Connect with us

altri sport

Volley, mondiale per club: Apoteosi Italia,Civitanova campione del mondo!!

Dopo Conegliano, anche la squadra dei cucinieri entra nella leggenda del volley. Battuto 3-1 il Sada Cruzeiro e completato un treble straordinario nel 2019. De Giorgi al terzo trofeo da quando è sulla panchina della Lube

BETIM (Brasile)- Ore 15 ed ore 19:04… che cosa vogliono dire questi due orari italiani? Soprattutto, che cosa hanno in comune Siaoxing e Betim, separate da due continenti agli antipodi tra loro? Qualcosa in comune ce l’hanno. In queste due città, l’una dall’altra parte del mondo rispetto all’altra, si è riscritta la storia della pallavolo mondiale.

L’Italia ha centrato una doppietta leggendaria, grazie alle prime volte di Conegliano e Civitanova, che hanno battuto 3-1 (altro aspetto in comune), i rispettivi avversari dell’Eczacibasi e  del Sada Cruzeiro, aggiungendo quel trofeo che, soprattutto la Lube, inseguiva da anni, senza mai arrivarci.

Come l’Imoco, anche la Lube voleva questo titolo iridato, da aggiungere ad una bacheca già ricchissima, dato che in trent’anni ha già avuto il lusso di portarsi a casa venti trofei, così come la compagine veneta ha già avuto il privilegio di portarsene a casa ben otto in appena otto anni.

Ed ecco , allora, subentrare il cosiddetto “fattore C”.

Che indica la forma volgare della fortuna, certo, -anche se alla fine, come in tutte le cose, la fortuna è frutto di ciò che viene piantato dall’uomo-, ma è anche l’iniziale di Conegliano e Civitanova.

Due città piccole (circa 35000 persone a testa), di produzione agricola e ed industriale, separate da circa 800 km tra di loro.

Due città che, questa notte, si ritroveranno vicine nella leggenda mondiale del volley, condividendo lo stesso tetto.

Il tetto del mondo.

La partita

Dopo un set tirato, vinto a fatica dai cucinieri, il Sada Cruzeiro ha tirato fuori gli artigli nel secondo parziale, massacrando la Lube con un servizio a fulmicotone e un muro ermetico, riuscendo ad impattare sull’ 1-1 e lasciando presagire l’ennesima delusione per i tifosi e per la squadra biancorossa.

Invece, il Dio della pallavolo -grazie alla volontà di Civitanova-, ha deciso che questo dovesse essere l’anno della Lube.

Ed ecco, allora, un terzo set riservato per soli cuori forti, terminato 31-29 in favore della Lube, che da lì ha saputo trovare le certezze per chiudere sul 3-1 il quarto parziale e salire sul tetto del Pianeta, completando un treble leggendario nel coso di questo 2019:

campione del proprio paese;

campione del proprio continente;

campione del mondo.

Soprattutto, per De Giorgi è arrivato il terzo trofeo in appena sette mesi, a completare un anno stellare per l’allenatore leccese, giunto in corsa sulla panchina della Lube, (dove già aveva vinto il titolo italiano nel 2006 contro Treviso), dopo le dimissioni di Medei a Natale che avevano lasciato lo spogliatoio in un clima al limite della guerra civile.

Una prima volta che difficilmente all’interno della Lube dimenticheranno facilmente.

Perché, da questa notte, mette le Marche e l’Italia al centro del mondo del volley.

Un volley che, oggi, significa leggenda C.

Leggenda Conegliano e Civitanova.

 

Laureato al DAMS e appassionato di sport, in particolare calcio e pallavolo, voglio fare di questa passione un mestiere

Click to comment

Rispondi


I nostri partner…

Champions League

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in altri sport