Connect with us

editoriali

Lazio in modalità “Champions League” batte il Napoli 2-0

La Lazio resetta la partita contro il Benevento e riemerge grande. La squadra di Gattuso continua a faticare negli scontri diretti

L’ultima partita della 13^ giornata di serie A si è disputata allo Stadio Olimpico tra Lazio e Napoli. La squadra di Simone Inzaghi domina per quasi tutta la partita e vince contro un Napoli “spento” per 2-0.

Al 9′ Marusic sul lato sinistro piazza un bel cross dentro l’area partenopea e Immobile ne approfitta per segnare di testa, saltando tra Maksimovic e Koulibaly. Il Napoli prova subito a rientrare in partita con una serie di tiri in porta; non riuscendo però a superare Pepe Reina (grande ex della partita). Dopo pochi minuti la squadra di Gattuso sparisce nuovamente e non crea altre occasioni nel primo tempo. La partita dopo il goal di Immobile si accende anche per i falli ma l’arbitro Orsato gestisce bene la situazione estraendo 5 cartellini gialli in appena 30 minuti.

Nel secondo tempo la Lazio continua a dominare e arriva il raddoppio firmato da Luis Alberto al 56′ con assist di Immobile. Dopo il 2-0 la partita cala di intensità; la Lazio gestisce la palla mentre il Napoli cerca di creare occasioni ma sbaglia sempre l’ultimo passaggio. Con il calare del ritmo, cala anche l’intensità dei falli e l’arbitro infatti estrae solo due cartellini nel secondo tempo. Nei minuti finali ci prova il Napoli ad accorciare la distanza ma senza spaventare la difesa della Lazio.

In questa partita la Lazio ha dimostrato tutto il suo potenziale. Ha dimostrato che se le risorse vengono gestite bene i risultati possono arrivare anche negli scontri diretti. La Lazio con questa vittoria è all’8° posto in classifica ma, essendo quest’ultima molto corta, è solo a 3 punti da un posto in Champions.

Il Napoli invece deve ritrovare il gioco che in questa partita è mancato tantissimo. Il Napoli è quasi sempre rimasto spento; non è mai riuscito a creare un vera opportunità degna di nota e questo è molto grave. Molto probabilmente la brutta prestazione è dovuta a causa del brutto colpo subito contro l’Inter ma anche per le gravi assenze (Osimhen, Mertens e Insigne). Il Napoli non ha sfruttato quindi la possibilità di sorpassare la Roma e purtroppo ha confermato che negli scontri diretti fa molta fatica, soprattutto mentalmente.

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in editoriali