Connect with us

Ultime news

Serie A, da Ibrahimovic a Cristiano Ronaldo: ecco perchè in Italia gli over 35 fanno ancora la differenza

Il nostro è un campionato di ‘vecchi’? Perché nel 2020 a fare la differenza sono ancora Zlatan Ibrahimovic, che ha compiuto 39 anni il mese scorso, e Cristiano Ronaldo?

Il livello della Serie A – Non esistono spiegazioni semplici, né verità inconfutabili. Ma non c’è dubbio che i fattori siano molteplici. Il primo è probabilmente da ricercare nel nostro campionato. Tatticamente complicato, spigoloso, ma non c’è dubbio che se guardi una partita di Serie A e la confronti con una di Premier League – ma anche di Bundesliga – il ritmo e l’intensità siano inferiori. Si gioca a una marcia in meno, e questo permette a questi campioni di poter fare ancor di più la differenza.

La cura di sé – Fateci caso, a riuscire in questa impresa sono soprattutto giocatori che hanno fatto del culto del proprio corpo, della cura di sé, un fattore imprescindibile. Giocatori come Cristiano Ronaldo o Zlatan Ibrahimovic, ma anche Fabio Quagliarella, Rodrigo Palacio o Giorgio Chiellini, sono giocatori maniacali nella cura del corpo. In questo modo, riescono a spingerlo oltre. Tutt’altro che esempi di genio e sregolatezza, insomma.

Chi sono gli eredi? C’è poi da fare un confronto anche tra questi grandi campioni e quelli che, in teoria, dovrebbero prendere il loro posto. Chi sono? Ci sono? La Serie A che 20 anni fa era la casa dei grandi campioni da tempo non è più l’epicentro del calcio e in Serie A è totalmente venuta meno una fascia di giocatori di altissimo livello che oggi militano in altri campionati. Per intenderci, i migliori giocatori che oggi hanno tra i 27 e i 32 anni (ma anche quelli più giovani) oggi non giocano in Italia.

Tecnica di base – Finalmente, si sta riprovando a mettere il pallone al centro di tutto. Però la tecnica di base per troppi anni è stata sacrificata nel calcio giovanile sulla base di un atletismo che era l’unico fattore di scelta. L’unico parametro utile per decidere chi mandare avanti e chi no. Anche qui, l’impressione è che si sia saltata una generazione, forse anche due, e le doti tecniche di chi è emerso 20 anni fa difficilmente le ritrovi nei giocatori protagonisti degli ultimi 10-15 anni.

Fonte: Tuttomercatoweb

loading...

Redattore, appassionato di calcio italiano ed estero... Curo e seguo con molta attenzione tutti i migliori campionati esteri.

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in Ultime news