Connect with us

home

Serie A, le ultimissime dopo la rifinitura: le probabili formazioni

Ultimissime dai campi di allenamento dopo l’ultima rifinitura in vista delle partite di oggi pomeriggio di domani

Riepiloghiamo le probabili formazioni così come riportate da SkySport

CROTONE-SPEZIA, sabato ore 15

Crotone, casting in mezzo al campo

Il rosso rimediato da Petriccione pesa non poco nell’economia dell’XI titolare di Stroppa. Cigarini, al pari di Rispoli, è ancora in infermeria e non sarà convocabile. Benali invece è in dubbio per un problema muscolare. Vulic dovrebbe quindi rientrare dal 1’ ma al centro del campo c’è l’opzione Zanellato. Più complicata ma non impossibile, la scelta di Eduardo Henrique. Davanti nulla dovrebbe cambiare ma attenzione a Riviere che, con Dragus, si candida per una maglia da titolare. E quindi ecco una terza opzione: Messias arretrato in mediana con Simy che avrebbe al proprio fianco uno tra Dragus e Riviere.

Spezia, Nzola assente

Tridente d’attacco che non sarebbe dovuto cambiare rispetto all’ultima uscita ma che vedrà il probabile impiego di Piccoli dato che Nzola sarà assente per motivi personali e quindi non figora tr i convocati. In difesa c’è Marchizza che scalpita. Era entrato nel secondo tempo contro la Lazio e tutto lascia supporre che possa essere anche una soluzione dal primo minuto. In mediana invece c’è Pobega pronto ad essere riaggregato al gruppo. Maggiore resta favorito più che altro per una migliore condizione fisica ma il centrocampista in prestito dal Milan non è detto al 100% che parta dalla panchina.

TORINO-UDINESE, sabato ore 18

Torino, Rodriguez torna a sinistra

Assenze di rilievo in casa granata. Murru è fuori dai giochi mentre sul fronte Ansaldi, Giampaolo spera di recuperarlo per la sfida contro l’Udinese. Non dovesse farcela, ci sarebbe solo Rodriguez come esterno sinistro di ruolo. Ecco perché è un Torino che può tornare con il 4-3-1-2 con Lukic a supporto del tandem Belotti-Zaza. Da valutare la chiamata di Verdi non ancora totalmente al 100%

Udinese, Arslan resta squalificato

La gara contro l’Atalanta è stata rimandata e quindi Arslan non ha potuto ancora scontare il turno di squalifica. Il centrocampista quindi resta ai box ‘di nuovo’ fermato dal giudice sportivo. L’infortunio di Jajalo complica i piani di Gotti che però ha varie soluzioni a centrocampo. Walace e Mandragora sono opzioni più che percorribili ma occhio anche al possibile accentramento di De Paul. In attacco Okaka e Lasagna sono tornati in gruppo ma forse è ancora presto per vederli indossare una maglia dal primo minuto

LAZIO-VERONA, sabato ore 20:45

Lazio, Luis Alberto a forte rischio

Dopo la storica qualificazione agli ottavi di Champions, Inzaghi ha concesso un bel po’ di riposo ai suoi giocatori. Col Verona probabile ma non scontato che ci sarà turnover ma intanto ci sono da risolvere tre dubbi ‘veri’: il primo riguarda la porta con Reina in ballottaggio con Strakosha. In difesa invece Patric potrebbe dare il cambio a Luiz Felipe ma anche qui nulla è ancora deciso. Infine l’attacco: ci sono in lizza Pereira, Correa e Caicedo per far compagnia a Ciro Immobile ma anche Re Ciro potrebbe avere un giro di riposo. Possibile assenza quella di Luis Alberto che venerdì non si è allenato. Al suo posto pronto Akpa Akpro

Verona, Ceccherini squalificato

Assenze certe, recuperi e gente da monitorare. Questa la fotografia di casa Verona: Ceccherini salterà la sfida causa squalifica, Lovato però è pronto a dargli il cambio. Probabile la conferma di Dimarco anche se Cetin sta cercando di tornare a disposizione e giocarsi un posto nell’XI titolare. Prova il recupero anche Nikola Kalinic che nel caso viaggerebbe per al massimo un posto in panchina. Di Carmine resta in pole quale terminale offensivo dei gialloblù.

CAGLIARI-INTER, domenica ore 12:30

Cagliari, Simeone torna ma DiFra sceglie Pavoletti?

In attesa di sapere se anche Godin e Nandez potranno tornare, c’è da registrare in casa Cagliari la nuova negatività del ‘Cholito’ Simeone che quindi sarà a disposizione di Eusebio Di Francesco. In difesa recuperano anche Pisacane e Klavan. Possibile che uno dei due vada a sostituire Carboni al fianco di Walukiewicz. A sinistra Tripaldelli o Lykogiannis ma sulla condizione del secondo c’è sempre un punto di domanda. Davanti come detto Simeone c’è ma occhio perchè Di Francesco, per il momento, sembra intenzionato a lasciare Pavoletti titolare

Inter, Sanchez favorito. In mezzo c’è Barellla

La missione più difficile è dimenticare in fretta la delusione di Champions e continuare a macinare punti in campionato. Per l’Inter non sarà semplicissimo dal punto di vista mentale ma anche a livello fisico c’è chi è bello stanco (e all’orizzonte c’è l’infrasettimanale). Davanti possibile chance dall’inizio per Sanchez. Ancora terapie per Arturo Vidal mentre Barella dovrebbe aver smaltito il problema alla caviglia. Sulla destra favorito Darmian. Dietro dovremmo vedere la stessa Inter di Champions anche se D’Ambrosio e Ranocchia sperano ancora in una maglia da titolari

ATALANTA-FIORENTINA, domenica ore 15

Atalanta, Pessina favorito. Gomez dalla panca?

Dalla lite alla qualificazione. Settimana davvero intensa a livello emozionale per la Dea che a Bergamo riceve la Fiorentina del ‘bresciano’ Prandelli. Il dubbio Ilicic c’è e ci sarà per lungo tempo ma c’è soprattutto da capire il livello di stanchezza dei vari ‘eroi’ di Amsterdam. Gasperini potrebbe cambiare in difesa e sulle corsie esterne ma il duo Hateboer-Gosens resta in pole. Davanti c’è una doppia opzione che strizza l’occhio al turnover: Malinovskyi è una possibilità ma nel ballottaggio con Pessina c’è quest’ultimo in vantaggio. Attacco made in Colombia con Zapata e Muriel che potrebbero tagliar fuori le velleità di Lammers e anche di Gomez, in ballottaggio con il match winner di Amsterdam

Fiorentina, ansia per Castrovilli

C’è ‘solo’ un problema in casa viola. Prandelli deve monitorare la situazione di Gaetano Castrovilli. Tutti gli altri sono a disposizione del mister ma il giovane centrocampista azzurro si deve riprendere da un problema alla gamba sinistra. Tutto dipenderà da come si sentirà il giocatore. Se non dovesse farcela, nel 4-2-3-1 viola, i tre alle spalle di Vlahovic sarebbero Callejon a destra, Ribery dalla parte opposta e Bonaventura centrale

BOLOGNA-ROMA, domenica ore 15

Bologna, Sinisa resta a tre?

Alla fine cambierebbe solo un elemento della formazione titolare ma molto dipenderà da chi sarà disponibile a destra. Facciamo il punto: Mihajlovic a Milano contro l’Inter ha schierato il suo Bologna con la difesa a 3 e Soriano trequartista. Senza Orsolini e con Sansone non al meglio, al tecnico rossoblù mancava qualcuno che potesse sopperire alla doppia assenza. A quel punto dentro Medel in difesa e esterni alzati in mediana. Contro il Bologna però Sansone potrebbe tornare dall’inizio permettendo così al Bologna di rimettersi a 4 dietro. In porta toccherà a Da Costa dato l’infortunio occorso a Skorupski

Roma, fuori Pedro. Niente di grave per Pellegrini

Sconfitta indolore in Europa per la Roma che però in campionato dovrà sopperire all’assenza dello squalificato Pedro. Dopo il poker preso contro il Napoli e lo 0-0 contro il Sassuolo. I giallorossi vogliono ritrovare la via del gol e i tre punti. Smalling ha ripreso le attività sul campo. Sospiro di sollievo per Pellegrini dato che gli esami non hanno evidenziato interessamenti ai legamenti. L’inglese e l’azzurro sono quindi a disposizione così come dovrebbe esserci anche Veretout. Il francese però potrebbe partire dalla panchina e quindi spazio a Cristante o a Villar in mediana. Entrmbi però sarebbero titolari nel caso mancasse anche Pellegrini. Carles Perez sembra il principale indiziato per sostituire Pedro

NAPOLI-SAMPDORIA, domenica ore 15

Napoli, Ruiz e Politano cercano posto

Contro la Real Sociedad, Gennaro Gattuso ha scelto di schierare un bel po’ di gente che ritroveremo domenica pomeriggio in campo. Occhio quindi al (futuro) turnover del tecnico azzurro. Contro la Samp nulla dovrebbe cambiare in difesa visto che al momento non ci sono nemmeno Hysaj e Rrahmani tornati positivi. Potrebbe forse avere qualche speranza Maksimovic. In mediana Demme e Fabian Ruiz si giocano una maglia mentre, rispetto a Crotone, tornerà Mertens. Alle sue spalle scalpita anche Politano che è in ballottaggio con Lozano

Sampdoria, Bereszynski ko. Ferrari a destra

Cambio forzato nella difesa di Ranieri. A destra Bereszynski non ci sarà causa infortunio. Al suo posto ci dovrebbe essere Ferrari. Yoshida pare in netto vantaggio su Colley per affiancare Tonelli ma attenzione perchè quest’ultimo è in forte dubbio al pari di Gabbiadini. Senza l’azzurro sarà coppia forzata Colley-Yoshida. In mediana torna Ekdal con Jankto favorito a sinistra. Dietro a Fabio Quagliarella pronto a tornare titolare Ramirez

GENOA-JUVENTUS, domenica ore 18

Genoa, sicurezze solo in difesa

Senza Zapata, in difesa ci sono poche alternative alla linea che prevede Masiello e Pellegrini esterni, con Bani e Goldaniga centrali. Più problematico risolvere i rebus di centrocampo e attacco. Pjaca può giocare in entrambi i reparti. Badelj e Zajc cercano posto ma ricordiamo sempre che c’è anche la soluzione a tre dietro con avanzamento in mediana degli esterni. In attacco sempre viva la candidatura di Pandev mentre in porta rivedremo uno degli ex di questa partita ovvero Mattia Perin.

Juventus, Pirlo ritrova Morata

La vittoria con tanto di primato nel girone di Champions, può aver fatto schizzare verso l’alto le azioni di qualche elemento della rosa di Andrea Pirlo. Primo fra tutti McKennie che, in casa bianconera, è quello che vince più contrasti e mediamente recupera più palloni. La Corte d’Appello ha ridotto la squalifica di Morata che quindi torna a disposizione con un turno d’anticipo. A livello di formazione, il 4-4-2 bianconero dovrebbe prevedere una catena di sinistra con Alex Sandro e Chiesa. Esterno destro Kulusevski mentre in mezo favoriti McKennie e Rabiot.

MILAN-PARMA domenica ore 20:45

Milan, Ibra non ce la fa

In Europa League Pioli è forse riuscito nell’impresa di non schierare nell’XI titolare quasi nessun giocatore impegnato contro il Parma. I due che potrebbero ‘stravolgere’ questo primato sono Castillejo e Tonali. Il primo però deve battere la concorrenza di Saelemaekers, il secondo potrebbe lasciar spazio al rientrante Bennacer. E Ibra? Lo svedese ha svolto ancora lavoro differenziato e non ce la fa a recuperare in tempo per il Parma. Rebic resta punta con duello Diaz-Hauge sulla sinistra. Ibra proverà a tornare fra i convocati per Genoa-Milan di mercoledì, se starà meglio.

Parma, Kucka in dubbio

Quattro assenze certe e due giocatori da cercare di recuperare per tempo. Liverani va a casa della capoclassifica col dubbio Kucka. L’ex rossonero deve ancora smaltire una botta alla gamba ed è a rischio convocazione. Brugman o Scozzarella le possibili alternative. Dietro sono quasi contati con però un Gagliolo in più rispetto all’ultima uscita di campionato. Brunetta potrebbe essere un serio candidato sulla trequarti

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home