Connect with us

home

La Samp ferma l’Atalanta: 0-0 a Marassi

La Sampdoria cercava continuità dopo la vittoria esterna contro la SPAL, l’Atalanta il riscatto della brutta sconfitta casalinga col Cagliari. Alla fine, visto quanto espresso dalle due squadre questo pomeriggio a Marassi (12° turno di Serie A), il pareggio a reti inviolate è sicuramente il risultato più giusto. Con un punto che dà ulteriori convinzioni ai blucerchiati di Ranieri, seppur ancora terzultimi in classifica a quota 9 punti, e rappresenta invece un secondo (mezzo) passo falso per gli orobici, ora sesti con 22 lunghezze.

Atalanta poco ispirata, la Samp tiene bene – Inizio timido a Genova. La Samp, allineata con un 4-4-2 senza trequartista, copre bene gli spazi e non si lascia sorprendere dal miglior attacco del campionato, mentre sul fronte opposto la Dea non riesce a estrarre il cilindro dal cappello. Il primo sussulto arriva così al 9′ con un tiro da buona posizione di Pasalic che colpisce l’esterno della rete, poi i blucerchiati perdono Bonazzoli per un problema muscolare (dentro Caprari al 12′). Il tempo passa, proprio il neo-entrato Caprari cerca di trascinare i suoi con qualche scorribanda velenosa, ma i due reparti avanzati sono troppo sterili e si va a riposo con un bel calcio di punizione di Malinovskyi neutralizzato da Audero in chiusura e col risultato dunque ancora invariato. Buona disposizione in campo per la compagine di Ranieri, ben coperta e pronta a ripartire all’occorrenza in contropiede contro un’Atalanta poco fantasiosa.

Caos, stanchezza ed espulsione – Il secondo tempo si apre con ancora più confusione del primo, il gioco è spezzettato e si producono poche trame prolungate. Jankto viene subito chiuso bene da un’uscita provvidenziale di Gollini al 46′, poi ecco la consueta girandola dei cambi: entrano Barrow e Arana da una parte e Ramirez dall’altra. L’Atalanta recrimina al 72′, quando proprio il neo-entrato gambiano viene atterrato al limite da Ferrari: soltanto cartellino giallo e nessun fallo da ultimo uomo secondo Irrati. Che non è dello stesso avviso due minuti più tardi, espellendo Malinovskyi per doppia ammonizione dopo un’entrata dura su Vieira. Le sostituzioni continuano, ma la stanchezza inizia presto a prendere il sopravvento. Da una parte la Samp si accontenta così di un punto che allunga a tre partite la striscia positiva, dall’altra la Dea – con un uomo in meno – non ha più la forza di attaccare con convinzione. A Marassi finisce in questo modo, senza né vincitori né vinti. E con tante aspettative disilluse per chi si aspettava una sfida avvincente e coinvolgente.

Ideatore e Fondatore del Sito, appassionato di calcio e studente di Giurisprudenza

Click to comment

Rispondi


I nostri sponsor…

Champions League

Ti Consigliamo…








Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio


La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home