Milan, Leonardo ha in mano gli eredi di Rakitic e Perisic: ecco Dani Olmo, Moro e Marin

Interessante indiscrezione di mercato riguardante il Milan riportata da Sportmediaset: i rossoneri hanno scatenato il loro scouting internazionale e ha individuato in Croazia tre obiettivi che possono a breve scadenza vere e proprie trattative.

Molto probabilmente ci sarà un inviato del club rossonero giovedì 7 marzo a vedere la gara tra Dinamo Zagabria e Benfica, perché proprio per la Dinamo sono tesserati i tre ragazzi.

Uno anzi è un giocatore fatto e finito, il trequartista spagnolo Dani Olmo (valutato già sui 25 milioni), gli altri sono scommesse che andrebbero prese prima di entrare nel mirino di altri club importanti. I nomi sono quelli del mediano Nikola Moro e dell’attaccante esterno Antonio Marin.

Ecco chi sono queste promesse entrate nel mirino di Leonardo e Maldini.

DANI OLMO. Figlio d’arte per modo di dire (il padre Miquel è stato attaccante in varie squadre catalane di serie minori), nato a Terrassa il 7 maggio del 1998, è cresciuto nelle giovanili del Barcellona poi nell’agosto 2014 ha lasciato il club blaugrana firmando un contratto con la Dinamo Zagabria. In Croazia ha bruciato le tappe, nel 2018 è stato eletto miglior giocatore del campionato croato, ha un contratto fino al 2021 e addirittura il Barcellona sta facendo un pensierino su un suo ritorno. Gioca nell’Under 21 spagnola, fa il trequartista o l’attaccante esterno, in questa stagione ha totalizzato 15 presenze e 2 gol in campionato, 8 presenze e 2 gol in Europa League.

NIKOLA MORO. Il padre Miro Moro avrebbe voluto vederlo con la maglia dell’Hajduk Spalato, ma il giovane Nikola (nato il 12 marzo 1998) a 6 anni era già stato preso dalla Dinamo Zagabria, squadra con la quale ha sempre giocato. Nel 2014 è stato promosso dal settore giovanile alla prima squadra e nel maggio del 2016 ha esordito in serie A contro la Lokomotiva giocando tutta la partita. Mediano di grande carattere, in piena tradizione croata (un po’ alla Rakitic), fa del temperamento la sua arma più importante. Ha un contratto fino al 2022, in questa stagione ha disputato 9 partite in serie A e 2 in Europa League. Non è titolare fisso ma sta guadagnando posizioni e spazio.

ANTONIO MARIN. Ha appena 18 anni (è nato il 9 gennaio 2001), quest’anno ha giocato tre spezzoni di partita in serie A. Fa l’attaccante esterno, prevalentemente gioca sulla sinistra, è stato utilizzato 4 volte anche in Youth League dopo una prima parte di stagione in cui aveva messo a segno 4 gol in 5 partite con la seconda squadra della Dinamo in serie B. Ne parlano come dell’erede di Perisic e viene considerato uno dei migliori talenti europei nati nel 2001.

(Fonte Sportmediaset)

Rispondi