I tifosi del Milan si schierano sul “caso Cutrone”

L’arrivo a Milano del pistolero polacco Piatek ha portato in casa Milan entusiasmo, goal e vittorie. Tutti aspetti positivi se non fosse che il posto che è andato ad occupare ha di fatto tolto spazio al giovane beniamino rossonero Patrick Cutrone.

Con pochi minuti a disposizione il “pungiglione” ha cominciato a non pungere più, un po’ demoralizzato dalla mancanza di spazio e prospettive ed un po’ costretto a corse forsennate verso la rete che gli hanno tolto lucidità e serenità.

Per un attaccante di razza come lui, che fa della fame di goal la sua caratteristica principale, il goal è il pane quotidiano e la mancanza dello stesso porta una condizione di notevole insofferenza. Ad accorgersene sono stati per primi i tifosi del Milan che hanno cercato di mostrare più possibile vicinanza al calciatore.

Ovviamente le voci di possibili trasferimenti non hanno aiutato a mantenere il tutto nella tranquillità, ma piuttosto hanno contribuito ad agitare ancora di più le acque e lo stesso ragazzo. Ha provato a metterci “una pezza” il mister con dichiarazioni distensive ma ne’ la stampa ne’ il procuratore del calciatore hanno seguito la strada tracciata.

Il popolo rossonero è affezionato a Cutrone e non considera minimamente l’ipotesi di un addio del numero 63. Sicuramente non accetterà di fare l’eterno secondo sia per le potenzialità che ha e sia per l’età, quindi la soluzione è quella di avere pazienza in vista di una possibile coppia con Piatek.

Rispondi