FIFA, che stangata sul Chelsea! mercato bloccato fino al 2020

La FIFA ha punito il Che,ser per violazioni relative al trasferimento di 29 giocatori minori di 18 anni, in violazione dell’articolo 29 del Regolamento.

I Blues non potranno tesserare nuovi giocatori, a livello nazionale e internazionale, “per i prossimi due periodi di registrazione completi e consecutivi”, dunque fino all’estate del 2020. Potranno completare solo operazioni in uscita.

Il Chelsea ha annunciato, in un comunicato sul sito ufficiale, che farà ricorso contro il blocco del mercato. Il club “respinge categoricamente i risultati del comitato disciplinare della Fifa” si legge. “Vogliamo sottolineare il nostro rispetto per l’importante lavoro intrapreso dalla Fifa per la protezione dei minori, e la nostra collaborazione in questa inchiesta” prosegue la nota. “Da principio, il Chelsea era accusato per 92 giocatori: accogliamo con soddisfazione la notizia che la Fifa ha appurato che non sono state violate regole per 63 di questi 92 giocatori, ma siamo estremamente delusi dal fatto che non sono state accolte le nostre dimostrazioni per gli altri 29. Per questo presenteremo in tempi rapidi appello alla Fifa”.

Il Chelsea è riconosciuto colpevole anche di altre violazioni per quanto riguarda la registrazione dei calciatori. In due casi, poi, il club è accusato del mancato rispetto dell’articolo 18 bis del Regolamento per due accordi che, si legge in un comunicato FIFA, “hanno influenzato altri club in materia di mercato”.

La decisione della FIFA prevede per il Chelsea anche una multa di 600.000 franchi e l’obbligo regolarizzare la posizione dei calciatori interessati dal provvedimento entro 90 giorni. Il provvedimento coinvolge anche la Football Association inglese, multata per 510 mila franchi svizzeri. La federazione inglese ha sei mesi di tempo per affrontare la questione del trasferimento internazionale e della registrazione dei minori.

(Fonte Corriere dello Sport)

Rispondi