Connect with us

home

Diabolik, il vento incendia le candele e l’altarino brucia: poi tutto viene risistemato

La panchina del Parco degli Acquedotti, vicino alla quale lo scorso 7 agosto è stato ucciso il capo ultrà della Lazio, Fabrizio Piscitelli, in arte Diabolik, è bruciata nella notte

Con essa anche le bandiere, le sciarpe e gli altri omaggi che i tifosi della Lazio avevano lasciato nel ricordo del leader degli Irriducibili.

Lo riporta Adnkronos. Secondo i vigili del fuoco e gli agenti della polizia, intervenuti poco dopo l’accaduto, l’incendio sarebbe nato a causa delle candele poggiate intorno alla panchina che, per il vento, sarebbero cadute generando le fiamme.

Poi tutto è stato prontamente risistemato, la panchina ricomposta con sciarpe e fiori come era prima.

(Fonte Corriere dello Sport)

Click to comment

Rispondi


I nostri sponsor…

Champions League

Ti Consigliamo…








Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

COVER GIRL SHOW

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio


La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home