Connect with us

altri sport

L’ottava meraviglia di Marc

Nel biliardo, esistono tre categorie di giocatori: i buoni giocatori, i campioni e le leggende.
I primi, sono quelli dotati di un buon talento, ma ai quali manca sempre la palla numero otto da mandare in buca per compiere il decisivo salto di qualità;
I secondi, invece, sono quelli che ce la mandano spesso, dovendo fare delle magie per riuscirci;
Infine, i terzi appartengono ad una categoria che fa parte di una storia a sé, per quanto siano forti ed irraggiungibili per gli altri.
Se si dovesse paragonare Marquez ad un giocatore di biliardo, lo si paragonerebbe a metà tra il campione e la leggenda di questo sport.
Perché, se è vero che la sua superiorità è stata fin troppo schiacciante per gli avversari, a tal punto da permettergli di vincere il suo ottavo titolo mondiale con quattro gare d’ anticipo, è altrettanto vero che, per giungere alla vittoria del gran premio della Thailandia svoltosi ieri a Buriram, ha dovuto fare un’ autentica magia su Quartararo, il giovane e ruspante “rookie” della Yamaha Team Petronas che aveva dominato sin dal venerdì questo weekend sulla pista thailandese, beffato all’ultima curva da un sorpasso incredibile del catalano, che lo ha consacrato campione del mondo per l’ottava volta in dieci anni, con sei titoli mondiali in MotoGP in sette stagioni.
Numeri impressionanti, che fanno del centauro della Honda, a ventisei anni e otto mesi, uno dei piloti più forti della storia del motomondiale e lo portano ad un solo titolo da un’ élite ristretta di piloti con nove titoli mondiali che comprende anche Valentino Rossi, ieri giunto ottavo nel quintultimo appuntamento della stagione.
E l’impressione, vista anche la carta d’identità che gioca a suo favore, è che il dominio del “Cabroncito” sia destinato a durare per molto tempo.
Questa vittoria, seppur nata con una magia all’ultima curva, non è comunque da bollare come pura casualità.
Infatti, dopo aver messo in mostra un passo gara nettamente superiore rispetto agli altri, nonostante una bruttissima caduta nella prima sessione di prove e un’altra durante le qualifiche del sabato, Marquez aveva comunque centrato la prima fila, lasciando intendere che, se gli altri avessero voluto vincere, lo avrebbero dovuto battere in gara.
Cosa tutt’altro che facile, conoscendo la classe del pilota numero 93 e che poi, effettivamente, è successa.
Già al “pronti, via”, Marquez era riuscito a stare dietro al poleman Quartararo, partito meritatamente per la quarta volta in stagione dalla prima casella dopo il dominio messo in atto per tutto il fine settimana.
Grazie ad una serie costante di giri tra l’ 1:30 alto e l’1:31 basso, il francese e lo spagnolo avevano creato un gap importante sulla Yamaha ufficiale di Vinales, divenendo gli unici due in grado di potersi giocare la vittoria.
Una vittoria che, alla fine, ha premiato la tattica attendista del pilota iberico della scuderia di Saitama, grazie al sorpasso all’ultima curva che gli ha permesso di centrare la terza vittoria di fila dopo San Marino ed Aragon, nonché la nona in questa stagione.
“Vincere 15 mondiali? E chi sono, Superman? Non lo so, ma non credo di farcela (…)
Il problema più importante per il prossimo anno sarà la motivazione e la ricerca di nuovi stimoli per confermarsi. Quando gli altri vanno più forte, devi cominciare inevitabilmente a farlo anche tu”.
Queste erano state le dichiarazioni goliardiche del campione del mondo ai microfoni di Sky dopo i festeggiamenti per il suo ottavo mondiale, che hanno dato l’impressione di un Marquez che non sembra avere la minima intenzione di smettere di vincere ma che è consapevole che l’anno prossimo sarà più difficile.
Intanto, in attesa del fratello Alex, anche lui in procinto di diventare campione del mondo in Moto2, a Cérvera si festeggia l’ottava meraviglia di Marc, capace di mandare la palla numero otto in buca al primo tentativo utile.
Una palla numero otto che, oggi, significa essere un grande campione, con uno sguardo rivolto sulla leggenda.
Un’ ottava meraviglia che, oggi, porta il suo nome.

Laureato al DAMS e appassionato di sport, in particolare calcio e pallavolo, voglio fare di questa passione un mestiere

Click to comment

Rispondi


I nostri sponsor…

Champions League

Ti Consigliamo…








Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio


La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in altri sport