Connect with us

home

Udinese, il ritorno di Balic una scommessa da vincere

E’ uno dei giocatori più attesi in casa Udinese in vista della nuova stagione, dopo la breve ma utile esperienza con la maglia del Fortuna Sittard (campionato olandese), il talento croato Andrija Balic è ritornato in Friuli con grandi obiettivi e aspettative da parte di tutti.

In tanti tra tifosi e addetti ai lavori sono pronti a scommettere sul talento del centrocampista croato che ritrova a Udine il connazionale Igor Tudor che conosce bene dai tempi dell’Hajduk Spalato. Chi meglio di Igor Tudor può valorizzare un talento finora inespresso come Andrija Balic? L’impressione di tutto l’ambiente è che stavolta il gioiellino croato non potrà fallire, il tecnico bianconero conosce meglio di chiunque altro i pregi e i limiti di Balic, dopo le ultime altalenanti stagioni nelle quali il talento croato non è riuscito a far emergere le proprie qualità, non venendo mai utilizzato comunque con una certa continuità.

Tudor ha grande stima nei confronti di questo ragazzo e l’ha ribadito pure con le sue recenti dichiarazioni: “Balic è un ragazzo che non si è potuto esprimere ai livelli in cui potrebbe. Dipende anche dalle scelte degli allenatori precedenti. A me piacciono i giocatori di qualità e lui è uno di quelli. Mi piace chi sa giocare al calcio, non chi recupera palloni. Il bel gioco è determinato da giocatori che sanno giocare a calcio: Balic sa giocare a calcio, a me piace. Negli anni scorsi a centrocampo sono stati scelti giocatori diversi e lui giustamente ha faticato. Questo non vuol dire che loro non hanno avuto ragione: ci sono modi e modi di raggiungere un risultato. Io di Balic ho detto che se la squadra ha qualità, lui si può esprimere bene. Se si sta dietro a lottare, lui non riesce ad esprimersi

Qualche tempo fa invece parlava così del suo pupillo: “Sono stato il suo allenatore quando aveva quindici anni e io allenavo nel settore giovanile del Hajduk Spalato. Prima di tutto è un bravo ragazzo ed è anche molto intelligente come giocatore. Può giocare in un centrocampo a tre, ma anche più dietro. Va solo aspettato, ha il potenziale per giocare ovunque in mediana. Fisicamente non è ancora pronto, ma ha il talento di chi sa giocare a calcio: sente e vede prima degli altri. E’ un classe ’97, un bambino che aspetta una stagione importante e da protagonista. L’Udinese ha fatto un investimento importante con lui, serve solo del tempo. Può diventare davvero bravo”.

Dichiarazioni più o meno recenti che fanno realmente capire quanta stima ci sia da parte del tecnico friulano nei confronti della stellina croata, Balic non avrebbe potuto augurarsi di meglio per cominciare questa nuova avventura in terra friulana, occasione unica per il centrocampista, decisiva per sè stesso e per il suo futuro. In questi ultimi anni uno degli argomenti più discussi in casa Udinese è stato la mancanza di un regista, di quel centrocampista in grado di creare gioco e di prendere in mano le redini del centrocampo. Balic ha tutto per poter diventarlo, ha le qualità per poter fare la differenza, deve crederci e seguire costantemente i consigli del maestro Tudor.

La stagione che sta per iniziare dev’essere quella del riscatto sia per l’Udinese sia per Balic che ora non può più sbagliare, ora o mai più, il campionato non aspetta e la squadra friulana ha bisogno di lui e del suo indiscusso talento.

MASSIMO LIVA

Click to comment

Rispondi


I nostri sponsor…

Champions League

Ti Consigliamo…








Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

COVER GIRL SHOW

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio


La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home