Calcio femminile, anche le donne hanno la loro Corea: sconfitte ai rigori in finale della Cyprus Cup

Niente da fare per Italia che viene sconfitta 10-9 ai rigori dalla Corea del Nord alla 12ª edizione della Cyprus Cup.

Dopo una partenza di marca asiatica, l’Italia ha ha colpito al 19’ con un sinistro incrociato dell’attaccante della Juventus Cristiana Girelli, il suo primo del torneo, imbeccata in area da Giugliano.

Poi arriva il pareggio della Nord Corea su sviluppo di corner grazie a Kim Yun Mi, capocannoniere del torneo con cinque reti, una in più dell’Azzurra Giacinti.

Al 45’ il vantaggio della Corea da 2’ in inferiorità numerica per doppia ammonizione del capitano: altra bambola azzurra su calcio d’angolo, Ju Hyo Sim su mischia è riuscita a stoppare e battere in diagonale.

Nella ripresa attacca l’Italia è la Sabatino fa 2-2 di testa. Il primo supplementare si è aperto con una colossale palla gol divorata dalla giallorossa Serturini, subentrata a Mauro, e si è chiuso con il nuovo vantaggio coreano per un rigore generoso concesso per fallo di Guagni su Pak Kyong,

Al 4′ del secondo supplementare la Corea del Nord in nove per un’espulsione dopo tirata di capelli ai danni di Guagni e al 7’ nuovo aggancio azzurro grazie al tiro-cross di Cernoia.

Anche la lotteria dei rigori è rimasta equilibrata fino all’ultimo, con 10 segnature prima della serie a oltranza finita amaramente per l’Italia con l’errore di Bonansea che calcia alto.

La Cyprus Cup azzurra finisce come l’anno scorso con il secondo posto.

(Fonte Gazzetta dello Sport)

Rispondi