Roma, per ora Di Francesco non si tocca: ipotesi ritiro in vista del Porto

La Roma ieri sera ha incassato un’ennesima, durissima batosta ad opera dei cugini laziali e ora per i Dirigenti giallorossi è arrivato il momento di decidere se anticipare o meno il ritiro in vista della Champions.

Secondo la Gazzetta dello Sport in casa romanista bisogna capire cosa fare per dare la scossa alla squadra sia mercoledì sera in casa del Porto sia nelle prossime settimane, in vista del rush finale per il quarto posto.

I dirigenti della Roma sono rimasti a lungo, quasi due ore, chiusi dentro un ufficio adiacente allo spogliatoio dell’Olimpico.

Dopo aver sentito il presidente Pallotta, si sono riuniti il vice presidente Baldissoni, l’ad Fienga, il ds Monchi, i suoi collaboratori Massara e Balzaretti, e Francesco Totti.

Baldissoni e Fienga sono stati gli ultimi a lasciare lo stadio qualche minuto prima dell’una – oltre due ore dopo la fine della partita -, con il vice presidente che si è limitato a dire: “Non è una bella serata”.

Prima di loro erano andati via Totti e poi Monchi e Massara.

Al momento Di Francesco non sembra essere in bilico, almeno fino al Porto, ma la Roma non può e non vuole perdere il quarto posto in campionato, vero obiettivo stagionale. E per farlo serve al più presto una scossa. Da chi possa arrivare, però, non si sa.

(Fonte Gazzetta dello Sport)

Rispondi