Connect with us

altri sport

Australian Open, i quarti: Federer surreale, Djokovic una macchina. Avanti anche Zverev e Thiem

Saranno Federer-Djokovic e Zverev-Thiem le semifinali del primo slam stagionale. Lo svizzero avrà la prima rivincita ai cinque contro Nole dopo la sconfitta a Wimbledon. Prima volta in semi ad uno slam per Zverev

Sandgren-Federer 3-6 6-2 6-2 6-7 (8-10) 3-6

Surreale. Questo il primo aggettivo che viene in mente dopo aver visto la battaglia tra Federer e Sandgren. Lo svizzero è riuscito a vincere una partita salvando sette match point: dejavù della già incredibile vittoria ai sedicesimi contro Millman. Altra pagina indimenticabile dell’infinita carriera di Re Roger che a 38 anni e 173 giorni non smette di stupire.
Il momento più intenso del match è stato il tie-break del quarto set quando Sandgren, avanti 6-3, ha avuto tre match point consecutivi. Con l’acqua alla gola Roger è riuscito a gestire gli scambi con un’intelligenza tattica fuori dal comune: giocando colpi tagliati e controllando perfettamente il campo, ha aspettato gli errori dello statunitense. Una volta pareggiati i mini-break, Federer ha sfruttato l’evidente momento di difficoltà dell’avversario (sette errori non forzati nel solo tie-break) e ha vinto il set. Inevitabile il crollo mentale di Sandgren, che si è concesso al Maestro con un veloce 3-6.
«Sono stato fortunato, non meritavo di vincere: sette match point sono fuori da ogni controllo — ha detto Federer con una sportività all’altezza della sua leggenda —. Ma ho sempre creduto nei miracoli e non ho smesso di lottare. Sono indolenzito e felice, cercherò di recuperare freschezza per la semifinale. Chi l’avrebbe detto? A quest’ora potevo essere sulle Alpi svizzere a sciare…».

Raonic-Djokovic 4-6 3-6 6-7 (1-7)

Ingiocabile. Il Djokovic di questi Australian Open è una macchina che non lascia scampo ai propri avversari. Un solo set concesso in tutto il torneo per Nole, per di più al primo turno. Il campione in carica non ha alcuna voglia di lasciare lo scettro.
Dopo aver cancellato Tsitsipas e aver eliminato Cilic, il canadese Raonic, sorpresa del torneo, sembrava un avversario più che credibile per il serbo. Djokovic lo ha eclissato senza problemi.
La sfida era stata presentata come quella tra il miglior battitore e il miglior ricevitore del torneo e sotto quest’ottica ha avuto meglio la difesa: Raonic ha messo a segno solo 5 ace.
Il decimo successo in altrettanti incontri contro il canadese regala a Djokovic (e a tutti gli amanti del tennis) la semifinale contro Federer. Sarà il cinquantesimo atto di una rivalità che vede il serbo avanti 26 a 23.
Federer ha vinto l’ultimo scontro diretto alle finals di Londra, ma l’ultima volta che i due si sono scontrati in uno slam è stata nell’epica battaglia di Wimbledon, in cui a spuntarla fu Djoker.
Occhio infine al fattore campo: l’Australian Open è senza dubbio lo slam preferito di Djokovic, dove il serbo ha trionfato più volte (7) e dove ha vinto ogni volta in cui ha raggiunto le semi.

Novak-Djokovic-Australian-Open-2020-via-Twitter-@AustralianOpen-3

Wawrinka-Zverev 6-1 3-6 4-6 2-6

Nel braccio di ferro tra Wawrinka e Zverev, ha la meglio il giovane tedesco.
Lo scontro generazionale tra il 34enne e il 22enne è stato molto fisico, deciso dai lunghi scambi da fondocampo. C’erano stati solo due precedenti tra i due, vinti entrambi da Zverev, ma il ragazzo dovrà farne di strada prima di raggiungere i successi del suo avversario tre volte campione slam.
L’inizio è tutto per Stan, che in 20 minuti si ritrova a condurre per 5-0. Zverev ci mette un po’ a prendere le misure ma dal secondo set inizia ad ingranare e ad intuire i servizi dell’avversario.
Decisiva la condizione fisica in un match giocato con un caldo torrido, ma è soprattutto grazie alla gestione dei turni di battuta e alla conquista di break ben distribuiti nel corso dei successivi set, il numero sette al mondo conquista la prima semifinale slam della sua carriera.
“Se è il mio trionfo più grande? Quello resta la vittoria alle finals di due anni fa. Se però dovessi arrivare in finale diventerebbe quello il giorno migliore”.
Standing ovation per lo Zverev filantropo: “confermo che se dovessi vincere, donerò l’intero montepremi per la causa (2.532.000 euro). Ci sono troppe persone che hanno bisogno dei soldi molto più di me. Che faccio, mi compro qualche macchina sportiva? Quando qui c’è gente che ha perso la casa?”

Stan-Wawrinka-e-Sascha-Zverev-Australian-Open-2020-via-Twitter-@AustralianOpen-720x480

Thiem-Nadal 6-7 (3-7) 6-7 (4-7) 6-4 6-7 (6-8)

Il primo slam della stagione perde il numero uno al mondo, sconfitto da un grande Thiem.
Chirurgico l’austriaco nel vincere i primi due tie-break. Bravo Nadal a non mollare nel terzo.
Momento di panico per Thiem nel quarto, quando in vantaggio per 5-4 non è riuscito a chiudere l’incontro sul suo turno di battuta.
Nel tie-break il numero cinque Atp fallisce due match-point e sembra che l’inerzia stia per cambiare, ma grazie a un passante vincente e a un errore non forzato di Nadal, l’austriaco trova il bandalo della matassa. Raggiunge la sua terza semifinale slam, prima fuori dalla terra battuta di Parigi.

Tennis Australian Open 2020

Programma semifinali:

Federer-Djokovic Giovedì h:09.30

Thiem-Zverev Venerdì h:09.30

Studente di Scienze Politiche, aspirante Giornalista e appassionato di calcio e tennis

Click to comment

Rispondi


I nostri partner…

Champions League

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in altri sport