Connect with us

altri sport

Volley, Mondiale per club: Imoco maestosa, semifinale ipotecata

Le ragazze di Santarelli battono 3-1 la corazzata turca dell’Eczasibasi e ipotecano la semifinale al primo,storico appuntamento al Mondiale per club

SIAOXING (Cina)-Ci sono due tipi di notti che caratterizzano l’uomo: quella che porta consiglio per alleviare i tormenti e quella fatta per fare festa. Nel caso dell’Imoco Volley Conegliano, alla prima, storica partecipazione ad un mondiale per club, è valsa la seconda opzione. Soprattutto per i suoi tifosi che, pur costretti ad orari discutibili per seguire la partita (si è giocata alle 3 di notte in Italia, le 10 in Cina, a causa dello scarto di sette ore che divide noi e il paese asiatico), si sono potuti godere un’impresa storica, che lancia la società veneta verso le semifinali iridate di sabato. Ovviamente bisogna ancora tenere il profilo basso, ma, visto il volume e il tipo di gioco espresso contro la corazzata turca dell’Eczasibasi, potrebbe non essere così proibitivo veder salire la cittadina di Conegliano, -35000 anime alle porte di Treviso e recentemente insignita del patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO per le sue colline dove si produce il miglior prosecco al mondo-, sul tetto del mondo del volley. Ma la parola, come sempre, spetta al campo, che ci dirà se la società gialloblù avrà le carte in regola per diventare campione del mondo e conquistare così il primo trofeo internazionale, dopo aver già vinto lo scorso 16 novembre la Supercoppa Italiana contro l’Igor Gorgonzola Novara.

Intanto, ci si gode questo primo appuntamento, dove le ragazze di Santarelli, invitate al gran ballo del G8 mondiale del volley, hanno saputo ben comportarsi in un ballo dove si esibivano per la prima volta.

La partita

Dopo i primi due set combattuti ma comunque portati a casa dall’Imoco, l’Eczasibasi ha provato a mettere paura all’attenta compagine di Santarelli, dominante soprattutto nella fase di muro-difesa (13 complessivi, 5 solo della centrale olandese De Krujif), vincendo il terzo set e conducendo per un buon terzo il quarto set, lasciando presagire il peggio per i colori azzurri. Ma mai sottovalutare la pantera ferita, perché sa sempre tirare fuori gli artigli e graffiare quando si trova in difficoltà. Come ha fatto Conegliano, sapendo rimontare dal 7-10 in favore delle arancio blu di Istanbul al 23-20 a proprio favore, grazie all’apporto di Paola Egonu, che ha chiuso con 29 punti in attacco, con un roboante 64%, lasciando a bocca l’altra protagonista attesa della notte italiana, l’opposto serbo Tijana Boskovic, che ha chiuso con soli 14 punti complessivi.

Un 3-1 che certifica le ambizioni della società, desiderosa come non mai di arrivare fino in fondo e mostrare al mondo che è lei la più forte. E chissà che l’occasione perfetta per prendersi la vendetta non possa essere proprio contro quella Igor che l’anno passato è salita sul tetto d’Europa, battendola 3-1 nella finale di Champions League dello scorso 17 maggio a Berlino.

Perché, se è vero che la vendetta è un piatto che va servito freddo, bisogna anche saper creare le occasioni per battere il nemico, dopo averlo conosciuto e imparato la lezione.

Ma questa, è un’altra storia. Oggi ci godiamo la storia di una vittoria contro una grande squadra e favorita alla vittoria. Sperando che domani, si possa scrivere la leggenda.

 

 

Laureato al DAMS e appassionato di sport, in particolare calcio e pallavolo, voglio fare di questa passione un mestiere

Click to comment

Rispondi


I nostri partner…

Champions League

Ti Consigliamo…








Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio


La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in altri sport