Lazio, la follia di Milinkovic Savic costa l’Europa: la parabola discendente di un campione mai stato tale

Incredibile il calcio nel sedere rifilato a Stepinski che ha lasciato la Lazio in dieci è complicato la corsa europea dei biancocelesti: il serbo ha poi chiesto scusa sui social a tifosi e compagni di squadra

La follia di Milinkovic al 34′ del primo tempo ha sancito praticamente la fine dei sogni Champions per la Lazio oramai tenuti in vita solo dalla matematica.

Quel calcione rifilato a Stepinski ha messo in crisi la Lazio e, come dopo ogni sciocchezza accertata, prontamente il serbo ha voluto scusarsi su Instagram coi tifosi e i compagni di squadra per un gesto incomprensibile.

“Voglio chiedere scusa a tutti i miei compagni, tifosi e a tutto il popolo laziale. Non accadrà mai più, mi dispiace che sia successo in un momento così difficile, voglio dimenticarlo il prima possibile. Non molliamo e andiamo avanti fino alla fine!»

Che cosa è successo a Milinkovic Savic? Stagione da fenomeno assoluto lo scorso anno tanto da fargli meritare una valutazione stratosferica da parte del Presidente Lotito che – pare- non lo abbia voluto cedere neanche per 140 milioni di euro.

Difficile da credere ma così raccontano le cronache di mercato dello scorso anno.

Forse proprio il sogno svanito di un palcoscenico più grande di quello offerto dalla Lazio e il sentirsi prigioniero di Lotito ha fatto sì che il giocatore serbo quest’anno si sia reso protagonista di una stagione incolore che ne ha di fatto fatto precipitare la sua quotazione di mercato ed allontanato tutti i grandi club europei.

Il dubbio, però, rimane: Milinkovic Savic è davvero quel campione assoluto ammirato lo scorso anno o è solo un calciatore normale che ha avuto una stagione straordinaria e poi è rientrato nella sua normalità.

Chissà: intanto Lotito si mangia ancora le mani….

Rispondi