore 20:45

Milan, Pioli perde anche Calhanoglu

Dopo la sconfitta contro la Juventus il Milan capolista riparte dall’impegno interno contro il Torino. Rebic e Krunic, positivi al Covid-19, salteranno la sfida mentre in mediana è pronto a riprendere posto Tonali che ha scontato il turno di squalifica. Davide Calabria quindi tornerà a presidiare la corsia destra. A Milanello c’è un nuovo nome nella lista degli indisponibili: Calhanoglu ha accusato un problema alla caviglia e salterà la sfida. Con tutta probabilità Pioli ricorrerà a Brahim Diaz come trequartista centrale con Castillejo e Hauge ai suoi lati.

Torino, da decidere sistema e fascia sinistra

Marco Giampaolo torna in quello che per un breve periodo è stato il suo stadio. L’ex tecnico del Milan è reduce dal pareggio contro il Verona e deve ancora decidere se proseguire con un 3-4-2-1 per aiutare Belotti con due trequartisti, oppure tornare a un secco 3-5-2 per avere superiorità in mezzo al campo. Nel primo caso si potrebbero vedere insieme Lukic e Verdi. In entrambe le soluzioni però c’è da risolvere un ballottaggio a sinistra: Murru era partito titolare contro il Verona ma un altro ex della sfida vorrebbe riconquistare una maglia da titolare: ovviamente parliamo di Ricardo Rodriguez. In difesa si va verso una conferma in blocco del trio visto nell’ultima sfida di campionato

ROMA-INTER, domenica ore 12:30

Roma, rientro in gruppo per Spinazzola

Il primo giorno di lavoro in vista della supersfida contro l’Inter ha portato subito una buona notizia: a Trigoria è tornato col gruppo Leonardo Spinazzola. Pedro e Calafiori invece hanno continuato a lavorare a parte. Rispetto alla sfida contro il Crotone, davanti è pronto a tornare dal primo minuto Edin Dzeko. Dietro di lui i giallorossi ritroveranno Pellegrini con il duo Villar-Veretout in mezzo al campo. Possibile che sulla sinistra Fonseca possa schierare fin da subito proprio Spinazzola

Inter, Lukaku torna dall’inizio. Stop per D’Ambrosio

Dopo essere partito dalla panchina nella sconfitta di Genova, ‘Big Rom’ torna titolare per il match dell’Olimpico. Il belga potrebbe non essere l’unica novità di formazione: dietro Conte non cambia ma in mediana ci potrebbe essere un cambio sulla sinistra con Darmian e Perisic che lottano per una maglia con Young mentre in mezzo ci sono le opzioni Sensi e Vidal. Danilo D’Ambrosio infine non sarà a disposizione a causa di una distrazione al legamento del ginocchio sinistro

PARMA-LAZIO, domenica ore 15

Parma, con D’Aversa subito ritorno al 4-3-3?

Ufficiale il ritorno di Roberto D’Aversa in quel di Parma. Il neo allenatore ducale potrebbe subito tornare al 4-3-3 a patto però di avere gli uomini offensivi a disposizione. Gervinho e Karamoh sono costantemente monitorati ma forse solo il secondo ha speranze di recupero. Mihaila può essere un’alternativa offensiva. Altra opzione è quella di Brunetta largo nel tridente. Dietro mancherà ancora Osorio, a destra potremmo infine rivedere Laurini

Lazio, ritorni da titolari per Leiva e Radu

Uno era stato fermato dal giudice sportivo, l’altro aveva avuto un giro di parziale riposo (visto che era subentrato a 13 minuti dalla fine) ma per Lucas Leiva e Stefan Radu si profila un rientro nell’XI titolare contro il Parma. Dietro c’è ballottaggio tra Patric e Luiz Felipe con il secondo in vantaggio. In mediana difficilmente ci sarà turnover da parte di Simone Inzaghi mentre in attacco potrebbe avere una chance dall’inizio Muriqi

UDINESE-NAPOLI, domenica ore 15

Udinese, tre cambi per Gotti?

Pareggio agguantato all’ultimo per l’Udinese contro il Bologna. La formazione titolare di Luca Gotti, rispetto a quella vista contro i rossoblù, potrebbe variare non poco. In mediana c’è Arslan che si candida per partire dall’inizio al posto di Walace, sulla sinistra spera nella promozione Ouwejan mentre in attacco dovrebbe toccare a Nestorovski partire al fianco di Lasagna anche perché è stata confermata dagli esami la ricaduta a Forestieri. Per la titolarità di Mandragora forse c’è da aspettare ancora mentre dietro De Maio se la gioca con Bonifazi

Napoli, Demme indisponibile. Davanti torna Petagna

Gattuso e i suoi devono cancellare la sconfitta casalinga contro lo Spezia. Koulibaly e Mertens hanno continuato a lavorare a parte. A loro si è aggiunto Demme che non sarà disponibile per la trasferta friulana. Difesa con solito ballottaggio tra Hysaj e Mario Rui. In mediana probabilissimo l’utilizzo della coppia Bakayoko-Ruiz mentre in attacco dovremmo rivedere Petagna dall’inizio con Politano che potrebbe scivolare in panchina. Qualche chance anche per Elmas che però ad oggi resta sfavorito.

VERONA-CROTONE, domenica ore 15

Verona, Miguel Veloso in forse

Possibili cambi in ogni reparto per Ivan Juric. Partiamo dalla difesa dove Magnani e Lovato cercano posto. Uno dei due potrebbe spuntarla con Gunter che lascerebbe il posto nella formazione di partenza. In mediana rischio assenza per Veloso che è monitorato costantemente: problemi muscolari per lui con Ilic in preallarme. Davanti infine c’è ancora da decidere la punta titolare con Di Carmine che potrebbe spedire in panchina Kalinic

Crotone, Vulic in pole a centrocampo

Nove gol presi nello spazio di pochi giorni. La difesa dei rossoblù è ancora da registrare a pieno. A Verona potremmo rivedere dal primo minuto Marrone. ‘Bomber’ Golemic difficilmente uscirà dalle rotazioni difensive quindi, rispetto alla sfida con la Roma, l’escluso potrebbe essere Cuomo. In mediana si candida (e le sue quotazioni sono in risalita) Vulic ma occhio anche a Petriccione che è pronto a dare il cambio a Zanellato. In attacco conferme per Simy e Messias

FIORENTINA-CAGLIARI; domenica ore 18

Fiorentina, niente lesioni per Ribery

Buone notizie per la squadra viola: Ribery, nella sfida contro la Lazio aveva riportato una distorsione al ginocchio. Gli esami hanno escluso lesioni ma probabilmente il francese non verrà rischiato contro il Cagliari. In mezzo al campo mancherà lo squalificato Castrovilli e quindi Prandelli dovrà rivedere qualcosa. In difesa pronto a rientrare Milenkovic, sulla destra favorito Caceres mentre Bonaventura si candida come vice Castrovilli. In attacco possibile chance per Kouamé

Cagliari, recuperato Ounas

Di Francesco pian piano sta recuperando pezzi del suo puzzle. Il tecnico rossoblù potrà contare sul ritorno di Ounas mentre Godin potrebbe far parte dei convocati ma con probabile partenza dalla panchina. Mancherà sicuramente Nandez, squalificato per due giornate. In difesa può tornare Klavan, Oliva, Caligara e Gaston Pereiro (oltre al rilancio di Ounas) sono le alternative per sostituire Nandez. Molto dipenderà da dove verrà collocato Nainggolan. Davanti solito rebus Pavoletti-Simeone.

JUVENTUS-SASSUOLO, domenica ore 20:45

Juventus, Morata migliora ma punta all’Inter

Dybala e CR7. Salvo sorprese saranno ancora loro a guidare l’attacco della Juventus nella difficile sfida contro il Sassuolo. Alvaro Morata sta migliorando e recuperando: l’obiettivo dello staff medico è di averlo a piena disposizione nella sfida contro l’Inter del 17 gennaio. In difesa potremmo rivedere la stessa linea della gara contro il Milan. In mediana bussa alla porta della titolarità McKennie. Stesso discorso per Kulusevski che punta al posto di Ramsey.

Sassuolo, dubbio Berardi

Possibile assenza ‘pesante’ in casa neroverde. De Zerbi, contro il Genoa, ha dovuto sostituire Domenico Berardi dopo 33 minuti a causa di un problema alla coscia. Non c’è tutto questo ottimismo intorno alle sue condizioni. Sull’out destro favorito quindi Traoré. In mediana invece Magnanelli dovrebbe lasciare posto a uno tra Obiang e Lopez con il secondo in pole. Dietro c’è da decidere gli esterni: Rogerio avanti su Kyriakopoulos e Toljan può vincere il ballottaggio con Muldur

SPEZIA-SAMPDORIA, lunedì ore 20:45

Spezia, tre ritorni per Italiano

La vittoria sul Napoli non è l’unico motivo di gioia per Italiano e i suoi. Il tecnico ha infatti ritrovato in gruppo tre elementi che sono usciti dall’infermeria: si tratta di Zoet, Verde e Galabinov. E’ un reinserimento graduale come si legge dal comunicato della società ma almeno è un primo, importante, passo verso un pieno recupero. Isamjili deve scontare un turno di squalifica ma tornano a disposizione sia Estevez che Chabot: entrambi dovrebbero subito ritrovare posto nella formazione di partenza

Sampdoria, Adrien Silva in forse ma rientra Ekdal

Un problema alla caviglia potrebbe confinare ai box Adrien Silva: il portoghese è uscito anzitempo nella sfida vinta contro l’Inter ma in mediana Ranieri recupera Ekdal che ha scontato il turno di squalifica. Bereszynski è pienamente recuperato e viaggia verso una maglia da titolare sulla fascia destra. A quel punto ci sarebbe un ballottaggio in mezzo tra Colley e Yoshida. Attenzione in attacco perché si potrebbero vedere sia Quagliarella che Keita. Jankto ancora in vantaggio su Damsgaard.

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home