Serie A, le probabili formazioni delle gare di oggi

Dopo gli anticipi del venerdì e del sabato, oggi si giocano altre interessanti gare valide per la 24′ giornata di campionato.

Vediamo la situazione squadra per squadre in merito alle probabili formazioni della 24ma giornata riportata da SkySport.

Si comincia da Ferrara.

SPALFIORENTINA, domenica ore 12:30

Semplici ritrova Felipe in difesa e Fares sulla corsia esterna di centrocampo. I due sono infatti di rientro dalla squalifica ma non sarà una Spal al completo proprio ‘a causa’ del giudice sportivo che ha fermato per una giornata Missiroli. In mediana quindi si libera un posto: Schiattarella, al pari di Jankovic, ha svolto lavoro personalizzato. Valdifiori e Murgia si giocano quindi una maglia da titolare con il secondo che sta cercando in tutti i modi di ritagliarsi uno spazio importante. In attacco sfida Paloschi-Antenucci per affiancare Petagna.

Spal (3-5-2) probabile formazione: Viviano; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Valoti, Schiattarella, Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna.

Da una parte Pioli può festeggiare per i rientri di Milenkovic, Benassi e Vitor Hugo. Dall’altra però deve registrare le assenze di Pezzella e Mirallas. Lesione di secondo grado al legamento  collaterale mediale del ginocchio destro per il difensore argentino; lesione di primo grado al gemello mediale della gamba destra per l’attaccante. Dietro spazio quindi ancora a Ceccherini, in mezzo dovrebbe spuntarla Edimilson mentre in avanti torna il trio Chiesa-Simeone-Muriel.

Fiorentina (4-3-3) probabile formazione: Lafont; Milenkovic, Ceccherini; Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Edimilson, Veretout; Chiesa, Simeone, Muriel.

EMPOLISASSUOLO, domenica ore 15

Dopo il KO esterno contro la Lazio, l’Empoli torna a giocare al ‘Castellani’ con Caputo alla caccia della doppia cifra ‘interna’ (per ora sono otto le reti segnate in casa dal bomber empolese). Il suo partner potrebbe essere Oberlin: La Gumina torna a disposizione ma ha poche possibilità di essere titolare, Farias è sempre partito dall’inizio ma non ha inciso molto. Non ci dovrebbero essere cambi in mediana mentre in difesa potrebbe tornare Rasmussen dopo che Dell’Orco aveva trovato una maglia da titolare contro la Lazio.

Empoli (3-5-2) probabile formazione: Provedel; Veseli, Rasmussen, Silvestre; Di Lorenzo, Traorè, Bennacer, Krunic, Pasqual; Oberlin, Caputo.

Sarà ancora 4-3-3 per De Zerbi: in difesa c’è Ferrari che spinge per una maglia da titolare ma il tandem Peluso-Magnani resta in pole. A centrocampo rientro importante con Duncan che ha scontato il turno di squalifica e che torna nell’XI titolare. Magnanelli e Locatelli si giocano un posto con il primo leggermente favorito. L’attacco non sta girando a mille: Babacar è in ballottaggio con Matri mentre uno tra Boga e Brignola può rappresentare la vera sorpresa di formazione.

Sassuolo (4-3-3) probabile formazione: Consigli; Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio; Duncan, Magnanelli, Sensi; Berardi, Babacar, Djuricic.

GENOALAZIO, domenica ore 15

Scontato il turno di squalifica, Romero tornerà a posizionarsi al centro della difesa con Zukanovic al suo fianco e lo scivolamento di Gunter in panchina. In mezzo Radovanovic e Lerager paiono inamovibili. A completare il pacchetto centrale ci sarà Rolon. Con quest’ultimo in campo, la soluzione tattica prevede un 4-3-3 con Lazovic e Kouamè ai lati di Sanabria.

Genoa (4-3-3) probabile formazione: Radu; Biraschi, Romero, Zukanovic, Criscito; Lerager, Radovanovic, Rolon; Lazovic, Sanabria, Kouamè.

L’impegno in Europa League avrà certamente dei risvolti importanti a livello di probabile formazioni in vista della trasferta di Genova. Andiamo quindi a controllare quel che è già sicuro come ad esempio l’assenza di Sergej Milinkovic-Savic. Gli esami hanno evidenziato una lesione di primo grado all’adduttore della coscia sinistra. Da monitorare invece le condizioni di Ciro Immobile che è sempre alle prese con un’elongazione ai flessori della coscia sinistra. Per l’attaccante azzurro, al momento, è più no che sì. Parolo invece rientra dalla squalifica e sarà titolare in mezzo al campo con il duello Marusic-Romulo sulla corsia destra.

Lazio (3-5-1-1) probabile formazione: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa; Caicedo.

UDINESECHIEVO, domenica ore 15

Nicola fa la conta: tra indisponibili e acciaccati, il tecnico bianconero rischia di dover chiamare mezza primavera per avere 18 giocatori da portare alla partita. Andiamo con ordine: Behrami ha lavoro differenziato ed è molto probabile che non riesca a recuperare per tempo. Hanno lavorato a parte Ekong, Mandragora e Pussetto. C’è anche chi si è allenato con il resto dei compagni e si è fatto male: Rodrigo de Paul infatti si è fatto male alla caviglia destra e rischia anche lui di saltare l’impegno contro il Chievo. Formazione che quindi diventa un rebus. In difesa c’è anche De Maio squalificato e quindi si può anche ipotizzare un ritorno alla linea a 4 con Ter Avest, Opoku, Nuytinck, Larsen. In avanti Pussetto e Okaka partono a questo punto favoritissimi.

Udinese (4-4-2) probabile formazione: Musso; Ter Avest, Opoku, Nuytinck, Larsen; Ingelsson, Fofana, Mandragora, D’Alessandro; Pussetto, Okaka.

Lesione muscolare al flessore di sinistra. Questo il responso medico sulle condizioni di Nicholas Frey che quindi non sarà a disposizione per la trasferta di Udine. Di Carlo opterà per un 4-3-1-2 con Giaccherini a supporto di Stepinski e Djordjevic, con quest’ultimo ancora favorito sul resto dei colleghi di reparto. Schelotto e Piazon potrebbero anche giocare dal primo minuto ma al momento favorita una formazione più ‘tradizionale’ che dovrebbe prevedere il ritorno nell’XI titolare di Jaroszynski.

Chievo (4-3-1-2) probabile formazione: Sorrentino; Bani, Rossettini, Barba, Jaroszynski; Kiyine, Dioussè, Hetemaj; Giaccherini; Stepinski, Djordjevic.

INTERSAMPDORIA, domenica ore 18

Nerazzurri impegnati questa sera contro il Rapid Vienna in Europa League. Ovviamente tiene banco il caso-Icardi: dopo che l’ex capitano dell’Inter non ha risposto alla convocazione di Spalletti, difficile pensare che tutto possa rientrare in maniera rapida. L’argentino si è rintanato in casa ma oggi potrebbe farsi rivedere dalle parti di Appiano, ‘aprendo’ a una possibile soluzione nel breve periodo. In difesa duello D’Ambrosio-Cedric e Miranda-De Vrij. Nainggolan va verso la conferma, a destra rientra Politano con Joao Mario che scivola in panchina. Davanti, al momento, spazio a Lautaro Martinez.

Inter (4-3-3) probabile formazione: Handanovic; Cedric, Skriniar, Miranda, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Martinez.

Dopo il non esaltante esordio dal 1′ di Junior Tavars, Murru, di rientro dalla squalifica, è pronto a riprendere posto nell’XI titolare. Sulla trequarti ballottaggio Saponara-Ramirez mentre in attacco, al fianco di Quagliarella, Defrel può vincere il ballottaggio con Gabbiadini. Altro dubbio di Giampaolo in difesa. Colley o Tonelli?

Sampdoria (4-3-1-2) probabile formazione: Audero; Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Preat, Ekdal, Linetty; Saponara; Gabbiadini, Quagliarella.

NAPOLITORINO, domenica ore 20:30

Conto il Torino mancherà certamente Raul Albiol che si è sottoposto ad un intervento di pulizia del tendine rotuleo del ginocchio sinistro. L’operazione è andata a buon fine. Domenica sera spazio a Maksimovic con Ghoulam sulla corsia di sinistra (Mario Rui è indisponibile). Dopo l’impegno contro lo Zurigo, Ancelotti avrà le idee più chiare in vista della sfida contro il Torino. Milik è favorito mentre in mediana non è escluso che si ricorrra a Diawara.

Napoli (4-4-2) probabile formazione: Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Ruiz, Zielinski; Insigne, Milik.

In difesa Mazzarri ritrova Nkoulou che ha scontato il turno di squalifica e che sarà regolarmente al centro del pacchetto arretrato. Varie soluzioni a centrocampo: con De Silvestri, Ola Aina e Ansaldi che potrebbero giocare contemporaneamente. In questo caso l’argentino agirebbe da interno di centrocampo al posto di Baselli che però punta a una maglia da titolare. Dovesse farcela, il sacrificato sarà uno tra De Silvestri e Ola Aina. In attacco rientra dalla squalifica Zaza.

Torino (3-5-2) probabile formazione: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Meitè, Rincon, Ansaldi, Ola Aina; Belotti, Zaza.

ROMABOLOGNA, lunedì ore 20:30

Di Francesco ha fatto il punto sulla situazione infortunati: in vista della sfida di lunedì possono recuperare Olsen, Under e Perotti. Schick invece è ai box e salterà almeno due gare. Non al meglio Karsdorp con Santon in pre allarme. Ci sarebbe anche la soluzione Florenzi ma quest’ultimo potrebbe essere impiegato come esterno alto. In questo caso Zaniolo tornerebbe a fare il trequartista ma c’è anche Pellegrini che rientra dalla squalifica. Per una volta quindi, Di Francesco può tornare ad avere molte soluzioni.

Roma (4-2-3-1) probabile formazione: Mirante; Santon, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Cristante, Nzonzi; Florenzi, Zaniolo, El Shaarawy; Dzeko.

In attacco, oltre all’infortunato Orsolini, mancherà anche Rodrigo Palacio, fermato per una giornata dal giudice sportivo. Un problema alla coscia rischia invece di fermare Gonzalez che ha finito prima dei compagni la seduta di allenamento. Helander quindi si candida per un posto al fianco di Danilo con Mattiello che è in ballottaggio con Dijks sulla corsia sinistra. Davanti potrebbero essere confermati sia Destro che Edera.

Bologna (4-3-3) probabile formazione: Skorupski; Mbaye, Danilo, Helander, Mattiello; Poli, Pulgar, Soriano; Sansone, Destro, Edera.

(Fonte SkySport)

Rispondi