Connect with us

home

Il Milan si ferma a Parma. Alves risponde a Castillejo

Il Milan si ferma a Parma, costretto al pari da una squadra, quella di D’Aversa, capace di mettere più volte paura all’avversario nel primo tempo e di pareggiare con caparbietà una gara sbloccata da Castillejo nella ripresa. Proprio l’ingresso dello spagnolo aveva svegliato i rossoneri, brutti e privi di idee nel primo tempo, fino al raggiungimento del vantaggio momentaneo, poi “mozzato” dal calcio piazzato di Bruno Alves nel finale: 1-1 il finale dunque. In virtù di questo risultato, Lazio, Atalanta e Roma hanno una occasione unica di insidiare il quarto posto attualmente occupato dai rossoneri: grande attenzione dunque alle gare a venire, in particolare gli incroci delle romane.

Il rientro di Alves e Gervinho permette a D’Aversa di schierare il Parma con il 3-5-2, modulo che ha restituito alla squadra le certezze perse nel girone di ritorno. Per Gattuso invece una sola significativa novità nell’undici, con Conti titolare in luogo di Calabria. In apertura di sfida squadre molto basse, con la densità davanti all’area di rigore che non consente lo sviluppo di grandi pericoli, per un portiere e per l’altro.

SOLO PARMA – Doppia enorme occasione per il Parma al quarto d’ora: dapprima Ceravolo si invola in porta e viene steso da Donnarumma in uscita bassa, ma è bravissimo il portiere a colpire ben prima il pallone che l’avvesario, poi lo stesso attaccante lavora bene un possesso cedendo a Gazzola sulla destra, cross immediato e rovesciata volante di Kucka dal limite dell’area piccola. Palla che termina di pochissimo fuori dall’incrocio dei pali alla destra del portiere rossonero. Particolarissimo il modo di attaccare del Parma, che fa avanzare gli esterni e svuota l’area di rigore grazie al decentramento degli attaccanti, lasciando così spazio per l’inserimento dei centrocampisti, Kucka in primis.

GATTUSO CAMBIA. E SEGNA – Dopo un quarto d’ora di ripresa con pochissimo costrutto, Gattuso cambia: fuori Bakayoko, dentro Cutrone, col passaggio alla difesa a tre e l’attacco a due, Suso si mette a fare il fantasista. Due minuti dopo entra Castillejo ed è la mossa che sblocca la gara: Suso si decentra e punta Dimarco, scodellando al centro un cross teso che il connazionale devia quanto basta per beffare Sepe sul secondo palo.

IL PARMA TORNA A 4 – Con gli ingressi di Sprocati e Siligardi, fuori Dimarco e Ceravolo, il Parma torna al 4-3-3 e va ancora ad un passo dal gol: è proprio l’esterno ex Verona a sfiorarlo, con un inserimento in area, un dribbling vincente su Donnarumma e un sinistro che si stampa sul palo e poi sul piede di Zapata. I crociati mettono tutto in campo, ma non sono fortunati in zona gol: ci prova anche Kucka, ma il suo inserimento e successiva conclusione termina alta.

PARI ALVES – Con un attacco privo di torri e una disastrosa tradizione nei secondi tempi, al Parma serve un calcio piazzato per rimettere la gara sui binari dell’equilibrio: punizione dal limite, conquistato dal neoentrato Sprocati, battuto in maniera magistrale da Bruno Alves, che batte Donnarumma sul suo palo rendendo amaro il rientro del portiere della Nazionale di Mancini.

loading...

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureato in Giurisprudenza presso l'Università Di Roma Tre

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home