Al Bentegodi vince la noia. 0-0 tra Chievo e Genoa. Clivensi ad un passo dalla B

Si è da poco conclusa la sfida fra Chievo e Genoa. Una partita decisamente poco divertente che si è chiusa con il punteggio di 0-0

NEL PRIMO TEMPO REGNANO LA NOIA ED I FALLI – Il primo tempo del Bentegodi è un festival di falli e di interruzioni di gioco. Le due squadre non arrivano mai in area, un paio di conclusioni dal limite e nulla più. Per il resto i padroni di casa cercano di costruire qualcosa di più, ma vanno a sbattere contro il muro eretto dal Genoa. Tanti falli nei primi 45 minuti, con la gara che di fatto diventa inevitabilmente spezzettata.

LA MUSICA NON CAMBIA – Nella ripresa le cose non cambiano. Certo, col passare dei minuti le squadre si allungano e si riesce a vedere qualche conclusione in porta. Kouamè per il Genoa sfiora il gol con un bel colpo di testa, ma il pallone finisce alto sopra la traversa. Per trovare un’altra emozione bisogna arrivare al recupero quando Hetemaj, il protagonista che non ti aspetti, viene steso al limite da Biraschi. Entra Piazon per battere la punizione, ma la conclusione dell’ex Chelsea non sorprende Radu.

STRISCIA POSITIVA DEL GRIFONE – Il Genoa, con questo pareggio, conquista il quinto risultato utile consecutivo, tre pareggi e due vittorie, ed incrementa il suo vantaggio sulla zona retrocessione. Prandelli ha portato solidità difensiva ed il Grifone, anche senza Piatek, sta vivendo un ottimo momento dal punto di vista dei risultati. Al Chievo il pareggio serve a poco. Certo, le tre davanti (Frosinone, Bologna ed Empoli) hanno perso, quindi a conti fatti è un punto guadagnato. Ma la salvezza ormai sembra pura utopia.

Rispondi