F1 Australia, tutto come un anno fa: dominio Mercedes con Hamilton in pole position

Lewis Hamilton riparte dominando e centra la prima pole della stagione nel GP d’Australia. Il pilota Mercedes ha chiuso con un super 1’20”486, tenendosi alle spalle l’altra Freccia d’Argento di Bottas, per appena 112 millesimi. Alle loro spalle il vuoto: 3° crono per la Ferrari di Vettel (+ 0”702), 5° per quella di Leclerc (+ 0”956), scalzato nel finale anche dalla Red Bull di Verstappen (+ 0”834), che gli ha strappato la seconda fila.

Le Ferrari, di fatto, non sono mai state in gioco in quanto i loro piloti hanno solo potuto limitare i danni, ma i distacchi finali sono stati davvero consistenti e, per quanto si tratti solamente della prima pole dell’anno, anche preoccupanti. Sette decimi al tedesco, quasi un secondo al monegasco, non certo l’inizio ideale per le ambizioni iridate delle Rosse. A guastare ulteriormente la festa del team di Maranello ci ha pensato Verstappen, che si è infilato tra le due SF90 all’ultimo respiro, riscattando in parte il sabato nero della Red Bull.

Grande qualifica invece delle due Haas, che già un anno fa avevano sorpreso prima del disastro pit-stop in gara: 6° Grosjean (che farà compagnia a Leclerc in terza fila) e 7° Magnussen. Ottavo un eccezionale Lando Norris, il più giovane in pista, che ha portato la sua McLaren al Q3 mentre Sainz sprofondava in 18° posizione. In top 10 anche Raikkonen con l’Alfa Romeo e Perez con la Racing Point. Escluse invece le Renault di Hulkenberg e Ricciardo, rispettivamente 11° e 12°. Fuori dalla fase finale anche Antonio Giovinazzi con l’altra Alfa Romeo, che al suo esordio da pilota ufficiale in F1 partirà 14°.

(Fonte Sportmediaset)

Annunci

Rispondi