Connect with us

home

Non c’è storia a Bergamo: l’Atalanta batte 3-0 la Fiorentina

ATALANTA-FIORENTINA 3-0

Marcatori: 43’ Gosens, 54’ Malinovskyi, 62’ Toloi

Vincere per interrompere la serie di tre giornate di campionato senza successi o conquistare i tre punti per dare continuità al pareggio in extremis contro il Genoa nell’ultimo weekend. Si dipana su questo bivio Atalanta-Fiorentina al Gewiss Stadium di Bergamo. Per i padroni di casa la sorpresa dal 1’ è la panchina per il capitano, Alejandro Gomez, a favore del tandem Pessina-Malinovskyi a supporto di Zapata. Per i viola invece 4-4-1-1 molto abbottonato con Eysseric titolare a sorpresa e Ribery in panchina.

Viola attenta, ma Gosens la sblocca – La partita inizia con numerosi ribaltamenti di fronte ma con la Dea che è la prima ad essere pericolosa: al 6’ lancio lungo dalla destra per Zapata in area che scarica dietro per Malinovskiy che calcia in porta trovando la deviazione in angolo di un avversario. Al 9’ altra occasionassima per Zapata che da un metro trova la deviazione decisiva di Dragowski. Nove minuti e il portiere polacco si ripete su colpo di testa di Romero sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 20’ tocca a Gollini sporcarsi le mani con un capolavoro sul sinistro di Vlahovic dalla distanza dopo una grande azione dei viola. Al 26’ altro capitolo della faida fra Dragowski e l’attacco orobico: altra palla in area della Dea per il colpo di testa a botta sicura di Zapata e ancora una deviazione dell’estremo viola. Il canovaccio della gara va nella direzione di un’Atalanta che macina gioco e Fiorentina che gestisce gli spazi e riparte in velocità. Al 43’ arriva il vantaggio dei padroni di casa con Gosens. Iniziativa sulla destra dell’8 nerazzurro che inizia l’azione e la chiude su assist di Zapata dopo un batti e ribatti. Ancora pochi istanti di gioco e la frazione finisce qui.

Blackout dei viola. Dea in scioltezza – La ripresa inizia con un cambio immediato per i viola. Dentro Castrovilli al posto di Pulgar. Al 54’ raddoppio di Malinosvkyi che su calcio piazzato piazza il pallone sopra la barriera della Fiorentina dove non salta Milenkovic e beffa Dragowski. Al 58’ doppio cambio per Prandelli che inserisce Callejon e Ribery al posto di Eysseric e Lirola. Al 62’ crolla la Fiorentina con il 3-0 dell’Atalanta. Angolo della Dea, spezzata di Djimsiti e gol di Toloi da pochi passi. Al 66’ bella punizione di Callejon per la testa di Vlahovic che stacca bene ma non centra lo specchio della porta. Al 70’ Vlahovic chiude il match per fare spazio a Kouame più bravo nello sfruttare gli spazi. Due minuti più tardi problemi muscolari per Biraghi che lascia il posto a Barreca. Al 73’ Gasperini decide di inserire Muriel per Malinovskyi e Palomino e Romero. Così come Mojica e Lammers che entrano al posto di Gosens e Zapata sette minuti dopo e Gyabuaa all’88’. Azioni nell’ultimo quarto d’ora? Qualcosa ma niente di rilevante. L’Atalanta gestisce la Fiorentina annaspa come chi sta annegando e non sa come fare a tornare a riva.

loading...

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureato in Giurisprudenza presso l'Università Di Roma Tre

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home