Connect with us

altri sport

1994 – 2019 Ricordando Ayrton con un film e delle canzoni a lui dedicate

Song for Ayrton - "Absolute Desire" https://www.youtube.com/watch?v=wB4YAJsAmFk&t=24s

Nell’estate del 2018  contattai Irvin Pillaca, il regista che aveva collaborato con me per altri due lavori, al fine di realizzare un film per ricordare Ayrton Senna.

Dissi ad Irvin:” E’ un dovere morale ricordarlo!”

Irvin è peruviano, in Italia da molti anni, quando morì Ayrton, aveva quattro anni. Alla fine degli anni Novanta vedevo ad Imola vari bambini giocare attorno al monumento dedicato ad Ayrton, vicino alla pista. Mi chiedevo cosa avrebbero pensato di lui quei bimbi a distanza di venti, venticinque anni. Non riuscivo a darmi una risposta e adesso la risposta c’è: tutti conoscono il suo nome, ma il pensiero di Ayrton, la sua umanità, la sua generosità,  il coraggio di combattere contro certi sistemi … tutto ciò ha subìto molti ostacoli, soprattutto in questi pochi ultimi anni.

youtu.be/wB4YAJsAmFk

Quando il grande pilota brasiliano è stato ricordato ad Imola, nel maggio 2014, c’erano tanti giovani, che con entusiasmo parlavano di lui. Erano venuti dall’Austria i genitori di Roland Ratzemberger, il pilota morto sulla stessa pista sabato 30 aprile. Davvero commovente il loro intervento. Assieme ai giornalisti Zermiani, Schittone, Turrini, che presentò il suo libro “In viaggio con Ayrton”, era presente anche Dino Zoff, che da sempre ama le corse automobilistiche, da ragazzo lui stesso correva. Però in soli cinque anni tanti valori morali e sportivi, che Ayrton sosteneva, sono stati ulteriormente schiacciati dai mezzi mediatici, dai politici e conseguentemente dalla gente, che è sempre più lontana dalla generosità, dalla solidarietà, dalle lotte per degli ideali.

Abbiamo iniziato a lavorare al filmato per ricordare Ayrton a fine ottobre 2018 all’Autodromo di Monza e nei primi mesi del 2019 ci siamo recati all’Autodromo di Imola. Ringrazio per le autorizzazioni concesse per le riprese.

Sono autrice della sceneggiatura, e ho preso in considerazione il Gran Premio del Principato di Monaco del 1984, 6 giugno 1984. C’era una pioggia battente, Monaco era foresta pluviale quel giorno, una pioggia davvero impressionante, ma la gara venne fermata solo alla fine del 31° giro. C’erano piloti di grande rilievo, ma tutti ad un certo punto furono bloccati da quel diluvio, ricordiamo Lauda, Mansel, Patrese, per fare solo qualche nome. Proprio durante quella gara Ayrton si fece conoscere alla guida della Toleman motorizzata Hart, proseguì con decisione malgrado la pista impossibile; un altro ragazzo coraggiosamente proseguì, Stefan Bellof, alla guida della Tyrrell-Ford Cosworth, ma Stefan non ebbe modo di esprimersi, di realizzarsi, morì l’anno successivo, il 1° settembre 1985. Nel tentativo di superare Jacky Ickx alla 1000 km di SPA, si schiantò contro il muretto a 260 km/h.

Abbiamo finito con le riprese del filmato alla fine del mese di maggio 2019. Con Irvin, e l’aiuto regista Candy Carmona, abbiamo cercato spunti di settimana in settimana, di mese in mese e li abbiamo trovati. Il gentilissimo Alessandro Crippa, proprietario di un negozio vicino all’Autodromo di Monza, ha recitato nel nostro film, e cosa aveva nel suo negozio? Un pezzo dell’alettone della macchina di Ayrton del 1984, un pezzo del quale giustamente è gelosissimo.

C’erano delle bellissime costruzioni, vicine al tracciato di Monza, sono quasi tutte scomparse, rimane un ultimo bell’edificio “a misura d’uomo”, con dei murales di artisti siciliani, che esprimono gioia, felicità, entusiasmo per la Formula 1, resistono anche i colori della vettura di Senna, i murales sono stati eseguiti proprio nel 1984 e lì abbiamo fatto alcune riprese.

Il film inizia con il ricordo del Gran Premio del 1984, un anno che ritroviamo in varie occasioni, e poi si susseguono delle testimonianze molto interessanti. Abbiamo avuto la fortuna di poter avere una testimonianza eccezionale, quella di Ezio Zermiani, uno dei giornalisti sportivi più colti, più preparati della  RAI, e soprattutto Ezio Zermiani sta con la gente, non è né snob né divistico. L’ho contattato assieme ad Irvin il 21 marzo 2019 e ci ha dato subito la sua disponibilità, poi mi sono ricordata che il 21 marzo era la data di nascita di Ayrton.

Le testimonianze di Ezio Zermiani, di Suor Chiara Cristina, di Riccardo Corio, dirigente dell’Unione Società Sportive Monzesi, una mia testimonianza, fanno emergere la straordinarietà di Ayrton, e quanto lui fosse maturato in dieci anni, dal 1984 al 1994, e non è facile per chi è sempre sotto i riflettori.

Ayrton aveva capito la grande importanza del fattore umano e soprattutto il valore fondamentale della spiritualità, che ci porta a Chi veramente dà un significato alla nostra vita e può rispondere alle nostre assillanti domande di sempre:”Da dove veniamo, chi siamo, dove andiamo?”.

Ayrton diceva con entusiasmo e spontaneità:” Io parlo con Dio.”

I giornalisti spesso lo prendevano in giro bonariamente e gli facevano notare:”Tu, Ayrton, parli con Dio, ma Prost parla direttamente con Ecclestone.”

Poi anche molti giornalisti capirono che la fede di Ayrton non era fanatismo, era una fede autentica, fortissima.

La sua vita su questa terra finì il 1° maggio 1994, ci fu un brutto incidente durante una gara di Formula 1 sul tracciato di Imola, venne portato all’Ospedale Sant’Orsola di Bologna, dove morì poche ore dopo.

Abbiamo accennato prima alla morte di Ratzemberger  sabato 30 aprile, e  venerdì 29 aprile Barrichello ebbe uno spaventoso incidente su quella pista, si salvò miracolosamente.

Nella macchina di Ayrton ritrovarono in seguito una piccola bandiera dell’Austria. E poche ore prima della sua ultima gara, disse in mondovisione:”Alain mi manchi.” Alain Prost fu per Ayrton un rivale terribile, temibile, ma lo rispettava.

Finora abbiamo potuto proiettare il film e cantare due delle quattro canzoni, che ho scritto per lui (parole e musica) in due contesti molto interessanti: il 9 giugno eravamo al Festival dello Sport, che ogni anno ha luogo all’Autodromo di Monza, un grazie a tutti gli sportivi e dirigenti delle USSM;  il 13 luglio eravamo al Milanlatinfestival, alle giornate dedicate al Brasile, un grazie alla giornalista  Vanessa Medeiros e a Silvio Gori, funzionario del Consolato brasiliano di Milano.

Con noi ha partecipato agli eventi il complesso musicale formato da Geankarlo Vargas, basso, Luca Antonini, tastiere, Giuseppe Molinari e Fabio Danusso, batterie, io ho interpretato le mie canzoni “Absolute Desire” e “El Silencio”. Prossimamente saranno pronte le altre due canzoni.

Desidero menzionari i bravissimi arrangiatori della mia musica: Polina Barinova e Edoardo Milani, che si occupa anche della registrazione musicale e della produzione.

Speriamo di portare il messaggio di Ayrton in tanti altri posti, confidando che non si spenga mai quella luce di generosità e di solidarietà che Ayrton ha acceso in molti cuori.

                                                                 Daniela Asaro

Song for Ayrton – “Absolute Desire”

youtu.be/wB4YAJsAmFk

Sono una persona poliedrica, lavoro in un laboratorio di Fisica e sono molto appassionata di questa materia, soprattutto la Fisica quantistica mi affascina. Sono stata un portiere, ho giocato a calcio e seguo fin da bambina piccolissima la formula 1. Ho eseguito delle sculture, il mezzobusto di Ayrton Senna si trova presso l'Autodromo di Monza, Un ritratto di Giacinto Facchetti si trova presso la Sede dell'Inter. Ho seguito il calcio e l'automobilismo sportivo come giornalista sportiva. Ho elaborato strategie di gioco e per un breve periodo sono stata anche allenatrice di calcio. In quest'anno 2019 ho sentito il dovere morale di ricordare Ayrton Senna. Con il regista peruviano Irvin Pillaca, abbiamo lavorato dal mese di novembre 2018 per realizzare un film in ricordo di Ayrton. Siamo stati sulle piste di Imola e Monza. Abbiamo avuto la fortuna di avere la preziosa testimonianza di Ezio Zermiani, inserita nel filmato. Per Ayrton ho scritto 4 canzoni (parole e musica). Il film è stato proiettato nei box dell'Autodromo di Monza, in occasione del Festival dello Sport il 9 giugno, anche due canzoni sono state interpretate. Al Milanlatinfestival, grazie alla giornalista Vanessa Medeiros, nell'ambito delle giornate del Brasile, abbiamo potuto proiettare il film e cantare le canzoni il 13 luglio. Ci auguriamo di poter ricordare Ayrton in tanti altri ambienti per portare il suo messaggio di generosità, di solidarietà, lui era vicino a tanta gente sfortunata. Sono contenta di poter collaborare con l'interessante sito d'informazione "Momenti di calcio", spero di poter continuare a portare avanti i valori sportivi.

Click to comment

Rispondi


I nostri sponsor…

Ti Consigliamo…








Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

COVER GIRL SHOW

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio


More in altri sport