Connect with us

home

Serie A, le probabili formazioni della 30’ giornata

Neanche il tempo di rendersene conto che già oggi comincia una nuova giornata di campionato.

Queste le probabili formazioni:

MILAN-UDINESE, martedì ore 19

Milan, cambi in vista per Gattuso?

Possibile variazione sul tema per il Milan di Gattuso: contro la Sampdoria, a gara in corso, è stato provato un 3-4-1-2 con la coppia Cutrone-Piatek là davanti e Paquetà a supporto. E’ una soluzione che permetterebbe la coesistenza di due punte che per ora hanno giocato davvero poco insieme. Potrebbe certamente accadere che il Milan viri sulla difesa a tre, di nuovo, a gara in corso. Con un 4-3-3 di partenza ci potrebbero essere cambi sulle corsie esterne con Laxalt in ballottaggio con Rodriguez. A centrocampo Kessiè è pronto a tornare titolare con Biglia a lasciargli spazio.

Udiense, due ‘buchi’ causa squalifica

Dopo la bella vittoria all’esordio bis sulla panchina dell’Udinese, Tudor spera nel colpaccio in terra milanese. Il tecnico però non potrà contare su Stryger Larsen e Sandro, entrambi appiedati dal giudice sportivo. In difesa quindi ci potrebbe essere lo spostamento in fascia di Opoku o, in alternativa, l’impiego di Ter Avest. In mezzo si ‘libera’ un posto per Behrami mentre davanti tutto porta a pensare alla conferma del trio De Paul-Okaka-Pussetto.

CAGLIARI-JUVENTUS, martedì ore 21

Cagliari, Maran riabbraccia Pavoletti

Pochi dubbi sul terminale offensivo rossoblù. Pavoletti torna dalla squalifica e sarà rilanciato nell’XI titolare. In difesa Srna e Lykogiannis puntano a scalzare Cacciatore e Pellegrini. In mezzo possibile chance per Romagna. In caso di centrocampo più coperto vista la difficoltà dell’impegno, non è escluso qualche ritorno (Bradaric o Deiola) mentre Joao Pedro potrebbe lasciar spazio a Birsa.

Juventus, fuori tutti i ‘titolarissimi’

Cristiano Ronaldo sta lavorando per tornare in tempo per la Champions. Allegri però deve fronteggiare l’assenza, tra gli altri, di Spinazzola e un Dybala acciaccato ma con qualche possibilità di convocazione. Anche Douglas Costa è ancora indisponibile. In Sardegna dovremmo rivedere la difesa a tre con Caceres e Rugani. In mezzo chance per Bentancur mentre in attacco Mandzukic potrebbe non recuperare dall’attacco febbrile che lo ha colpito. Dentro quindi sicuramente Kean al quale dovrebbe essere affiancato Bernardeschi.

EMPOLI-NAPOLI, mercoledì ore 19

Empoli, due dubbi per Andreazzoli

Con il ritorno di Silvestre dalla squalifica ci sono pochi dubbi sulla difesa titolare: rispetto al weekend scorso dovrà lasciare la maglia da titolare Maietta. A centrocampo le scelte ancora in forse. Acquah pare leggermente favorito su Traorè mentre sulla corsia esterna di sinistra è duello tra Pajac e Pasqual con quest’ultimo però che dovrebbe riprendere posto nella formazione titolare.

Napoli, contusione alla tibia per Mertens

Dopo il netto successo a Roma, il Napoli vuole continuare sulla strada dei 3 punti anche nella seconda trasferta in pochi giorni. Buone nuove su Opsina che è rientrato in gruppo. Terapie per Hysaj e Mertens. L’esterno difensivo potrebbe essere risparmiato in via precauzionale (pronto quindi Malcuit) mentre l’attaccante belga ha riportato un leggero trauma contusivo alla tibia ma la sua condizione non preoccupa più di tanto. A sinistra rientra Zielisnki ma il polacco potrebbe anche far rifiatare qualcuno in mezzo con Verdi confermato nell’XI titolare.

FROSINONE-PARMA, mercoledì ore 21

Frosinone, rientrano Ciano e Goldaniga

Uno era partito dalla panchina, l’altro era in tribuna causa squalifica. Contro il Parma però sia Camillo Ciano che Edoardo Goldaniga dovrebbero riprendere regolarmente posto nell’XI titolare. L’altro attaccante uscirà dal ballottaggio tra Ciofani e Pinamonti (entrambi titolari contro la Spal), A centrocampo, quasi sicura una maglia da titolare per Chibsah, anche lui ‘panchinato’ nella sfida persa domenica pomeriggio.

Parma, oltre a Inglese c’è anche il problema Gervinho

Nella sfida contro l’Atalanta, D’Aversa non ha potuto schierare Inglese, contro il Frosinone, l’allenatore dei ducali, rischia di perdere anche Gervinho. Attacco quindi in via di rivoluzione. Biabiany è fuori per il resto della stagione e non restano molte opzioni. Ceravolo e Siligardi sono praticamente certi del posto in squadra. Sprocati e Schiappacasse dovrebbero giocarsi la terza maglia in caso di riposo forzato per Gervinho. Barillà invece è recuperato e pronto a togliere il posto a Rigoni.

GENOA-INTER, mercoledì ore 21

Genoa, doppia soluzione a sinistra

Prandelli deve fare a meno dello squalificato Criscito. Le ‘storie tese’ tra Zukanovic e Pereira a Udine non dovrebbero avere conseguenze punitive in termini di titolarità. A sinistra ci sono due opzioni: o l’inserimento di Pezzella, esterno naturale, o il dirottamento di Zukanovic con Gunter che andrebbe a riempire il buco al centro della difesa. In attacco torna Sanabria mentre a centrocampo possibile che Bessa ritorni dall’inizio.

Inter, ancora Keita ma Icardi c’è

Stando alle parole di Marotta e soprattutto di Luciano Spalletti, Mauro Icardi è pronto a tornare nella lista dei convocati. Il ‘rientro graduale’ di cui si è sempre parlato dovrebbe però prevedere un’iniziale panchina per l’argentino che, a detta di Spalletti, ha comunque 45 minuti di autonomia (minutaggio che in un paio di allenamenti supplementari potrebbe essere aumentato). In difesa ancora out De Vrij mentre con Perisic e Politano, a completare il trio dietro a Keita, potrebbe rivedersi dall’inizio Nainggolan.

ROMA-FIORENTINA, mercoledì ore 21

Roma, Under o Kluivert ‘panchinano’ Schick?

La convivenza tra Dzeko e Schick per ora non ha dato i risultati sperati. Il bosniaco però non è al meglio ma dovrebbe riuscire a recuperare. Nel 4-3-3 di Ranieri potrebbe trovare posto Under: in caso di panchina per Schick, il turco è favorito sull’olandese. A centrocampo rientra Zaniolo con De Rossi che riposa. Dietro Manolas è squalificato: Juan Jesus spera di entrare in ballottaggio con Marcano. Sempre ai box Florenzi ed El Shaarawy.

Fiorentina, sempre un punto di domanda su Chiesa

I fantallenatori continuano a chiederselo. Federico Chiesa, contro la Roma, tornerà titolare? Al momento le indicazioni dicono che il talento azzurro è un serio candidato alla panchina. Possibile rientro tra i convocati anche per Edimilson. Dietro torna Pezzella dopo la squalifica con Milenkovic in fascia destra. Tridente d’attacco scontato? Forse sì ma non è escluso che Pioli pensi ad un eventuale avanzamento di Gerson con Dabo inserito in mediana con Benassi e Veretout.

SPAL-LAZIO, mercoledì ore 21

Spal, Semplici può scegliere come meglio crede

Infotunati: nessuno. Squalificati: nessuno. Acciaccati: nessuno. Spal in totale salute contro la Lazio di Simone Inzaghi. In difesa il terzetto visto contro il Frosinone potrebbe variare con il ‘reintergro’ di Felipe. Valoti si è totalmente ripreso e spinge per tornare titolare al pari di Schiattarella. In attacco Paloschi punta a scalzare Antenucci e al momento è lui il candidato più serio per una maglia da titolare al fianco di Petagna.

Lazio, sorriso Radu. Stop Correa

Il riposo forzato contro l’Inter ha migliorato notevolmente le condizioni della caviglia di Radu che contro la Spal dovrebbe tornare titolare. Ballottaggio Luiz Felipe-Bastos per l’altro posto in difesa (dubbi su Acrebi, terzo centrale, non ce ne sono). Correa è ancora alle prese con il problema alla schiena accusato nella vittoriosa trasferta di San Siro. Caicedo è un serio candidato a una maglia da titolare dietro ad Immobile ma non è da scartare l’ipotesi di un Luis Alberto nella sua ‘vecchia’ posizione con Parolo titolare in mezzo al campo

TORINO-SAMPDORIA, mercoledì ore 21

Torino, Iago in dubbio. Torna Nkoulou

Una botta al ginocchio aveva costretto Iago Falque a chiedere il cambio contro la Fiorentina. Lo status fisico dello spagnolo è costantemente monitorato ma gli accertamenti sono previsti per martedì. Difficile quindi che Mazzarri possa rischiarlo anche in caso di leggero infortunio. Zaza ha pronta quindi una maglia da titolare. Dietro riecco Nkoulou con Moretti che scivola in panchina mentre a centrocampo è sempre out per squalifica Ola Aina.

Sampdoria, Sala unico cambio?

La coppia Defrel-Quagliarella va verso una quasi scontata conferma anche se Gabbiadini proverà fino all’ultimo ad insidiare il compagno (francese) di reparto. In mezzo si tenta di recuperare Ekdal che però potrebbe lasciare ancora spazio dall’inizio a Vieria. Jankto è un ‘jolly’ utile per far rifiatare una mezzala mentre in difesa Bereszynski ha smaltito l’influenza ed è in pieno ballottaggio con Sala.

SASSUOLO-CHIEVO, giovedì ore 19

Sassuolo, Duncan proto al rientro

De Zerbi ha un turno sulla carta favorevole per uscire dalla crisi di risultati. Il tecnico dovrebbe ripartire dalla difesa a 4 ma punta a recuperare Duncan in mezzo al campo. Rispetto alla sfida contro il Bologna, sarebbe Bourabia a scivolare in panchina. In attacco Babacar va verso la conferma. Djuricic, in caso di ritorno nell’XI titolare, deve riuscire a battere la concorrenza di Boga che era stato inizialmente risparmiato nella sfida persa in extremis contro il Bologna.

Chievo, due squalificati per Di Carlo

Senza Depaoli, squalificato, e Schelotto, infortunato, Di Carlo deve trovare qualcuno da mettere sulla corsia destra. La soluzione più percorribile è quella che prevede l’impiego di Bani con ballottaggio Andreolli-Rossettini al centro. In attacco c’è da registrare la squalifica di Meggiorini. Si aprono quindi le porte per una possibile maglia da titolare per Pellissier. In mezzo occhio al possibile ritorno nell’XI di partenza di Kiyine.

ATALANTA-BOLOGNA, giovedì ore 21

Atalanta, in infermeria c’è solo Toloi

Gasperini come al solito non dovrebbe rivoluzionare la sua Atalanta. Detto che Toloi è ancora alle prese con il problema alla caviglia, resta solo il dubbio tra Gosens e Castagne sulla corsia sinistra. Ilicic infatti, dopo l’iniziale panchina contro il Parma, ritroverà posto nell’XI di partenza. Dietro dovrebbe invece partire dalla panchina Masiello.

Bologna, l’esultanza costa cara a Destro

“E ti credo che si è fatto male, non faceva uno scatto del genere da tre anni”. Con questa battuta Sinisa Mihajlovic aveva confermato il problema dell’attaccante dopo il gol vittoria contro il Sassuolo. Quella rete poteva rilanciarlo dall’inizio e invece Destro vedrà la partita dalla tribuna. Stop di almeno due settimane per lui. Davanti resta il solo Palacio che prima o poi dovrà tirare il fiato. In difesa rientra Lyanco al posto di Helander. In mediana favorito Poli.

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home