Ecco quanto guadagnano gli arbitri del nostro campionato…

quanto guadagnano gli arbitri

Nonostante siano spesso criticati, insultati e posti sotto accusa, senza la presenza di un arbitro una partita ufficiale non può avere inizio.

L’arbitro, l’uomo solo contro tutti, armato semplicemente di fischietto, cartellini e da qualche anno di una bomboletta per segnare la distanza della barriera sui calci di punizione.

Un mestiere senza dubbio non facile, pagato però bene.

Come riportato dal Corriere dello Sport, infatti, un direttore di gara incassa circa 3.800 euro a partita, mentre la retribuzione degli assistenti si attesta sui 1000 euro e quella del quarto uomo sui 500.

Anche gli addetti al VAR non se la cavano tutto sommato male.

Si va dai 1.500 euro per chi è proposto direttamente al Var, ai 750 per l’incaricato dell’AVAR.

Infine, per quanto riguarda la Coppa Italia i compensi variano da un minimo di 1000 euro per i primi turni ad un massimo di 3800 per l’arbitro della finale. Stessa cifra spetta inoltre al designato della Supercoppa Italiana.

Fonte: Lalaziosiamonoi.it

Rispondi