Inter, il caso Icardi divide lo spogliatoio: gli slavi son contro di lui

Il Corriere della Sera prova a fare il punto della situazione sul caso Icardi e scrive che nonostante i messaggi sui social dipingano un quadro di unità di squadra, le azioni in campo però ne disegnano un altro.

La prova del grande gelo tra Mauro Icardi e una parte (ampia) dello spogliatoio è arrivata a Firenze. Politano segna, va a esultare sotto la curva, con lo stesso gesto usato di solito dall’ex capitano: le mani dietro le orecchie. Ivan Perisic, nemico giurato di Icardi, gli va vicino e gliele abbassa.

Politano, come altri giocatori (Lautaro, Vecino, Borja Valero), è vicino a Icardi. Poi c’è la fazione contraria, con un peso importante nello spogliatoio: Perisic, Brozovic, Handanovic.

La stessa Wanda Nara non ha negato, anzi. «Se ha qualche problema con gli slavi? E se anche fosse, tolgono la fascia a lui, che è quello che ci tiene di più? E i like su Instagram li ha messi lui?», ha sottolineato, riferendosi al messaggio inviato da Marcelo Brozovic sui social quando la società ha dato la fascia ad Handanovic. Una frattura netta.

Politano e Perisic si sono chiariti nel viaggio di ritorno in treno da Firenze a Milano, l’ad Beppe Marotta prova a spezzare il circolo vizioso. «L’esultanza di Politano e il gesto di Perisic? Dietrologie pure». Il chi sta con chi non porterà comunque Mauro Icardi a riavere la fascia di capitano: la scelta è fatta, l’Inter non gliela riconsegnerà mai.

Insomma la spaccatura c’è eccome, anche perché la «degradazione» di Icardi è stata imposta proprio da parte del gruppo: per le dichiarazioni di Wanda, i permessi chiesti e ottenuti (come la trasferta a Madrid per la finale Boca-River), la multa di 100 mila euro non pagata.

La signora Icardi rispedisce le accuse al mittente: «Dicono che gli hanno tolto la fascia per colpa mia? Io posso dire quel che voglio, altrimenti una donna non può dire niente e deve pensare ciò che pensa il marito», sottolinea inviperita la moglie di Maurito.

Icardi resta fuori squadra e ci rimarrà sicuramente fino a venerdì, quando l’Inter sarà impegnata a Cagliari.

Nei giorni scorsi Vecino ha provato a far ragionare il capitano. Gli ha telefonato, spiegandogli che il gruppo lo ritiene comunque importante, è pronto a riammetterlo, basta solo un chiarimento. Icardi non ne ha voluto sapere, ha deciso di non fare nessun passo.

(Fonte Corriere della Sera)

Rispondi